Auto, Cina e ‘fallimento intelligente’- POLITICO

Con l’aiuto di Derek Robertson

Nella terza installazione del nostro servizio regolare del venerdì, Future in Five Questions, Rep. Jim Langevin (DR.I.) — presidente della sottocommissione della Commissione per i servizi armati della Camera per la cibernetica, le tecnologie innovative e i sistemi informativi — valuta le sue speranze per il lancio di auto a guida autonoma e la concorrenza con la Cina.

Le risposte sono state modificate per lunghezza e chiarezza.

Qual è una grande idea sottovalutata?

Auto a guida autonoma. Automatizzerà i trasporti nelle città e soprattutto nelle aree rurali, consentendo una maggiore libertà di movimento per le persone, in particolare le persone che non guidano. Migliorerà la nostra capacità di spostare merci e merci in tutto il paese, forse in modo più efficiente una volta perfezionata.

Sono entusiasta di ciò che offrono le auto a guida autonoma: guida autonoma che consente alle persone con disabilità di poter vivere in modo più completo e indipendente nelle loro comunità. Nel mio caso ho un autista che mi porti ovunque, sarebbe bello avere l’indipendenza solo per salire in macchina e poter guidare da solo in sicurezza. [Langevinis the first quadriplegic to serve in the House.]

Qual è una tecnologia che pensi sia sopravvalutata?

TikTok penso sia sopravvalutato. Personalmente sono stufo di sentire parlare di TikTok e non lo capisco, ma forse è perché non sono un utente di TikTok della Gen Z.

Ho anche seri problemi di sicurezza su TikTok, i suoi legami con il governo cinese e la sua capacità di raccogliere dati su persone statunitensi. In questo giorno ed era di apprendimento automatico, intelligenza artificiale e set di dati, non sappiamo come queste informazioni potrebbero essere utilizzabili ora o in futuro.

Qual è il libro che ha maggiormente plasmato la tua concezione del futuro?

Il libro che sto leggendo in questo momento si chiama “‘Kill Chain”‘ di Chris Brose, l’ex consigliere per la sicurezza nazionale di John McCain. La prefazione parla della preoccupazione di John McCain che la Cina ci stesse superando in astuzia e investendoci sia in future tecnologie avanzate che daranno loro un vantaggio asimmetrico, sia in tecnologie che investono per minare i nostri vantaggi tecnologici.

Credo ancora che siamo in vantaggio, ma so anche che se non teniamo d’occhio la palla e non investiamo nelle tecnologie di prossima generazione, e creando una cultura in cui accettiamo il fallimento intelligente e siamo in grado di superare i limiti, le cose come se l’ipersonico potesse restare indietro.

Cosa potrebbe fare il governo sulla tecnologia che non lo è?

Se non vogliamo essere sopraffatti dalle tecnologie future, dovremo essere maggiormente coinvolti nella politica industriale. Durante la Guerra Fredda, o gli anni Ottanta e Novanta, eravamo fiduciosi che il settore privato avrebbe superato i nostri concorrenti globali e, per la maggior parte, ha funzionato, era vero. Non è vero nel 21° secolo adesso.

Pensa al 5G, ad esempio. Gli Stati Uniti e i nostri partner e alleati in tutto il mondo sono stati superati da Cina e Huawei e hanno sviluppato la prossima tecnologia 5G. Quindi erano già coinvolti nella creazione di quell’infrastruttura per il 5G fino a quando le preoccupazioni per la sicurezza nazionale non sono state finalmente sollevate ai massimi livelli. Dobbiamo investire in qualunque sia la prossima tecnologia che verrà dopo il 5G, quindi 6G o 10G.

L’altra cosa è che direi che il governo potrebbe fare di più incoraggiando il fallimento intelligente, soprattutto all’interno del governo. Aziende come SpaceX lo capiscono, ed Elon Musk è una di quelle persone che crede nello spingere al massimo la sua gente e che se non stai fallendo, non ti stai impegnando abbastanza. Dobbiamo instillare quel cambiamento culturale qui e all’interno del governo nei nostri sforzi di ricerca e sviluppo.

