Il Real Madrid vuole “risposte” dopo il disordine della finale di UEFA Champions League

Il Real Madrid ha chiesto spiegazioni alla Francia dopo aver affermato che i tifosi sono rimasti “abbandonati e indifesi” alla finale di UEFA Champions League.

L’appello del club spagnolo è arrivato appena sei giorni dopo che tafferugli e spray al peperoncino sono stati schierati sui tifosi fuori dallo Stade de France, nella periferia di Parigi, dove la squadra spagnola ha continuato a sconfiggere il Liverpool 1-0.

“Chiediamo risposte e spiegazioni per determinare i responsabili di aver lasciato i tifosi abbandonati e indifesi”, si legge in una nota. “Tifosi che in generale hanno mostrato una condotta esemplare in ogni momento”.

Il Liverpool si era già lamentato degli organizzatori poco dopo la finale. Il Real Madrid ora si chiede se Parigi debba ospitare la finale dopo San Pietroburgo è stata privata dell’onore per l’invasione russa dell’Ucraina.

“Vorremmo conoscere i motivi che hanno portato alla scelta di questa sede per ospitare la finale”, ha detto il club in un comunicato, “e i criteri, viste le esperienze della giornata”.

Il Real Madrid è infuriato quanto il Liverpool per le tattiche di controllo della folla implementate dopo la partita. Un “meraviglioso festival del calcio”, ha detto il club, “si è rapidamente trasformato in una serie di sfortunati eventi che hanno causato indignazione in tutto il mondo”.

Ha anche notato immagini “rivelative” pubblicate dai media che sembravano mostrare diversi sostenitori “attaccati, molestati, aggrediti e derubati”.

Le autorità francesi hanno affermato che i problemi dopo la partita si sono verificati perché gli agenti di polizia sono stati spostati più vicino ai cancelli dello stadio per aiutare a disperdere i tifosi, lasciando altre aree senza sorveglianza.

Il Liverpool afferma di aver raccolto più di 5.000 testimonianze di tifosi che si sono recati a Parigi e hanno assistito alla carneficina, molti dei quali, si dice, sono stati trattati “indiscriminatamente”.

Secondo la Federcalcio francese (FFF), 35.000 persone che si sono recate allo Stade de France lo hanno fatto senza biglietti o con biglietti “falsi”, bloccando l’accesso agli altri tifosi. Tra coloro che sono stati catturati nella folla che ne è seguita c’erano dei bambini.

La UEFA afferma di aver anche iniziato a raccogliere prove sul modo in cui è stata gestita la finale di Champions League.

“La UEFA desidera sinceramente scusarsi con tutti gli spettatori che hanno dovuto vivere o assistere a eventi spaventosi e angoscianti nella preparazione della finale di UEFA Champions League”, ha detto il corpo in una dichiarazioni.

“Nessun tifoso di calcio dovrebbe essere messo in quella situazione, e non deve succedere di nuovo”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.