Judo: grande giornata per la nazione ospitante al Grande Slam di Tbilisi

Nel judo internazionale, la terza giornata del Grande Slam di Tbilisi è stata un’altra giornata di successo per la Georgia, paese ospitante, quando i pesi massimi si sono fatti avanti.

A -90kg, Beka Gviniashvili era in fiamme, una combinazione di colpi di scena intelligenti e potenza pura ha fatto guadagnare al georgiano un posto nella finale contro Krisztian Toth, e una volta lì un altro colpo di piedi gli è valso l’oro.

È stata una fantastica dimostrazione di sportività, mostrando i tipici valori del Judo di amicizia e rispetto, portando la folla ansiosa in piedi per onorare due grandi guerrieri.

Il presidente della Georgian Judo Federation Giorgi Atabegashvili ha assegnato le medaglie.

Il Wagneriano ascende

L’attuale campionessa del mondo -78kg Anna Maria Wagner ha continuato il suo brillante ritorno alle competizioni, con il suo uchi-mata in mostra che si è fatta strada attraverso le eliminatorie.

La judoka tedesca ha affrontato in finale l’ex campionessa del mondo Mayra Aguiar del Brasile, dove la sua determinazione e la sua spinta le sono valse una vittoria decisiva. Wagner non ha ancora perso un incontro nel World Judo Tour da quando è diventato campione del mondo.

È stata insignita della medaglia dal direttore degli eventi IJF, la dottoressa Lisa Allan.

“Penso che vedremo ai Mondiali. Quindi, si spera, ai Mondiali, sono al 100% e poi vedremo”, ha detto Wagner dopo la sua vittoria.

Una delle categorie più forti della Georgia è quella dei -100kg, con Onise Saneblidze sempre in prima linea in questa categoria ferocemente competitiva. E in questa occasione, finalmente si è fatto avanti per conquistare il suo primo Grand Slam Gold in assoluto.

In finale, è stato il pick-up più enorme che lo ha distinto nella mente del pubblico di casa.

Ha ricevuto la medaglia dal vicepresidente della Georgian Judo Federation, Tamaz Naveriani

“Non riesco nemmeno a descrivere questa sensazione”, ha spiegato un Saneblidze euforico. “A causa di queste emozioni, puoi vedere quanto i georgiani amano il judo. Molte grazie a loro per il fantastico supporto e questa fantastica atmosfera qui nel palazzetto dello sport di Tbilisi”.

A +78kg la francese Julia Tolofua ha lanciato Nihel Cheikh Rouhou dalla Tunisia per prendere la medaglia d’oro, ricevendo i suoi riconoscimenti dal direttore dell’istruzione e dell’allenamento IJF, Mohamed Meridja.

Nella categoria +100kg, la vincitrice dei pesi massimi dello scorso anno Gela Zaalishvili ha difeso il suo titolo in uno stile fenomenale. Lo stadio era pieno di grida assordanti di fan georgiani adoranti, un modo incredibile per finire l’epico torneo. Le medaglie sono state assegnate dal capo arbitro dell’IJF, Armen Bagdasarov.

Un elemento fantastico del Grande Slam di Tbilisi è che la nazione di origine può salire con orgoglio sul podio e allo stesso tempo mettere in scena uno spettacolo spettacolare.

Leave a Reply

Your email address will not be published.