Bok Test risulta in SA per determinare il futuro degli All Blacks di Foster?



Il capo del rugby neozelandese si è rifiutato di dire se l’allenatore Ian Foster avrebbe continuato il suo lavoro con gli All Blacks dopo due incombenti test in Sud Africa, esercitando nuovamente pressione sul leader della squadra assediato.

Due degli assistenti di Foster sono stati licenziati la scorsa settimana, in seguito alla sconfitta per 2-1 contro l’Irlanda da parte dell’NZ Rugby, la prima sconfitta in casa degli All Blacks da 28 anni.

Foster, tuttavia, è riuscito a mantenere il suo lavoro.

Sabato, l’amministratore delegato di NZ Rugby Mark Robinson ha detto che ci sarebbe stata una forte concentrazione sulle prestazioni della squadra nei test di apertura del campionato di rugby contro il campione del mondo Springboks, ma si è rifiutato di dire se Foster sarebbe rimasto allenatore oltre.

LEGGI ANCHE: Il rugby neozelandese che licenzia Plumtree, e non Foster, è uno shock!

“Non ho intenzione di speculare su cose del genere”, ha detto alla stazione radio Newstalk ZB.

Foster ha un record modesto alla guida della squadra, con 16 vittorie su 24 test, di cui quattro sconfitte nelle ultime cinque.

La Nuova Zelanda giocherà in Sud Africa a Mbombela il 6 agosto ea Johannesburg una settimana dopo.

“Come abbiamo segnalato, è sicuramente la persona che guida la squadra in Sud Africa e ci stiamo assicurando di avere tutto il possibile in termini di risorse e supporto per assicurarci che abbia successo”, ha affermato Robinson.

I critici di Foster hanno affermato che l’abbandono degli assistenti allenatori John Plumtree e Brad Mooar non è andato abbastanza lontano, dopo che gli irlandesi hanno completamente battuto gli All Blacks.

Mentre l’attaccante dei Canterbury Crusaders Jason Ryan è stato aggiunto allo staff tecnico, molti esperti hanno chiesto al capo allenatore di successo dei Crusaders Scott Robertson di assumere il posto più alto.

In un podcast questa settimana, l’allenatore Robertson, sei volte vincitore del campionato di Super Rugby, ha fatto tremare la partita nazionale dichiarando che sarebbe stato disposto ad allenare all’estero.

“Quando qualcuno non te lo dà, devi pensare in modo diverso a quali opportunità ci sono là fuori”, ha detto.

Il capo del rugby neozelandese ha detto di essere stato in contatto con Robertson ma non avrebbe approfondito la natura delle loro discussioni.

“Comprendiamo sicuramente il sentimento dei nostri fan che è arrivato forte e chiaro”, ha detto Robinson.

“Sappiamo che Razor (Robertson) ha molto da offrire in futuro per il gioco in Nuova Zelanda e ovviamente abbiamo un contratto (nazionale) con lui in merito. Commentare ulteriormente non sarebbe appropriato”.

Il predecessore di Foster come allenatore degli All Blacks, Steve Hansen, questa settimana ha detto che troppe colpe per il crollo delle fortune della squadra sono state attribuite ai piedi dello staff tecnico.

Hansen, che ha supervisionato solo dieci sconfitte durante il suo regno di 107 test, ha detto che i rapporti tra i giocatori e il dirigente di NZ Rugby erano precipitati al “peggio che sia mai stato”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.