Cosa ti ha sorpreso di più quest’anno?

Quelle operazioni informatiche offensive non sono state utilizzate ampiamente e in modo aggressivo né in Ucraina né contro gli Stati Uniti e i nostri partner e alleati dalla Russia.

Ci sono una serie di ragioni per questo, su alcune delle quali abbiamo lavorato. Abbiamo lavorato in anticipo con i nostri partner e alleati in tutto il mondo per assicurarci di aiutare a rafforzare le loro difese informatiche. Siamo stati più resilienti, ma non abbiamo visto i russi essere così aggressivi nelle operazioni informatiche offensive come avevamo previsto.

È stata una bella settimana per la tecnologia sulla collina, ma la festa non è ancora finita.

Come riportato da Brendan Bordelon di POLITICO per gli abbonati Pro in newsletter di Morning Tech di oggi, i progetti di legge sugli stanziamenti del Senato presentati questa settimana includono un ulteriore aumento di 1,5 miliardi di dollari alla National Science Foundation per promuovere la “ricerca applicata” o il processo per capire come tradurre le scoperte del laboratorio in tecnologia per l’uso quotidiano. Questo è in aggiunta al “Chips and Science Act”, che riunisce i sussidi alla produzione di microchip e i finanziamenti per la ricerca in aree come l’informatica quantistica, l’intelligenza artificiale e altro, passando ieri alla Camera con poca fatica mentre si dirige verso la scrivania del presidente Joe Biden.

Il cosiddetto disegno di legge Chips-plus-Science invia 20 miliardi di dollari a NSF per queste tecnologie, così come per lo sviluppo del 6G e della “produzione avanzata” (cioè la produzione di semiconduttori). E se pensavi che i legislatori si sarebbero fermati qui, ripensaci: Brendan riferisce oggi anche che i senatori democratici stanno già valutando la possibilità di rilanciare la legislazione sulla competitività tecnologica caduta nel dimenticatoio durante il lungo processo negoziale, comprese le disposizioni sulla costruzione della catena di approvvigionamento e la fornitura di carte verdi per Immigrati esperti di STEM. — Derek Robertson

FACT CHECK: ecco un titolo che potrebbe aver inondato il tuo feed Twitter oggi: Adam Schiff, alto 50 piedi, annuncia i risultati del comitato del 6 gennaio a Fortnite,”

Anche se non possiamo biasimarti per aver creduto che potrebbe essere vero, data l’enorme popolarità del gioco e l’uso per altri scopi non di gioco, come un Concerto di Travis Scottsiamo spiacenti di dire che questo è un articolo satirico dal sito Web di umorismo per videogiochi simile a “Onion” Hard Drive.

Quoth Hard Drive flack di pubbliche relazioni fittizie per Epic: “Marshmallow, Travis Scott, Weezer, Star Wars, i Democratici, scannerizzeremo chiunque in questo gioco se ci pagano abbastanza soldi e convinceranno le persone a giocare a Fortnite per alcuni istanti più a lungo di loro normalmente.”

Se una cosa del genere dovesse effettivamente accadere in futuro, la logica potrebbe non esserlo Quello cinico data la natura onnicomprensiva del metaverso promesso. Per ora goditi il ​​delizioso photoshop di Schiff che incombe sul paesaggio di “Fortnite” su Hard Drive e trascorri un fantastico weekend. — Derek Robertson

Resta in contatto con tutta la squadra: Ben Schreckinger ([email protected]); Derek Robertson ([email protected]); Costantino Kakaes ([email protected]); e Heidi Vogt ([email protected]). Seguici su Twitter @DigitalFuture.

Se ti è stata inoltrata questa newsletter, puoi farlo iscriviti qui. E leggi la nostra dichiarazione di intenti qui.

Leave a Reply

Your email address will not be published.