Primo caso documentato di vaiolo delle scimmie segnalato nelle Filippine

NUOVOOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Le Filippine hanno segnalato il suo primo caso di virus del vaiolo delle scimmie, rilevato in un cittadino tornato dall’estero all’inizio di questo mese, ha detto venerdì un funzionario del ministero della salute.

Il 31enne si era ripreso ma si stava isolando a casa, mentre 10 persone identificate come contatti stretti, tra cui tre della famiglia del paziente, erano state messe in quarantena, ha detto il sottosegretario del Dipartimento della Salute Beverly Ho.

La persona aveva già viaggiato in paesi con casi documentati di vaiolo delle scimmie, ha detto Ho, senza approfondire.

MONKEYPOX: COSA DEVI SAPERE SUL VIRUS E COME PROTEGGERTI

Circa 70 paesi in cui il vaiolo delle scimmie non è endemico hanno segnalato focolai della malattia virale poiché i casi confermati hanno superato 20.300 e l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato l’epidemia un’emergenza sanitaria globale.

Provette etichettate “Monkeypox Virus” con risultati positivi e negativi illustrati in questa illustrazione scattata il 23 maggio 2022.
(REUTERS/Dado Ruvic/Illustrazione)

Il caso filippino è stato confermato positivo giovedì e i contatti stretti non avevano mostrato alcun sintomo, ha detto Ho.

La trasmissione può avvenire attraverso il contatto con lesioni cutanee causate dal virus, così come fluidi corporei, grandi goccioline respiratorie e lettiera contaminata.

“I nostri sistemi (di sorveglianza della salute pubblica) sono in atto. Ma dobbiamo lavorare tutti insieme. Abbiamo anche bisogno che il pubblico sia vigile”, ha detto Ho in un briefing.

“Sulla base di ciò che sappiamo sul vaiolo delle scimmie… c’è un chiaro bisogno di essere più attenti a chi interagiamo, in particolare ai contatti intimi e sessuali”.

L’AMMINISTRATORE DI BIDEN POTREBBE PRESTO DICHIARARE MONKEYPOX UN’EMERGENZA DI SALUTE PUBBLICA: RELAZIONE

Il ministero della salute richiede che le persone esposte a casi di vaiolo delle scimmie mettano in quarantena da 14 a 21 giorni.

L’addetto stampa del presidente ha affermato che mentre il vaiolo delle scimmie non è generalmente fatale, la rapida diffusione del virus è fonte di preoccupazione.

“La preoccupazione principale (del presidente Ferdinand Marcos) è quella di divulgare le informazioni in modo che le persone ne siano consapevoli”, ha affermato Trixie Cruz-Angeles.

Leave a Reply

Your email address will not be published.