Il funzionario della scienza del tabacco della FDA prende lavoro alla Philip Morris

Un funzionario della Food and Drug Administration con un notevole potere sulle decisioni di autorizzazione per sigarette elettroniche e prodotti volti a frenare il fumo si è dimesso martedì per lavorare per Philip Morris International, il conglomerato globale del tabacco e produttore di Marlboro.

Il funzionario, Matt Holman, era il capo dell’ufficio scientifico del Center for Tobacco Products dell’agenzia. In un promemoria allo staff martedì, Brian King, il direttore del centro, ha scritto che il dottor Holman aveva annunciato che se ne sarebbe andato, con effetto immediato, per unirsi alla Philip Morris. Il promemoria diceva che il dottor Holman era in congedo e, coerentemente con le politiche etiche dell’agenzia, si era ritirato da tutto il lavoro nei centri del tabacco “mentre esplorava opportunità di carriera al di fuori del governo”.

Il Sig. King ha elogiato i 20 anni di lavoro del Dr. Holman presso la FDA, dove negli ultimi anni ha “preparato e supervisionato la revisione” delle domande di marketing per le sigarette elettroniche e altri prodotti per la somministrazione di nicotina. Il dott. Holman ha dichiarato in un’intervista mercoledì che il suo ruolo esatto in Philip Morris era stato ampiamente definito, ma ha aggiunto che lavorerà sugli sforzi di riduzione del danno da tabacco e fornirà alcuni input sulle richieste normative all’agenzia.

Le sue dimissioni aggiungono ulteriore turbolenza alla divisione di controllo del tabacco dell’agenzia, che sta subendo una revisione ordinata dal dottor Robert Califf, il commissario dell’agenzia. La divisione ha anche perso il suo direttore di lunga data, Mitch Zeller, che si è ritirato ad aprile.

Per criticare, la mossa del dottor Holman è un esempio particolarmente preoccupante della “porta girevole” tra i funzionari federali e le industrie che regolano; in questo caso, uno che ha raccolto un alto grado di disturbo pubblico. Ha anche sollevato domande sulle approvazioni delle agenzie, inclusa quella dell’IQOS di Philip Morris, un dispositivo per il tabacco “che non brucia”, che alcuni ricercatori hanno trovato preoccupante. IQOS non è venduto sul mercato statunitense ora a causa di controversie sui brevetti, ma se ciò fosse risolto, il dispositivo potrebbe essere sottoposto a nuove revisioni della FDA.

Le regole federali che regolano le mosse di carriera “porta girevole” non impediscono a un funzionario di supervisionare le questioni normative una settimana e di entrare a far parte di una società con prodotti in fase di revisione la successiva.

“Questo è legale. Questa è la linea di fondo”, ha affermato il dottor Michael Carome, direttore del gruppo di ricerca sulla salute dei cittadini pubblici. “È questo tipo di mossa della porta girevole che mina davvero la fiducia del pubblico nell’agenzia”.

Le regole federali vietano al dottor Holman di comparire davanti alla FDA su questioni in cui “ha partecipato personalmente e sostanzialmente durante il servizio governativo”.

Credito…Food and Drug Administration statunitense

il dottor Holman ha affermato di essersi consultato con gli avvocati dell’agenzia per l’etica prima di iniziare le discussioni sul lavoro all’inizio di questo mese. Ha detto di essere stato attratto da Philip Morris perché considerava l’azienda impegnata nell’obiettivo di spostare i fumatori di sigarette verso prodotti non combustibili e meno dannosi.

“Stanno intraprendendo le azioni che penso sarebbero in linea con un tale obiettivo”, ha detto il dottor Holman. “Ed è questo che ha davvero attirato la mia attenzione su PMI, non ci vado per aiutarli a vendere più sigarette, ma il contrario”.

Ha respinto le critiche sulla “porta girevole”, dicendo che se quella fosse stata la sua motivazione, avrebbe potuto lasciare l’agenzia per l’industria molti anni fa. Ma i legislatori e alcuni esperti di salute pubblica hanno criticato la scelta del dottor Holman e il suo effetto sul processo decisionale della FDA.

