Ehi LIV Golf. Charles Barkley sta aspettando la tua chiamata.

BEDMINSTER, NJ — Charles Barkley ha una domanda per le persone che si chiedono perché qualcuno dovrebbe associarsi al LIV Golf tour sostenuto dai sauditi: perché non sono indignati da tutte le altre società americane che fanno affari con lo stesso controverso fondo di gestione patrimoniale, che è supervisionato del principe ereditario Mohammed bin Salman dell’Arabia Saudita?

“Non puoi scegliere con chi vuoi essere arrabbiato”, ha detto Barkley giovedì, notando alcune delle società in cui il fondo ha investito. “Dovrebbero essere arrabbiati con Berkshire Hathaway, Tesla, Bank of America, Disney. Ma non lo sono. Sono solo arrabbiati con questi giocatori di golf”.

Almeno, questo è il punto di vista di Barkley e il punto di vista spinto da molte persone che lavorano con il nuovo tour separatista che sta causando così tanto sconvolgimento nel golf, nello sport e nelle relazioni tra Stati Uniti e Arabia Saudita. Per alcuni, il tour è una vacca da mungere più vivace che offre enormi somme garantite per invogliare i golfisti ad allontanarsi dal consolidato PGA Tour. Per altri, è un cinico tentativo del principe saudita di usare lo sport come un modo per sanificare i poveri precedenti globali del suo governo sulle violazioni dei diritti umani.

Barkley, che non si nascondeva mai dalle polemiche, era proprio al centro di tutto giovedì, insieme all’ex presidente e ospite del torneo, Donald J. Trump.

In una giornata bollente al Trump National Golf Club Bedminster, che ospiterà il terzo evento di golf LIV a partire da venerdì, Barkley ha sudato per domande sul suo potenziale coinvolgimento con il tour e poi ha sudato per 18 buche nel torneo pro-am.

Per ora, Barkley, ex star del basket e commentatore di basket molto popolare sulla rete sportiva TNT, è solo un ospite del torneo. Ha avuto colloqui informali con Greg Norman, l’amministratore delegato della serie LIV, sull’adesione come commentatore. Ma ha detto che non è stata fatta alcuna offerta ufficiale e ha imposto una scadenza di venerdì al tour per farlo.

“Quando mi sveglio la mattina, se non hanno detto niente, dirò: ‘Ragazzi, giocherò nel vostro pro-am ogni volta che volete, se sono disponibile. Ma tornerò al mio lavoro.’ Amo il mio lavoro e non credo sia giusto che continuino a resistere”.

Il tour ha già attirato David Feherty, l’ex analista di golf della NBC, a unirsi al suo livestream. Non ha ancora nemmeno un contratto televisivo. Ma Barkley, che si è guadagnato un ampio appeal con il suo approccio sbarazzino, inedito e comico all’analisi del basket, ma è stato anche criticato per le battute sessiste sulle donne, sarebbe un enorme vantaggio per il nascente tour di golf.

Ha tre anni rimanenti per il suo contratto con la TNT, ha detto, e ci vorrebbe un’enorme quantità di denaro per disertare.

“Probabilmente perderò tutti i miei sponsor e tutto il resto, quindi dovrebbero fare in modo che ne valga la pena”, ha detto. “Ma se non lo fanno, sosterrò comunque questi ragazzi”.

Il motivo per cui perderebbe gli sponsor è che Barkley, che adora il golf, potrebbe subire un contraccolpo se si unisse formalmente al tour LIV in qualche modo. È una delle tante persone che devono affrontare critiche per essersi unite, contemplare l’adesione o anche solo condonare il tour LIV, un concetto di golf a squadre finanziato dal fondo del principe Mohammed.

Il principe è una figura sinistra per molte persone in tutto il mondo, soprattutto dopo che i funzionari dell’intelligence americana hanno stabilito che aveva approvato l’uccisione di Jamal Khashoggi, un giornalista del Washington Post che era un critico del governo saudita.

Inoltre, le famiglie di alcune delle vittime degli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001 credono che il governo saudita abbia sostenuto i terroristi prima che agissero. Avevano programmato di protestare al torneo di venerdì. Barkley non ha respinto il dolore e il tradimento che provano, ma si è chiesto perché tutto fosse concentrato sul tour di golf.

Quando altre società che fanno affari con i sauditi restituiscono i loro soldi al fondo, ha detto, allora è giusto criticare solo i golfisti.

“Posso simpatizzare con le famiglie dell’11 settembre”, ha detto Barkley. “Hanno il diritto di esprimere le loro opinioni”.

Barkley ha anche affermato che è ingenuo pensare che l’Arabia Saudita sia l’unico attore cattivo come nazione e ha citato gli Stati Uniti per avere a volte un pessimo passato in materia di diritti umani.

Barkley ha detto che ogni paese è colpevole di fare cose “terribili”.

“Non è che l’America abbia un grande record di diritti civili, ok? Se vuoi essere selettivamente indignato. Amo l’America. È il paese più grande del mondo. Ma non comportarti come se non avessimo fatto la nostra parte e continuando a fare la nostra parte. Togliamolo di mezzo”.

Quando ha finito di rispondere alle domande, Barkley si è unito a un quartetto che includeva anche i giocatori di golf professionisti Sergio García, Louis Oosthuizen e Geoffrey Zakarian, un famoso chef. Barkley essendo Barkley, ci sono state molte risate.

“Charles è un ragazzo così gentile e di buon carattere, e non prende nulla troppo sul serio”, ha detto Zakarian. “Ed è molto divertente con cui giocare”.

In una buca, Barkley ha avvertito due persone su un carrello da golf in avvicinamento di prestare attenzione al tiro imminente di Zakarian. Quando è stato il turno di Barkley di sparare, ha notato ad alta voce che il carrello stava indietreggiando per evitare un potenziale colpo errante da parte sua, ma non si è mosso per Zakarian. Il suo gruppo scoppiò in una risata.

“Va tutto bene”, ha detto Barkley all’autista. “Non sono sensibile.”

Ha anche discusso di basket, notando nel suo modo tipicamente irriverente che Kevin Durant sarebbe rimasto con i Nets e avrebbe fatto una formazione formidabile insieme a Kyrie Irving e Ben Simmons.

“Potrebbero avere la migliore squadra del mondo in questo momento”, ha detto. “Kyrie avrà qualcosa da dimostrare perché sa che se esce ed è un idiota tutto l’anno, non otterrà nessun grosso contratto l’anno prossimo”.

Come con il tour di golf ribelle, gran parte dello sport riguarda i soldi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.