Austria PMI luglio 2022

L’indice PMI (Manufacturing Purchasing Managers’ Index) di UniCredit Bank Austria è salito da un minimo di quasi due anni di 51,2 a giugno a 51,7 a luglio. L’indice, quindi, si è spostato ulteriormente al di sopra della soglia neutra di 50 che separa un miglioramento complessivo delle condizioni da un peggioramento delle condizioni, rispetto al mese precedente.

Il rialzo è arrivato nonostante un altro calo della produzione dato che i nuovi ordini nazionali ed esteri sono crollati, a causa dell’aumento dei prezzi delle merci. Anche l’attività di acquisto è stata ridotta in quanto le scorte sono state adeguatamente immagazzinate, mentre gli arretrati di lavoro sono diminuiti. Inoltre, la creazione di posti di lavoro è stata la più lenta in quasi 18 mesi. L’inflazione dei prezzi di input e output è diminuita, ma è rimasta comunque elevata. Il sentiment delle imprese, nel frattempo, si è raffreddato tra i timori di recessione.

I relatori di FocusEconomics prevedono che gli investimenti fissi aumenteranno dell’1,8% nel 2022, rispetto alle previsioni del mese scorso. Il panel vede una crescita degli investimenti fissi dell’1,6% nel 2023.

Leave a Reply

Your email address will not be published.