I giocatori di Angels sanno che potrebbero essere spostati alla scadenza degli scambi MLB

Giovedì è stato tutto normale nella clubhouse degli Angels prima della loro prima serie casalinga con i Texas Rangers. La musica è stata trasmessa in streaming attraverso la clubhouse, i giocatori e lo staff sono entrati e usciti tra il campo e gli armadietti, la conversazione casuale è proseguita. Ma dato il periodo della stagione, a meno di una settimana dalla scadenza degli scambi, un cambiamento sembrava sempre più probabile per questa squadra.

“È solo una parte di quello che è”, ha detto il mancino Aaron Loup prima della partita degli Angels contro i Texas Rangers giovedì. “Se sei in una, odierò dirlo ma, una squadra perdente come noi in questo momento quando si tratta di questo periodo dell’anno, in genere finisci per vendere ragazzi e perdere ragazzi.

“Speri di essere dall’altra parte, acquisendo ragazzi, giocando per vittorie e posti nei playoff, ma alla fine è quello che è”.

La scadenza commerciale di questa stagione è alle 15:00 PDT del 2 agosto.

Gli Angels, che sono entrati giovedì 42-56, sono andati 3-3 nel loro ultimo viaggio in trasferta, ma erano ancora a 10 partite e mezzo dal terzo posto wild card dell’American League e 21 partite e 1/2 dietro il primo posto nell’American League West.

È possibile che gli Angels realizzino l’improbabile e facciano un ultimo sforzo disperato per un punto jolly. I miracoli nel baseball sono già accaduti. Ma lo scenario più probabile potrebbe significare, non importa come andrà la stagione, gli stessi giocatori che l’hanno iniziata ad Anaheim, potrebbero non essere in giro per farcela.

Loup è uno dei pochi giocatori di Angels che alcuni scrittori del settore hanno ipotizzato potrebbero essere obiettivi commerciali per altre squadre con migliori probabilità di playoff.

Altri nomi menzionati includono il titolare Noah Syndergaard e il collega soccorritore Ryan Tepera.

Il lanciatore titolare degli Angels Noah Syndergaard lancia lunedì contro i Kansas City Royals.

(Reed Hoffman/Stampa Associata)

“Amo qui e amo l’opportunità [general manager Perry Minasian’s] dato a me”, ha detto Loup sulla possibilità di essere scambiato, “e i ragazzi in questo spogliatoio con cui mi sono divertito a giocare tutto l’anno. Ma allo stesso tempo, hai la possibilità di essere in una squadra dei playoff, giocare nei playoff, è qualcosa di speciale”.

Loup, che è arrivato agli Angels in free agency l’anno scorso – con un contratto biennale da 17 milioni di dollari – dopo una stagione stellare con i New York Mets, rispetto al 2021 ha lottato un po’. In questa stagione ha una media di 4,67 punti guadagnati con 42 strikeout in 41 uscite. La scorsa stagione, ha avuto un’ERA sottile di 1,27 con 39 strikeout nelle sue prime 41 uscite.

Syndergaard, nel frattempo, ha mostrato risultati promettenti giocando nella sua prima stagione completa dopo quasi due stagioni complete perse nella riabilitazione chirurgica di Tommy John. Sebbene la sua velocità non sia stata quella di una volta – alta 90 mph e triple cifre sulla sua palla veloce e platina – si è adattato e accumulato un’ERA di 3,83 con 64 strikeout su 15 partenze.

Syndergaard, che è nel bel mezzo di un contratto di un anno da 21 milioni di dollari, ha detto ai giornalisti a Kansas City qualcosa di simile a quello che ha detto Loup quando gli è stato chiesto di essere scambiato, che ama essere un angelo e uno scambio sarebbe agrodolce.

Tepera, che è stato spostato alla scadenza la scorsa stagione, passando dai Chicago Cubs – che avevano anche scambiato gran parte della loro squadra – ai White Sox, ha detto che questo periodo dell’anno di solito porta una strana sensazione a seconda della posizione della squadra.

“Ad esempio, non sai dove stai andando, se verrai scambiato”, ha detto Tepera. “Molte cose sono nell’aria… non possiamo farci niente, quindi prendiamo tutto giorno dopo giorno e manteniamo il nostro lavoro”.

Tepera ha firmato un contratto biennale del valore di 14 milioni di dollari con gli Angels a marzo. Alla domanda sulla possibilità di essere scambiato nuovamente alla scadenza, Tepera ha detto: “Mi sento a mio agio qui. Ho firmato un contratto biennale qui per un motivo. L’obiettivo finale era venire qui e vincere, per non dire altro, ma, invecchiando e verso la fine della mia carriera, voglio essere in un posto dove possiamo vincere. Ovunque mi porti, mi porti”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.