È un lungo salto dal proprietario di una squadra sportiva al senatore degli Stati Uniti

MILWAUKEE – Quando mercoledì Alex Lasry ha abbandonato le primarie democratiche per il Senato in Wisconsin, ha detto che “non c’era percorso per la vittoria”, qualcosa che nessun proprietario di una franchigia sportiva vorrebbe mai ammettere. Ha detto che aveva concluso che non poteva battere il tenente gov. Mandela Barnes e ha esortato gli elettori a radunarsi dietro Barnes per sconfiggere l’incumbent repubblicano, il senatore Ron Johnson, a novembre.

Lasry, 35 anni, è figlio di un miliardario proprietario dei Milwaukee Bucks e possiede una quota di proprietà del valore di oltre $ 50 milioni. Ha reso la squadra, il campione NBA 2021, il fulcro della sua campagna giocando sul lavoro che aveva svolto come dirigente Bucks per aiutare a costruire il Fiserv Forum e fornire salari più alti ai lavoratori sindacali. Indossava spesso cerniere, giubbotti e altri indumenti di Bucks. Ha persino viaggiato per lo stato con il trofeo NBA, attirando critiche per averlo usato come supporto per la campagna.

Ci sono moltissimi ex atleti e allenatori che hanno fatto il salto dal campo di gioco o dalla linea laterale a Capitol Hill: Bill Bradley, JC Watts, Tom Osborne e, più recentemente, Tommy Tuberville.

Ma è molto meno comune che i proprietari di franchise sportivi, i cui volti non sono così familiari, ispirino lo stesso livello di fandom elettorale.

Alcuni proprietari hanno avuto difficoltà a tenere gli sport fuori dalla conversazione. Durante la sua infruttuosa campagna per le primarie repubblicane per il Senato in Ohio, Matt Dolan, la cui famiglia possiede i Cleveland Guardians, è stato criticato dall’ex presidente Donald J. Trump per la decisione della squadra di cambiare il proprio nome dagli indiani, che Trump ha deriso come un compiacimento per gli indiani. politicamente corretto.

E in Georgia, Kelly Loeffler ha attaccato il movimento Black Lives Matter, così irritando i membri della squadra della WNBA che possedeva all’epoca, l’Atlanta Dream, che hanno fatto una campagna contro di lei. Ha perso il suo seggio al Senato a causa di Raphael Warnock, il cui avversario nel 2022 è Herschel Walker, l’ex running back della NFL.

Il senatore Herb Kohl del Wisconsin, un precedente proprietario dei Bucks, era un raro proprietario di squadra che arrivò a Washington. Ma era già una quantità nota attraverso i negozi di alimentari e i grandi magazzini della sua famiglia e come presidente del Partito Democratico di stato.

“Herb Kohl si è impegnata”, ha detto il senatore statale Chris Larson, un democratico della contea di Milwaukee che ha abbandonato le primarie lo scorso agosto e ha appoggiato Barnes. “Lasry e la sua famiglia stavano solo cercando di entrare e comprarlo”.

Alex Lasry è cresciuto a Manhattan come figlio di Marc Lasry, un gestore di hedge fund e raccoglitore di fondi democratico. Un punto di riferimento per la sua squadra del liceo che continua a giocare regolarmente a basket, Alex Lasry si è trasferito a Milwaukee nel 2014, dopo che suo padre faceva parte di un gruppo che quell’anno ha acquistato i Bucks da Kohl per $ 550 milioni.

Quando ha iniziato la sua candidatura al Senato nel febbraio 2021, Alex Lasry ha dovuto superare lo scetticismo sul fatto che il suo curriculum fosse leggero sui risultati e pesante sul nepotismo. Alla fine di giugno, secondo un sondaggio della Marquette Law School, era salito al secondo posto in un campo affollato di politici di lunga data. Aveva anche schierato un impressionante elenco di sostenitori – tra cui Cavalier Johnson, il sindaco di Milwaukee – così come leader sindacali che lo attribuivano come una forte presenza nella comunità.

“Trovo molto facile parlare con lui, molto semplice”, ha affermato Daniel Bukiewicz, presidente del Milwaukee Building & Construction Trades Council.

Lasry ha in gran parte autofinanziato la sua campagna, versandovi 12,3 milioni di dollari anche se inizialmente aveva detto che sarebbe dipeso dal sostegno di base. Nel secondo trimestre del 2022, la sua campagna ha speso 6,7 milioni di dollari, o più dei suoi rivali democratici messi insieme.

Ha avuto anche alcuni importanti donatori dal mondo dello sport, come Jerry Reinsdorf e Michael Reinsdorf dei Chicago Bulls, che quest’anno sono stati battuti dai Bucks nei playoff, e Stephen Pagliuca e David Bonderman, proprietari dei Boston Celtics, la squadra che ha rimbalzato i Bucks dai playoff. Altri contributori sono stati Adam Silver, il commissario NBA; Jason Kidd, l’allenatore dei Bucks quando Lasry è arrivato a Milwaukee; Casey Close, un importante agente sportivo; e Rachel Nichols, un’ex emittente ESPN.

Nel suo modulo di divulgazione al Senato, depositato nell’agosto 2021, Lasry ha elencato beni da $ 100 milioni a $ 273 milioni. Un investimento è stata la sua partnership in Sazes Partners, una holding di famiglia, come dimostrano i documenti.

Attraverso Sazes, Lasry ha riferito di possedere da $ 5 milioni a $ 25 milioni di Sessa Capital, un fondo di private equity. John Petry, il fondatore di Sessa Capital, ha giocato in tornei di poker di beneficenza con Marc Lasry a beneficio di Education Reform Now, un gruppo di difesa senza scopo di lucro.

I legami della famiglia Lasry con Sazes non sono diventati pubblici prima che lasciasse la gara, ma avrebbero potuto suscitare scalpore se l’avessero fatto. Sessa è il quarto maggiore azionista di Chemours, un produttore di PFAS, che sono stati collegati al cancro e sono spesso chiamati “sostanze chimiche per sempre” perché non si decompongono nell’acqua. Chemours è tra le società a sud per contaminazione ambientale, tra cui, la scorsa settimana, il governatore Tony Evers e il procuratore generale Josh Kaul del Wisconsin.

Interrogata la scorsa settimana sulla partecipazione sostanziale della famiglia di Lasry in un importante azionista di Chemours, Christina Freundlich, portavoce della campagna, ha affermato che Lasry ha applaudito gli sforzi di Evers e Kaul “ritenendo responsabili tutti gli inquinatori” e che ha esortato il Congresso a stabilire regolamenti PFAS.

Non importa. Entro mercoledì il gioco era finito. In una conferenza stampa davanti al Fiserv Forum, Barnes ha elogiato la campagna di Lasry, dicendo che se ne va senza essersi fatto nuovi nemici.

Questo è un risultato notevole per un politico o un proprietario di sport.

Kitty Bennett ha contribuito alla ricerca.

Leave a Reply

Your email address will not be published.