Con l’aumento dei casi di vaiolo delle scimmie, l’HHS annuncia che venerdì verranno rilasciati altri 780.000 vaccini

“Ogni americano dovrebbe prestare attenzione al vaiolo delle scimmie”, ha detto ai giornalisti il ​​segretario dell’HHS Xavier Becerra durante una telefonata giovedì. “È contagioso, è doloroso e può essere pericoloso”.

Ma Becerra si è detto non pronto a dichiarare un’emergenza sanitaria pubblica, che darebbe al governo una miriade di nuove autorità.

“Continuiamo a monitorare la risposta”, ha detto. “Valuteremo qualsiasi decisione in base alla risposta”.

I Centers for Disease Control and Prevention, che dovrebbero rendere il vaiolo delle scimmie una condizione soggetta a denuncia a livello nazionale, hanno rilasciato nuovi dati demografici, che mostrano che il 99% dei casi riguarda persone assegnate alla nascita di sesso maschile e la maggior parte di queste ha riferito di aver fatto sesso con uomini. Dei casi che includevano dati su razza ed etnia, il 37% riguardava bianchi non ispanici, il 31% tra ispanici o latini, il 27% tra neri o afroamericani non ispanici e il 4% tra gli asiatici.

Il segretario ha affermato che non era inevitabile che il vaiolo delle scimmie diventasse endemico negli Stati Uniti anche se i funzionari si aspettano che l’epidemia possa espandersi oltre gli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini.

“Non possiamo lasciare che questo sfugga di mano”, ha detto Becerra. “Ognuno deve fare la sua parte”.

Sono in arrivo molti altri vaccini di Jynneos, una nuova generazione di un vaccino contro il vaiolo in scarsa offerta a livello globale, con gli Stati Uniti che ordinano 5,5 milioni di dosi aggiuntive da riempire e finire con materiale sfuso esistente. Entro maggio 2023, gli Stati Uniti prevedono di avere quasi 7 milioni di dosi.

Non si sa ancora quante persone negli Stati Uniti abbiano ottenuto uno dei colpi.

Il governo avrà anche la possibilità di ordinare più di 11 milioni di dosi in più del vaccino, dicendo che sperano di farlo in futuro. Se le dosi non vengono utilizzate, verranno aggiunte al programma di preparazione al vaiolo, ha detto ai giornalisti Dawn O’Connell, che guida l’amministrazione per la preparazione e la risposta strategica.

Sebbene gli Stati Uniti abbiano accesso a più vaccini di qualsiasi altro paese, le città e gli stati non ne hanno abbastanza per tenere il passo con la domanda. Ha anche una grande scorta di un vaccino più vecchio, ACAM2000, che può avere effetti collaterali più gravi e non è ampiamente utilizzato per il vaiolo delle scimmie negli Stati Uniti

Ci sono circa 16 milioni di dosi del vaccino Jynneos attualmente disponibili a livello globale, ha affermato l’Organizzazione mondiale della sanità, esortando i paesi a condividere le forniture.

Anche Tecovirimat, l’antivirale usato per curare il virus, fa parte dell’arsenale statunitense. Anche con oltre 1 milione di dosi a disposizione, tuttavia, il farmaco è stato difficile da prescrivere per i fornitori, portando la FDA ad aggiornare le sue politiche di utilizzo.

Ad oggi, meno di 10.000 persone hanno ricevuto il trattamento.

Anche i test per il virus sono stati potenziati, con una capacità di oltre 60.000 test a settimana. Il test esteso, insieme alla diffusione continua, significa che si prevede che il conteggio dei casi continuerà a crescere, ha affermato Becerra.

“Anche se questo è un enorme impulso alla disponibilità del vaccino, sappiamo che è necessario fare di più”, ha affermato O’Connell.

Leave a Reply

Your email address will not be published.