“È imbarazzante per la FDA, che si considera un’agenzia di salute pubblica, vedere che i suoi dipendenti si rivolgono a un’azienda leader nella produzione di morte”, ha affermato Micah Berman, professore associato di salute pubblica e diritto presso la Ohio State University .

Il rappresentante Raja Krishnamoorthi, un democratico dell’Illinois, è stato altrettanto critico. “La porta girevole tra la FDA e le industrie che ha il compito di regolamentare è estremamente inquietante”, ha affermato in una nota. “Anche se alcuni, tra cui PMI, potrebbero sostenere che la loro assunzione è la prova del presunto impegno di PMI a prendere più sul serio l’impatto sulla salute dei suoi prodotti, non trattengo il respiro”.

In qualità di capo dell’ufficio scientifico della FDA, il dottor Holman ha svolto un ruolo chiave nelle approvazioni di sigarette elettroniche e dispositivi simili, che i produttori hanno dovuto sottoporre a revisione per rimanere sul mercato negli ultimi anni.

IQOS, il prodotto Philip Morris che Altria ha la licenza di distribuire negli Stati Uniti, era uno dei prodotti approvati. È venduto in Corea, Giappone e altri paesi. Un portavoce della società ha affermato che le vendite negli Stati Uniti dovrebbero riprendere l’anno prossimo, ma potrebbe essere necessario sottoporsi a un’altra revisione prima.

I critici dell’approvazione IQOS includono Stanton Glantz, un professore di medicina in pensione, e i suoi colleghi dell’Università della California, San Francisco, che hanno pubblicato uno studio in cui si afferma che il dispositivo conteneva tossine, alcune potenzialmente cancerogene e altre a livelli più elevati rispetto alle sigarette combustibili. L’approvazione dell’agenzia “ha ignorato prove scientifiche valide e ha applicato erroneamente lo standard di salute pubblica imposto dalla legge”, ha concluso lo studio sulla rivista Tobacco Control.

il dottor Glantz ha detto mercoledì che il dottor Holman ha ignorato un altro importante studio che mostra che l’uso di sigarette elettroniche – al di fuori degli studi controllati sugli sforzi per smettere di fumare – non era associato a tassi ridotti di fumo. Ha detto che le approvazioni hanno fatto poco per affrontare il problema del doppio uso o dell’uso di sigarette e sigarette elettroniche, che è peggio per la salute generale. Della partenza del dottor Holman, il dottor Glantz ha detto: “buona liberazione”.

“È lui che ha firmato queste approvazioni”, ha detto. “Affrontano tutti questi problemi ignorandoli, facendo affidamento su studi obsoleti”.

Tra le recenti controversie della FDA c’è stata la decisione di giugno di negare l’autorizzazione all’immissione in commercio delle sigarette elettroniche di Juul Labs. Da allora, l’agenzia ha ceduto, annunciando una revisione della sua decisione.

In un deposito del tribunale, Juul ha citato l’autorizzazione concessa a Philip Morris come motivo per cui probabilmente avrebbe prevalso, affermando che IQOS era stato approvato anche se una dozzina di sostanze chimiche negli aerosol IQOS erano “”potenzialmente genotossiche e/o cancerogene” ed erano “presenti in una concentrazione maggiore[s]’ che nel fumo di sigaretta combustibile.”

il dottor Holman ha affermato che molte decisioni dell’agenzia hanno i loro critici, ma credeva che l’autorizzazione IQOS fosse giustificata su una revisione completa dei dati.

Philip Morris ha dichiarato in una dichiarazione che il dottor Holman “si impegna ad aiutare i fumatori adulti esistenti ad accedere ad alternative non fumatori scientificamente fondate, proteggendo al contempo i giovani. Non vediamo l’ora che si unisca al nostro team mentre continuiamo a perseguire un futuro senza fumo”.

La società ha inoltre recentemente assunto Keagan Lenihan, ex capo del personale della FDA, come vicepresidente degli affari di governo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.