PHL Seven fissa gli investimenti per il 2022, prevede di aprire più negozi

Philippine Seven Corp., il proprietario della licenza per gestire i minimarket 7-Eleven nel paese, ha dichiarato che quest’anno spenderà circa 2 miliardi di sterline in spese in conto capitale (capex), principalmente per espandere la propria presenza.

Il capex di quest’anno è il doppio del miliardo di P1 dell’anno precedente.

Jose Victor P. Paterno, presidente e CEO dell’azienda, ha affermato che la maggior parte delle spese sarà utilizzata per i 300 negozi aggiuntivi che verranno aggiunti alla sua rete. Circa la metà dei negozi aggiuntivi sarebbe di proprietà dell’azienda e l’altra metà sarebbe in franchising. Ogni negozio costa circa P4 milioni.

“Viviamo in tempi incerti dalla seconda guerra mondiale, ma speriamo di poter sostenere la nostra crescita nei prossimi mesi”, ha detto Paterno in un briefing prima dell’assemblea annuale degli azionisti della società giovedì.

L’anno scorso, l’azienda ha aperto 164 nuovi negozi, nonostante la pandemia. Philippine Seven si è concluso nel 2021 con 3.073 negozi a livello nazionale.

“Nel 2020, abbiamo visto come le modalità di lavoro da casa hanno avuto un impatto sui nostri negozi in vari distretti centrali degli affari. Ci siamo orientati a metà del 2020 e del 2021 e abbiamo perseguito nuove aperture di negozi nelle aree residenziali per soddisfare le esigenze dei lavoratori ibridi che ora trascorrono più tempo a casa che in ufficio e nei CBD [central business districts]”, ha detto Paternò.

Anche se le scuole stanno rimuginando sullo svolgimento delle lezioni in presenza entro il prossimo mese, ha affermato che sempre più persone continueranno a lavorare al di fuori di Metro Manila o in province lontane al di fuori dei centri cittadini.

“Abbiamo avuto aperture nette di soli quattro negozi a Metro Manila nel 2021 contro 73 nel resto di Luzon e continuiamo a scommettere in questo modo fino a quando non vedremo più prove di rinascita nelle città”, ha affermato.

Oltre ad espandersi nelle aree residenziali, Paterno ha affermato che la società installerà più bancomat, che hanno capacità di riciclaggio di denaro contante. Al momento i suoi sportelli automatici in oltre 1.200 negozi hanno contribuito all’aumento del traffico dei clienti.

Gli sportelli automatici offrono numerosi vantaggi in quanto gli operatori dei negozi depositano le vendite della giornata nella macchina e possono distribuire quei contanti per finanziare i prelievi dei clienti.

Philippine Seven ha dichiarato che prevede di aggiungere almeno altri 1.500 bancomat nel 2022 in parti di Visayas e Mindanao.

Paterono ha affermato che servizi come i cash-in del portafoglio elettronico, che hanno portato alla crescita del reddito da servizi, che è stato anche un contributo importante e una fonte di crescita futura.

“Riteniamo che la partnership con nuovi player digitali sarà un’opportunità per la quale, grazie alle nostre risorse, siamo posizionati in modo unico. L’idea è che siamo stati fortunati ad aver costruito e accumulato le nostre risorse digitali quando era più economico farlo, e ora siamo in una buona posizione per monetizzare tali risorse collaborando con i giocatori digitali che hanno bisogno di accedervi”, ha affermato.

“Con tutti questi sviluppi, credo che l’azienda sia stata in grado di rinnovare il suo concetto di minimarket, pur rimanendo fedele alla consolidata buona volontà del marchio collegata al nostro nome 7-Eleven. Utilizzeremo le nostre conoscenze durante la pandemia mentre rafforziamo la nostra posizione in questo settore”, ha affermato il presidente dell’azienda e direttore indipendente Jose T. Pardo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.