Alcuni commenti su PIL e investimenti nel secondo trimestre

di Rischio calcolato attivo 28/07/2022 10:00:00

Nota: il secondo grafico – investimenti residenziali in percentuale del PIL – è utile per prevedere una recessione indotta dalla Fed. L’IR come percentuale del PIL di solito diminuisce molto prima di una recessione. Questo sarà qualcosa da guardare.

In precedenza dal BEA: prodotto interno lordo, secondo trimestre 2022 (stima anticipata)

Il prodotto interno lordo (PIL) reale è diminuito a un tasso annuo dello 0,9 per cento nel secondo trimestre del 2022, secondo la stima “anticipata” rilasciata dal Bureau of Economic Analysis. Nel primo trimestre, il PIL reale è diminuito dell’1,6%. …

La diminuzione del PIL reale riflette la diminuzione degli investimenti in scorte private, investimenti fissi residenziali, spesa del governo federale, spesa del governo statale e locale e investimenti fissi non residenziali che sono stati in parte compensati dall’aumento delle esportazioni e delle spese per consumi personali (PCE). Le importazioni, che sono una sottrazione nel calcolo del PIL, sono aumentate.
enfasi aggiunta

La relazione anticipata sul PIL del secondo trimestre, al -0,9% annualizzato, è stata inferiore alle aspettative, principalmente a causa dell’impatto negativo della diminuzione delle scorte.

Le spese per consumi personali (PCE) sono aumentate a un tasso annualizzato dell’1,0% nel secondo trimestre.

Il grafico seguente mostra il contributo al PIL degli investimenti residenziali, delle attrezzature e del software e delle strutture non residenziali (media trailing di 3 trimestri). Questo è importante da seguire perché gli investimenti residenziali tendono a guidare l’economia, le apparecchiature e il software sono generalmente coincidenti e gli investimenti in strutture non residenziali seguono l’economia.

Nel grafico, il rosso rappresenta il residenziale, il verde le apparecchiature e il software e il blu gli investimenti in strutture non residenziali. Quindi, il solito schema – sia dentro che fuori le recessioni è – rosso, verde, blu.

Naturalmente – con l’improvviso stop economico dovuto al COVID-19 – il solito schema non si è applicato.

La linea grigia tratteggiata è il contributo della variazione delle scorte private.

Clicca sul grafico per ingrandire l’immagine.

Gli investimenti residenziali (RI) sono diminuiti a un tasso annuo del 14,0% nel secondo trimestre. Gli investimenti in attrezzature sono diminuiti a un tasso annuo del 2,7% e gli investimenti in strutture non residenziali sono diminuiti a un tasso annuo dell’11,7%.

Il contributo al PIL del secondo trimestre degli investimenti nelle scorte private è stato di -2,01 punti percentuali.

Su una media di tre quarti, l’IR (rosso) è in calo, le attrezzature (verde) sono in aumento e le strutture non residenziali (blu) sono ancora in calo.

Pubblicherò di più sui componenti dell’investimento non residenziale una volta che i dati supplementari saranno rilasciati.

Investimento residenzialeIl secondo grafico mostra gli investimenti residenziali in percentuale del PIL.

Gli investimenti residenziali in percentuale del PIL sono diminuiti nel secondo trimestre.

Analizzerò gli investimenti residenziali in componenti dopo la pubblicazione dei dettagli sul PIL.

Nota: gli investimenti residenziali (RI) includono nuove strutture unifamiliari, strutture multifamiliari, migliorie per la casa, commissioni di intermediazione e alcune categorie minori.

investimento non residenzialeIl terzo grafico mostra gli investimenti non residenziali in strutture, attrezzature e “prodotti di proprietà intellettuale”.

Gli investimenti in strutture non residenziali sono diminuiti nel secondo trimestre come percentuale del PIL.

Leave a Reply

Your email address will not be published.