I conducenti di UPS chiedono l’aria condizionata nei camion dopo l’ondata di caldo: “È come camminare all’inferno”

Yves qui. Quei camion scuri per le consegne stanno già cuocendo i forni. E in un posto come New York City, anche gli edifici e il marciapiede irradiano calore. L’articolo descrive i ricoveri dei conducenti causati dal calore e persino un decesso. Quanto tempo durerà prima che UPS, Fedex e Amazon siano costretti a cambiare? Non verrà volontariamente. Le condizioni del posto di lavoro sono state in fondo alla loro lista di priorità.

Di Claudia Irizarry Aponte e Samantha Maldonado. Pubblicato originariamente su THE CITY il 27 luglio 2022

Un lavoratore UPS consegna pacchi nel distretto finanziario, 27 luglio 2022. Ben Fractenberg/THE CITY

I lavoratori UPS stanno alzando la pressione sul loro datore di lavoro dopo che il loro sindacato ha affermato che almeno sei conducenti di consegna pacchi nella regione di New York City hanno avuto una malattia legata al calore sul lavoro durante l’ondata di caldo della scorsa settimana.

Chris Cappadonna, 26 anni, dice di aver cercato cure di emergenza per esaurimento da calore un’ora dopo il suo turno giovedì mattina a Brooklyn. Con temperature esterne vicine ai 100 gradi, ha iniziato ad avere difficoltà a respirare e mani anguste, ha detto a THE CITY.

Ha detto che stava spostando mobili pesanti a Mill Basin e che stava “per svenire” quando due operatori sanitari della città che apparentemente si erano accorti che stava lottando, lo hanno fermato e sono venuti in suo aiuto.

Hanno lasciato che Cappadonna si sedesse nel loro camion con aria condizionata per rinfrescarsi, e in seguito è andato al pronto soccorso e poi al pronto soccorso della Mount Sinai Kings Highway, ha detto.

“Lavoro da due anni e non ho mai sentito un caldo così. È stato pazzesco”, ha detto Cappadonna. “Semplicemente non è una buona situazione per nessuno lavorare con quel caldo”.

Lui e altri lavoratori affermano che la direzione dell’UPS non sta adottando le misure necessarie per proteggerli dal caldo, sia che si tratti di garantire che i loro camion abbiano ventilatori o aria condizionata, sia di concedere loro pause adeguate durante le ondate di caldo.

Sono entusiasti del fatto che l’azienda abbia investito in nuove tecnologie di automazione, droni, telecamere di sorveglianza e dispositivi di localizzazione, ma non per il comfort dei suoi dipendenti Un lavoratore ha detto a THE CITY che un supervisore lo ha rimproverato per essersi preso una pausa di 47 secondi per un sorso d’acqua. Perché stava rubando tempo all’azienda.

Giovedì mattina, i lavoratori UPS rappresentati da Local 804 e Teamsters Joint Council 16 protesteranno davanti al magazzino Foster Avenue dell’azienda a Canarsie, Brooklyn, chiedendo che l’azienda fornisca camion con aria condizionata, qualcosa che molti conducenti per Amazon, FedEx e persino le poste statunitensi Il servizio può dare per scontato.

La loro richiesta arriva mentre le autorità di regolamentazione dello stato di New York e federali stanno esaminando più da vicino come proteggere i lavoratori vulnerabili dalla minaccia sempre crescente del caldo estremo.

UPS, con sede ad Atlanta, rimane la più grande azienda di consegna pacchi privata negli Stati Uniti, con 450.000 autisti.

Un portavoce dell’azienda afferma che UPS presta attenzione a mantenere i suoi lavoratori in salute al caldo.

“La salute e la sicurezza dei nostri dipendenti è la nostra massima priorità. Gli autisti UPS sono formati per lavorare all’aperto e per gestire gli effetti del caldo”, ha dichiarato il portavoce dell’UPS Matthew O’Connor in una dichiarazione a THE CITY. “La preparazione, il riposo, l’idratazione e il mantenimento di buone pratiche di salute sono fondamentali per lavorare all’aperto”.

“Non ce la faccio più”

L’esposizione prolungata al calore estremo può causare gravi complicazioni per la salute e persino la morte. Le emissioni della combustione di combustibili fossili provocano un aumento delle temperature medie, con gli scienziati che prevedono che le ondate di calore diventeranno più lunghe e frequenti in futuro.

“I lavoratori hanno bisogno di protezione con o senza il cambiamento climatico, ma il cambiamento climatico sta sicuramente rendendo tutto più urgente”, ha affermato Juanita Constible, sostenitrice senior del clima e della salute con il programma per le persone sane e le comunità fiorenti del National Resources Defense Council.

Lo scorso giovedì pomeriggio, la lavoratrice della Brooklyn UPS Angelique Dawkins, 50 anni, ha cercato tregua in un salone di bellezza dopo aver iniziato a iperventilare mentre guidava il suo camion lungo la 13th Avenue a Dyker Heights. Esausta, ha detto che si è addormentata per 20 minuti prima di continuare il suo turno.

“Ci viene detto di rinfrescarci, bere acqua, sederci all’ombra – quando la temperatura è così alta, non c’è ombra”, ha detto in seguito in un’intervista. “Arrivi al punto in cui dici: ‘Non ce la faccio più.'”

