Hong Kong: Sull’incidente del concerto speculare da indagare

Le autorità di Hong Kong indagheranno sul motivo per cui un grande e pesante schermo video è caduto dal soffitto durante un concerto di una popolare boy band in un locale gestito dal governo, ferendo due ballerini, hanno detto i funzionari venerdì.

L’incidente è avvenuto giovedì sera durante un’esibizione dei Mirror, una band di 12 membri nel territorio cinese la cui popolarità è cresciuta durante la pandemia di coronavirus.

Nel filmato del concerto all’Hong Kong Coliseum, i membri del pubblico urlano dopo che lo schermo video è atterrato direttamente su un ballerino, con il bordo rivolto verso il basso, apparentemente colpendolo al collo. Il quotidiano South China Morning Post ha poi riferito che uno dei due ballerini aveva subito lesioni al collo ed era in terapia intensiva. Diceva che l’altro era in condizioni stabili.

Kevin Yeung Yun-hung, segretario per la cultura, lo sport e il turismo di Hong Kong, venerdì ha detto ai giornalisti che uno dei cavi di sospensione dello schermo si era rotto. Ciascuno degli schermi per il sistema di proiezione su quattro lati della sede misura 5 metri per 3,9 metri, o 210 piedi quadrati, secondo il Dipartimento per il tempo libero e i servizi culturali, che gestisce il Colosseo.

John Lee, amministratore delegato di Hong Kong, ha dichiarato venerdì in una dichiarazione di aver chiesto al dipartimento del tempo libero e ad altre agenzie di indagare sull’incidente e “esaminare i requisiti di sicurezza di attività simili”.

“Sono scioccato dall’incidente”, ha detto il signor Lee. “Esprimo solidarietà a coloro che sono rimasti feriti e spero che si riprendano presto”.

Le autorità di Hong Kong hanno dichiarato in una dichiarazione separata che il governo aveva contattato gli organizzatori del concerto mercoledì – il giorno prima dell’incidente – per “incidenti sul palco negli ultimi giorni”. Non è stato elaborato e non è stato possibile contattare immediatamente il dipartimento del tempo libero per un commento.

Martedì, un membro dei Mirror, Frankie Chan Sui-fai, è caduto dal palco dell’Hong Kong Coliseum durante il secondo giorno della serie di 12 giorni in programma di concerti della band, secondo quanto riportato dal South China Morning Post. È caduto da circa un metro e non è rimasto gravemente ferito, secondo il rapporto.

Makerville, l’organizzatore del concerto, si è scusato per l’incidente di giovedì sera in un post su Instagram all’inizio di venerdì, aggiungendo che i restanti concerti di Mirror nella sede sarebbero stati cancellati. La direzione della band non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

I Mirror, che traggono influenza dal K-pop, si sono formati nel 2018 attraverso un reality show progettato per produrre una hit boy band. I suoi membri cantano in cantonese, una lingua cinese ampiamente parlata nell’ex colonia britannica.

I testi di evasione della band sono stati una sorta di balsamo per una popolazione ansiosa durante un periodo tumultuoso della storia di Hong Kong.

Nel 2019, la città è stata consumata da mesi di proteste di massa innescate da una proposta di legge per consentire l’estradizione nella Cina continentale. Poi è arrivato un boschetto di restrizioni legate alla pandemia che hanno colpito l’economia di Hong Kong, così come una legge sulla sicurezza nazionale che ha ridotto le libertà con una velocità mozzafiato.

La popolarità di Mirror è aumentata vertiginosamente mentre Hong Kong ha lottato. La band ha fatto il tutto esaurito nelle sale da concerto, rappresentando alcuni degli unici eventi su larga scala della città durante la pandemia. I volti dei suoi membri sono stati intonacati su cartelloni pubblicitari, autobus e pubblicità della metropolitana.

Il Colosseo dove si esibiva il Mirror giovedì è stato aperto nel 1983, secondo il sito web del dipartimento del tempo libero. Può ospitare circa 12.500 persone, afferma il sito, e soddisfa la domanda locale di uno “stadio al coperto di livello mondiale”.

Zixu Wang reportage contribuito.

Leave a Reply

Your email address will not be published.