I rossori della Nigeria sono stati risparmiati dopo che gli atleti sono arrivati ​​ai Giochi del Commonwealth senza kit



Un produttore di abbigliamento sportivo britannico ha dovuto rispondere a una chiamata SOS dalla squadra nigeriana dei Giochi del Commonwealth dopo essere rimasto senza kit.

Gino Ruffinato, manager dell’azienda MG Sportswear, che ha sede in una città vicino alla città ospitante Birmingham, in un primo momento ha pensato che fosse una “carica” ​​prima di lanciare i suoi 14 dipendenti in azione.

“Man mano che andava avanti, ho iniziato a ricevere e-mail con gli ordini, quindi a quel punto ho pensato di aspettare, penso che sia una cosa seria”, ha detto alla BBC.

“Quando ci hanno colpito con la scadenza dicendo che doveva essere lì per venerdì e oggi era martedì… c’è tutto il tessuto, la stampa, i disegni che usciranno in due giorni. È stato un po’ da far rizzare i capelli”.

LEGGI ANCHE: FOTO: Questo è ciò che i nostri atleti SA indosseranno ai Giochi del Commonwealth

La sua squadra ha dovuto realizzare 200 pezzi di kit tra cui canotte e pantaloncini da corsa, tute del personale e persino 400 distintivi nigeriani dopo che la squadra africana ha dichiarato di essere stata delusa dai fornitori.

Ruffinato ha detto che si trattava di “stazioni di panico”, ma il suo staff aveva accettato la sfida.

Ha detto che non avrebbe prestato nemmeno attenzione ai giochi dopo aver fornito l’aiuto di emergenza.

“Mi pizzico ancora: guarderò in televisione e vedrò il marchio MG Sportswear per una squadra nazionale”, ha detto.

“È meraviglioso.”

ORA LEGGI: ​​OPINIONI: Perché ci stiamo aggrappando ai Giochi del Commonwealth?

Leave a Reply

Your email address will not be published.