Questo mese a Pasadena, in California, l’autista della UPS Esteban Chavez è crollato nel suo camion poco dopo aver effettuato la sua ultima consegna della giornata ed è stato successivamente dichiarato morto. La sua famiglia ha detto ai media locali che sospettano che il 24enne sia morto per un colpo di calore.

Altri due lavoratori UPS, uno a Long Island e un altro a Brooklyn, affermano di essere stati portati d’urgenza in ospedale con sintomi di esaurimento da calore giovedì e venerdì.

Nick Gubell, 26 anni, aveva consegnato più di 200 pacchi sulla sua rotta che attraversava il centro di Long Island quando si è ammalato intorno alle 20 di giovedì, verso la fine del suo turno, con mal di testa e mani sudate.

“Ansimava come un cane”, ha detto Gubell a THE CITY.

I paramedici chiamati sul posto gli hanno strappato la maglietta e lo hanno coperto di impacchi di ghiaccio, ha detto. Rimase in ospedale fino alle 2 del mattino e quel giorno perse il lavoro.

Gubell è anche l’operaio che era stato rimproverato per la rottura dell’acqua.

E venerdì, un autista dell’UPS a Red Hook che ha rifiutato di essere nominato per paura di ritorsioni, è stato portato d’urgenza al pronto soccorso e successivamente al pronto soccorso da un collega e da un supervisore fuori orario dopo aver avuto un attacco di vertigini. mentre lavoravo quel pomeriggio quando la temperatura raggiunse i 95 gradi.

“Quando fuori fa caldo, quei camion… È come camminare all’inferno”, ha detto.

“Questa è un’azienda che in passato, da sempre, ha sempre insistito sulla prestazione sulla velocità con cui i loro autisti e magazzinieri potevano lavorare”, ha detto a THE CITY mercoledì Vincent Perrone, presidente di Teamsters Local 804, che rappresenta i lavoratori UPS della regione . “È solo guidato dalla produzione. Ecco cos’è”.

O’Connor, il portavoce di UPS, ha dichiarato in una dichiarazione: “Non vogliamo mai che i nostri dipendenti continuino a lavorare al punto da rischiare la propria salute o lavorare in modo non sicuro”.

Dal caldo al no

Ai sensi della legge federale sulla salute e sicurezza sul lavoro, i datori di lavoro devono fornire luoghi di lavoro privi di rischi che possono causare morte o danni fisici. Tuttavia, quasi 400 lavoratori in tutto il paese sono morti a causa dell’esposizione al calore tra il 2010 e il 2020.

“Sappiamo che è un’equazione piuttosto semplice in termini di come mantenere le persone al sicuro, e se qualcuno muore sul lavoro a causa della malattia legata al caldo, in genere era una morte prevenibile, ed è tragico”, ha affermato Rachel Licker, una responsabile del clima scienziato del programma climatico ed energetico dell’Union of Concerned Scientists, che ha svolto ricerche approfondite sui pericoli del calore per i lavoratori.

O’Conner, il portavoce di UPS, ha affermato che l’azienda ha adottato diverse pratiche per proteggere i lavoratori dal caldo estremo, incluso un programma sviluppato con l’OSHA che promuove le migliori pratiche per affrontare il caldo, nonché briefing giornalieri sulle previsioni del giorno.

Ha anche aggiunto che la società ha “studiato la mitigazione del calore con i nostri veicoli e installato sistemi di aria forzata con sfiato per creare flusso d’aria intorno al conducente, cambiato il tetto dei veicoli per ridurre al minimo il calore nell’area di carico e isolato il tetto della cabina. “

Ha anche affermato che la società fornisce fan ai conducenti su richiesta. Perrone, presidente del Local 804, ha affermato che le approvazioni per i fan sono in realtà “molto rare”.

L’OSHA in ottobre ha avviato un processo di regolamentazione per creare un possibile standard federale di riscaldamento sul posto di lavoro nel tentativo di proteggere le persone che lavorano nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia, delle fabbriche, dei magazzini, delle cucine e delle consegne.

Uno standard di riscaldamento sul posto di lavoro potrebbe obbligare i lavoratori a fare pause di lavoro retribuite e ad avere accesso a sufficiente ombra e acqua potabile.

Ma potrebbero essere necessari anni per creare uno standard – in assenza di una legislazione federale per accelerare la tempistica – e le successive amministrazioni potrebbero ribaltare o modificare lo standard, ha affermato Licker.

Gli stati possono assumere un ruolo guida nell’istituire protezioni sul posto di lavoro legate al calore, ma a New York mancano protezioni specifiche. Un disegno di legge presentato al Senato dello stato avrebbe richiesto ai datori di lavoro di proteggere i propri dipendenti dal caldo estremo, ma non è stato approvato.

Tuttavia, la regolamentazione federale sta “plasmando” la creazione di New York di azioni e regolamenti a livello statale sulla sicurezza dei lavoratori durante il caldo estremo, secondo un rapporto statale di raccomandazioni provvisorie per prepararsi al caldo estremo, pubblicato sabato.

“Per proteggere davvero i lavoratori, abbiamo bisogno di uno standard di temperatura in tutto lo stato che fissi restrizioni su temperature pericolosamente basse e pericolosamente alte per i lavoratori”, ha affermato Charlene Obernauer, direttore esecutivo del Comitato per la sicurezza e la salute sul lavoro di New York.

Stampa amichevole, PDF ed e-mail

Leave a Reply

Your email address will not be published.