L’Ucraina batte la Scozia 3-1 nelle emozionanti qualificazioni ai Mondiali

L’Ucraina agguerrita ha fatto un passo avanti verso la qualificazione per la Coppa del Mondo, dopo aver battuto la Scozia per 3-1 mercoledì.

La squadra ora ha bisogno di un’altra vittoria per guadagnarsi un posto in Qatar, dopo un’emozionante semifinale di playoff a Glasgow.

L’Ucraina ha dominato gran parte della partita. Il capitano veterano Andriy Yarmolenko ha segnato il primo gol, un abile pallonetto al 33′ e poi ha contribuito a impostare il colpo di testa di Roman Yaremchuk al 49′ per il 2-0.

Una rinascita scozzese in ritardo di attacchi rischiosi ha portato la squadra a un gol al 79esimo di Callum McGregor, prima che il sostituto ucraino Artem Dovbyk si smarcasse per segnare con l’ultimo calcio della partita.

3.000 tifosi ucraini erano tra i 51.000 spettatori allo stadio Hampden Park di Glasgow, in Scozia.

Si sono applauditi a vicenda con le mani alzate sopra la testa, mentre Dovbyk guidava i compagni di squadra verso l’angolo dello stadio per celebrare la loro vittoria.

Il Ct dell’Ucraina Oleksandr Petrakov ha detto che la vittoria è stata per “le forze armate in trincea e negli ospedali, che danno l’ultima goccia di sangue, quelle in Ucraina che soffrono ogni giorno”.

Il Paese, invaso dalla Russia a febbraio, affronterà il Galles nella finale di qualificazione di domenica con in palio un posto ai Mondiali.

Il vincitore di Cardiff andrà in Qatar a novembre per giocare in un girone contro Inghilterra, Stati Uniti e Iran.

L’Ucraina sta cavalcando un’ondata di benevolenza globale dopo l’invasione russa e l’intensa motivazione dei suoi giocatori a premiare la nazione con un posto sul palcoscenico più importante del calcio era evidente.

I giocatori ucraini sono tutti scesi in campo ciascuno con una bandiera nazionale gialloblù drappeggiata sulle spalle.

Il caloroso benvenuto ha visto l’inno nazionale ucraino “Shche ne vmerla Ukrainas” applaudito ad alta voce dai tifosi scozzesi. Molti di quegli stessi tifosi sono rimasti dopo la partita per salutare i loro avversari vittoriosi fuori dal campo.

“Ringro anche la mia gratitudine al popolo scozzese, un posto fantastico e ospitale”, ha detto l’allenatore Petrakov.

Molti tifosi ucraini avevano viaggiato lontano e avevano programmato di rimanere nel Regno Unito per i playoff decisivi contro la squadra gallese di domenica.

George Butromeyev ha detto all’Associated Press prima della partita di essere venuto da Toronto con gli amici per supportare i giocatori che “hanno bisogno di mostrare al popolo ucraino che siamo guerrieri”.

“Non si tratta solo di calcio”, ha detto Yaroslav Grygorenko, che ha viaggiato da Amsterdam.

“È importante essere in cima alle discussioni qui in Europa, per non lasciare che le persone dimentichino ciò che sta accadendo in Ucraina”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.