Racconti cautelativi – Corsa al Polo Sud: “Mamma, Amundsen è un brav’uomo?”

Roald Amundsen ha battuto il capitano Scott al Polo Sud. Il norvegese – usando slitte trainate da cani e sci – lo faceva sembrare facile… divertente, anche. Stava tornando a casa verso la salvezza, mentre il gruppo britannico – trainando le slitte a mano – lottava sul ghiaccio.

In questo caso, al vincitore è andata una reputazione viziata. Gli inglesi si lamentarono del fatto che Amundsen avesse in qualche modo imbrogliato, o almeno si fosse comportato in modo subdolo. Queste pungenti accuse avrebbero perseguitato l’avventuriero fino al giorno della sua morte nelle lande polari.

Warningary Tales è stato scritto da me, Tim Harford, con Andrew Wright. È prodotto da Ryan Dilley, con il supporto di Courtney Guarino ed Emily Vaughn.

Il sound design e la musica originale sono opera di Pascal Wyse. Julia Barton ha curato le sceneggiature.

Grazie al team di Pushkin Industries, tra cui Mia Lobel, Jacob Weisberg, Heather Fain, Jon Schnaars, Carly Migliori, Eric Sandler, Emily Rostek, Royston Beserve, Maggie Taylor, Nicole Morano, Daniella Lakhan e Maya Koenig.

[Apple] [Spotify] [Stitcher]

Ulteriore lettura e ascolto

Stephen Bown L’ultimo vichingo

David Crane Scott dell’Antartico

Apsley Cherry-Garrard Il peggior viaggio del mondo

Malcolm Gladwell David e Golia

Ranulph Fiennes Capitano Scott

Roland Huntford L’ultimo posto sulla Terra

Edward Larson Un impero di ghiaccio

Diana Preston Una tragedia di prim’ordine

Robert Scott Il viaggio della scoperta

“Il capitano Roald Amundsen e la società” Il Giornale Geografico Dicembre 1927 https://www.jstor.org/stable/1782920

Leave a Reply

Your email address will not be published.