Nick Kyrgios: Star ha trovato “difficile” concentrarsi sul tennis tra le accuse di aggressione

L’australiano, che ha battuto il cileno Cristian Garín in due set per raggiungere le semifinali, è stato convocato in tribunale il mese prossimo a Canberra dopo aver presumibilmente aggredito la sua ex ragazza alla fine dell’anno scorso, secondo le notizie australiane.

Alla domanda sull’incidente dopo la sua ultima vittoria, Kyrgios ha detto che gli era stato consigliato di non parlare apertamente del caso, ma che era desideroso di raccontare la sua versione della storia.

“Ovviamente, ho molti pensieri, molte cose che voglio dire, in qualche modo la mia parte al riguardo”, ha detto ai giornalisti.

“Ovviamente, sono stato avvisato dai miei avvocati che non sono in grado di dire nulla in questo momento.

“Capisco che tutti vogliano chiedere a riguardo e tutto il resto, ma non posso darti molto su questo in questo momento.”

Dopo la sua teatralità all’inizio del torneo – che ha portato a una multa e ha portato Stefanos Tsitsipas a dire che l’australiano aveva un “lato malvagio” nel suo personaggio – il match dei quarti di finale di Kyrgios è stato più sottotono e il 27enne ha fatto affidamento sul suo abilità e mentalità per raggiungere la sua prima semifinale del Grande Slam.

I rapporti sulla citazione in tribunale sono emersi un giorno prima che si recasse sul campo in erba e, dopo aver detto che non lo aveva davvero colpito, Kyrgios ha detto che era stato difficile.

“Non mi ha davvero colpito per niente, ad essere onesto con te”, ha detto. “Ovviamente, a vederlo, sono solo umano.

“Ovviamente, l’ho letto e, ovviamente, tutti gli altri stavano facendo domande. È stato difficile. Era difficile concentrarsi solo sulla missione a portata di mano.

“Oggi c’erano i quarti di finale di Wimbledon. So in fondo che è quello per cui ero preparato. Non ha davvero influito sulla mia preparazione.

“Sapevo di essere rimasto fedele a me stesso e di aver dato la mia migliore prestazione oggi”.

L’avvocato Jason Moffett, che secondo quanto riferito rappresenta Kyrgios, ha detto al Canberra Times, che per primo ha riportato la notizia, di essere stato informato sulla citazione in tribunale, che era “nel contesto di una relazione domestica”.

“La natura dell’accusa è seria e il signor Kyrgios prende l’accusa molto sul serio”, ha detto Moffett al Canberra Times.

“Dato che la questione è davanti al tribunale … non ha un commento in questa fase, ma a breve rilasceremo un comunicato stampa”, ha aggiunto Moffett.

Tra le notizie secondo cui Kyrgios era stato ufficialmente accusato, la rappresentanza legale di Kyrgios ha chiarito in una dichiarazione inviata alla CNN: “Al momento, le accuse non sono considerate come fatti dalla Corte e il signor Kyrgios non è considerato accusato di un reato fino a quando il Prima apparizione.

“Finché la Corte non accetti formalmente che l’accusa procederà con un’accusa, e che l’accusa dinanzi alla Corte deve essere applicata alla persona chiamata a comparire, può essere fuorviante per il pubblico descrivere la citazione in qualsiasi modo diverso da un orientamento formale per apparire di fronte alle accuse, la cui natura precisa non è al momento certa né confermata né dall’accusa né dal signor Kyrgios”.

Kyrgios giocherà contro Rafael Nadal nelle semifinali di Wimbledon venerdì.

Amy Woodyat e Matt Foster della CNN hanno contribuito al reportage.

Leave a Reply

Your email address will not be published.