Crescita più lenta della Cina per mettere sotto pressione il rating PH

Il rating di credito investment grade delle Filippine, insieme a quello di altre economie dell’Asia-Pacifico, potrebbe essere messo sotto pressione se la crescita della Cina scendesse al di sotto delle previsioni.

Giovedì, Fitch Ratings, osservatore del debito, ha avvertito che le prospettive di crescita a breve termine della Cina sono diventate più impegnative, prevedendo un’espansione più lenta per il 2022 del 3,7% dal 4,8% di inizio anno.

Inoltre, prevede una crescita del 5,3% per il prossimo anno, indicando una ripresa più lenta dalle interruzioni causate dalla pandemia di Covid-19.

“Nello scenario ipotetico in cui la crescita della Cina rallenterà significativamente al di sotto delle nostre attuali previsioni a causa di ulteriori focolai di Covid-19, riteniamo che una crescita più lenta e un sentiment degli investitori globali più debole, che porteranno a deflussi di capitali e un accesso più difficile ai finanziamenti esterni, saranno i principali canali attraverso i quali è probabile che altri rating sovrani dell’APAC (Asia Pacifico) vengano influenzati”, ha affermato Fitch in un rapporto.

Nell’ex regione APAC della Cina, 12 dei 20 sovrani e territori con rating Fitch citano la Cina come il loro principale mercato di esportazione, ha osservato l’osservatore del debito.

Ricevi le ultime notizie


consegnato alla tua casella di posta

Iscriviti alla newsletter quotidiana del Manila Times

Registrandomi con un indirizzo e-mail, dichiaro di aver letto e di accettare i Termini di servizio e l’Informativa sulla privacy.

Le esportazioni cinesi potrebbero anche essere influenzate in caso di ulteriori focolai di Covid-19 economicamente dirompenti, con implicazioni per gli input importati dal resto dell’Asia.

Sebbene le ripercussioni possano essere per lo più a breve termine in tutta la regione, questo shock aggiuntivo seguito alla pandemia e alla guerra Russia-Ucraina potrebbe aumentare il rischio di cicatrici economiche, che potrebbero avere un’influenza negativa sulle prospettive di crescita a medio termine.

“I rating sensibili a questo rischio, con un margine relativamente limitato, come quello delle Filippine, potrebbero subire pressioni al ribasso”, ha affermato Fitch.

Le Filippine hanno attualmente un rating di credito investment grade “BBB” con outlook negativo da parte di Fitch.

Tuttavia, una ripresa dei viaggi cinesi in uscita – quando arriverà – “svolgerà un ruolo importante nel sostenere le economie regionali in cui il turismo cinese era in precedenza un motore di crescita economica, come Hong Kong, Thailandia, Sri Lanka, Filippine e Vietnam”, il ha detto il cane da guardia del debito.

Fitch prevede che l’economia filippina crescerà del 6,5% quest’anno e del 6,3% nel 2023. Ha affermato che le prospettive di credito del paese sono state supportate dalle previsioni e che l’attività economica nei settori dello sviluppo industriale, dei servizi e delle infrastrutture rimarrebbe solida.

Le prospettive di crescita delle Filippine di Fitch sono superiori alla crescita effettiva dello scorso anno del 5,7% e rientrano nell’obiettivo del governo dal 6,5% al ​​7,5% recentemente abbassato. Le previsioni per il 2023, tuttavia, non sono all’altezza dell’obiettivo ufficiale del 6,5-8%.

Leave a Reply

Your email address will not be published.