AFL: il centrocampista dei Sydney Swans Chad Warner è “ossessionato dal migliorare”

Chad Warner raramente pensa a quanto velocemente sia cambiata la sua vita, ma quando lo fa si dà un pizzicotto.

Passare da una scelta alquanto speculativa al draft di tre anni fa a probabilmente il giocatore più promettente di Sydney – si trova pari al 13° posto nel campione dell’anno degli allenatori dell’AFL – è un enorme aumento.

Ma se hai intenzione di scommettere su qualcuno, farlo su un giocatore con un appetito insaziabile per il concorso che trasuda velocità e sicurezza è stato un bel punt per il capo della lista degli Swans Kinnear Beatson da prendere.

Aiuta anche il fatto che Warner, che aveva giocato solo una partita da senior prima di scoppiare la scorsa stagione, afferma di essere “ossessionato dall’idea di migliorare”.

Già lungi dall’essere soddisfatto della sua apparizione l’anno scorso, l’allenatore John Longmire ha detto al duro come un chiodo di 21 anni nella sua riunione di uscita che doveva rimettersi in forma.

I funzionari di Sydney hanno permesso ai giocatori cresciuti a Perth Warner e Logan McDonald di completare la loro pre-stagione prima di Natale nel loro stato d’origine, ma non c’era compiacimento.

McDonald ha sviluppato indolenzimento agli stinchi e ha dovuto essere tenuto a freno, mentre la Warner ha sfruttato il feedback di Longmire e il suo stesso desiderio di migliorare.

Si è allenato con il club WAFL Claremont con un focus specifico sulla corsa su lunghe distanze, ma caricava regolarmente anche una slitta con pesi prima di ripetere gli sprint.

Le ricompense sono arrivate fitte e veloci.

Warner, Marcus Bontempelli e Christian Petracca sono gli unici tre centrocampisti quest’anno a classificare “elite” nella misura di Champion Data per gol, assist e coinvolgimento dei gol.

Non c’è da stupirsi che Warner senta di essersi guadagnato il diritto di essere un po’ più allegro sul campo.

“In realtà l’ho visto. È piuttosto bello essere in quella categoria con quei due giocatori che lo fanno da anni”, ha detto.

“Quindi questa è la prossima cosa: devi farlo anche per i prossimi due anni, non solo quest’anno.

“Ma questa è sicuramente una parte del mio gioco di cui mi piace essere orgoglioso, quella parte dannosa, e spero di poter continuare così”.

La star Swan, perché questa è una descrizione appropriata di questi tempi, sembra completamente diversa dal ragazzo che è entrato nel club alla fine del 2019 – e lo ha ammesso dopo aver visto una sua foto l’altro giorno.

La sua trasformazione in forma fisica è il modo in cui spiega al meglio la sua rapida ascesa nei ranghi AFL, con lo staff medico di Sydney che gli ha anche dotato un paio di plantari che hanno risolto i problemi al tendine del ginocchio e ai quadricipiti che lo affliggevano da giovane.

Ma Warner, che è in contratto fino alla fine della prossima stagione, ha avuto un divertente momento di leggero panico l’anno scorso dopo aver calciato due gol e aver vinto 20 cessioni nella sua quarta partita in carriera contro l’Adelaide.

Ha regalato i suoi stivali a un giovane fan di Sydney tra la folla e si è dimenticato di togliersi i plantari.

“Il ragazzo è riuscito a mandarmi un messaggio su Instagram per farmi autografare, quindi è stata una buona opportunità per tornare a riprendersi i plantari”, ha detto la Warner, ridendo.

“Ma in realtà sono piuttosto importanti per me in questo momento, quei plantari, perché non penso che correrei molto bene senza di loro, a dire il vero.

“Probabilmente suona un po’ strano, ma, in tutta onestà, hanno aiutato molto anche la mia corsa e ti hanno reso molto più strutturato.”

Warner vive in una casa di cinque camere da letto a Maroubra con il fratello Corey, che si è unito agli Swans con la scelta 40 nel draft dell’anno scorso, un punto in meno rispetto al fratello maggiore, che si assicura di sottolineare questo fatto.

Anche gli altri calciatori di Sydney McDonald, Dylan Stephens e Hugo Hall-Kahan, un drafter di metà stagione di quest’anno, si sono insinuati nel posto.

Sono a due minuti da una spiaggia e Warner aveva appena finito il suo secondo surf in altrettanti giorni prima di questa intervista.

“Ovviamente è fantastico per me avere un membro della famiglia qui e lo rende un po’ più simile a casa”, ha detto.

“Provenire da una grande famiglia, (la famiglia impegnata) non è niente di straordinario per noi.”

Il Team Warner include mamma Anita, papà Travis, Chad, Corey e i loro fratelli minori Ashton, 15 anni, e Troy, 12.

Travis ha giocato a football della lega statale nella SANFL e nella WAFL rispettivamente per Glenelg e South Fremantle, ma potrebbero finire per esserci quattro Warner nell’AFL a un certo punto nei prossimi sei anni circa.

Ashton è un centrocampista di stampo ciadiano e sta già giocando nel primo XVIII all’Aquinas College, dove prima di lui hanno frequentato i suoi due fratelli maggiori.

Il dodicenne Troy, che gioca più come Corey, è stato appena selezionato nella rosa degli scolari di 12 anni e meno dell’Australia occidentale.

Potrebbero finire per essere i prossimi Daniher o Selwood, ognuno dei quali aveva quattro membri della famiglia che gareggiavano ai massimi livelli.

“Mi piacerebbe. Immagino che sarebbe piuttosto improbabile che finissimo tutti nello stesso club, ma non si sa mai”, ha detto Warner.

“Mamma sarebbe piuttosto rapita, e anche papà. Sono solo molto orgogliosi di tutti noi, comunque. Stanno iniziando a guadagnare un po’ di fama anche a Perth, quindi in questo momento lo adorano”.

L’ultra-competitivo Warner attribuisce ai suoi genitori atletici – mamma Anita una nuotatrice – per aver creato un ambiente in cui tutti i loro figli possono prosperare nello sport che andava oltre la genetica.

“Mamma e papà sono entrambi persone molto determinate e laboriose e penso che questo ci abbia sicuramente influenzato crescendo”, ha detto.

“Papà ha identificato qualcosa in noi fin dall’inizio e si è assicurato che ci piacesse sempre quello che facevamo prima di tutto, ma poi se volessimo fare un ulteriore passo avanti, ci guiderebbe sempre e sacrificherebbe le cose per aiutarci ad arrivarci.

“Il fatto di avere tutte le stesse somiglianze è molto vicino e rende i momenti trascorsi a casa molto più divertenti.”

Originariamente pubblicato come AFL: Chad Warner descrive in dettaglio la straordinaria ascesa da scelta speculativa al draft a centrocampista protagonista dei Sydney Swans

Leave a Reply

Your email address will not be published.