Tre leoni su un ciondolo: tesoro del XII secolo trovato nello scavo HS2

Un ciondolo di 800 anni con tre leoni d’oro è stato portato alla luce dagli archeologi che lavorano al progetto ferroviario ad alta velocità HS2.

L’inestimabile tesoro, risalente al 12° secolo, è stato trovato a Wormleighton, un villaggio nel Warwickshire a circa 50 miglia a sud-est di Birmingham.

Presenta gli iconici tre leoni d’oro su un campo rosso, che rispecchiano lo stemma distintivo del calcio inglese, e probabilmente avrebbe decorato un’imbracatura per cavalli.

Gli archeologi sospettano che fosse abbastanza nuovo quando è stato perso e potrebbe essersi staccato dal suo supporto di sospensione durante l’uso.

Mentre le leonesse inglesi si preparano per una storica finale di calcio, HS2 Ltd ha rilasciato l’immagine di un ciondolo scoperto come parte dei suoi scavi archeologici

Il famoso stemma dei tre leoni che adorna le divise delle nazionali inglesi ha origini che risalgono a quasi 1.000 anni fa

Il famoso stemma dei tre leoni che adorna le divise delle nazionali inglesi ha origini che risalgono a quasi 1.000 anni fa

STORIA DEI TRE LEONI

Il famoso stemma dei tre leoni che adorna la divisa delle nazionali inglesi ha origini che risalgono a quasi 1.000 anni fa.

Guglielmo il Conquistatore, che regnò in Inghilterra dal 1066 fino alla sua morte nel 1087, utilizzò due leoni su sfondo rosso come stemma e portò il simbolo al trono inglese.

Enrico II, re d’Inghilterra dal 1154 fino alla sua morte nel 1189, utilizzò per la prima volta tre leoni su sfondo rosso.

Ai due di Guglielmo il Conquistatore aggiunse un leone quando sposò Eleonora d’Aquitania nel 1152, perché anche lei aveva un leone come stemma di famiglia.

Questo tipo di ciondolo per imbracatura raffigura lo stemma dell’Inghilterra dal regno di Riccardo I (1189-1199) all’istituzione della dinastia dei Lancaster nel 1399.

L’uso dei leoni come simbolo dell’Inghilterra risale al primo re normanno, Guglielmo il Conquistatore, che regnò dal 1066 al 1087.

Guglielmo il Conquistatore utilizzò due leoni su sfondo rosso come stemma e portò il simbolo al trono inglese.

Enrico II, re d’Inghilterra dal 1154 fino alla sua morte nel 1189, aggiunse un terzo leone dopo il suo matrimonio con Eleonora d’Aquitania, avvenuto nel 1152.

Questo tipo di ciondolo per imbracatura raffigura lo stemma dell’Inghilterra dal regno del figlio di Enrico, Riccardo I (1189-1199) all’istituzione della dinastia dei Lancaster nel 1399, quindi probabilmente risale al 12° secolo.

Secondo HS2 Ltd, l’ente finanziato dallo stato responsabile della consegna della prossima linea HS2, il sito in cui è stato trovato il ciondolo sarebbe stato un insediamento romano dell’età del ferro o romano.

La scoperta è stata annunciata da HS2 Ltd prima della finale di Women’s Euros contro la Germania allo stadio di Wembley domenica.

“Il programma di archeologia di HS2 ci ha offerto un’opportunità senza precedenti di scoprire, scavare e studiare la storia britannica”, ha affermato un portavoce di HS2 Ltd.

“L’intero paese ha alle spalle la squadra femminile dell’Inghilterra e speriamo che questa grande scoperta ispiri le Leonesse a creare il loro pezzo di storia domenica”.

Il ciondolo ha un design a forma di scudo – uno scudo “riscaldatore” per la precisione con una parte superiore piatta con i lati che si inclinano ripidamente fino a un certo punto.

Misura meno di 2 cm (0,7 pollici) di larghezza e oltre 4 cm (1,5 pollici) di altezza andando dall'alto verso il basso, incluso il passante di fissaggio

Misura meno di 2 cm (0,7 pollici) di larghezza e oltre 4 cm (1,5 pollici) di altezza andando dall’alto verso il basso, incluso il passante di fissaggio

Guglielmo il Conquistatore (qui raffigurato) che regnò in Inghilterra dal 1066 fino alla sua morte nel 1087, utilizzò due leoni su fondo rosso come stemma e portò il simbolo al trono inglese

Guglielmo il Conquistatore (qui raffigurato) che regnò in Inghilterra dal 1066 fino alla sua morte nel 1087, utilizzò due leoni su fondo rosso come stemma e portò il simbolo al trono inglese

È fatto di lega di rame, molto probabilmente ottone, che era dorato, ricoperto di vernice dorata.

I tre leoni sono incisi su uno sfondo rosso, realizzato con uno smalto rosso intenso opaco, forse originariamente inteso a simboleggiare il sangue di un campo di battaglia, mentre il rovescio è semplice e non decorato.

Il ciondolo misura meno di 2 cm (0,7 pollici) di larghezza e oltre 4 cm (1,5 pollici) dall’alto verso il basso, incluso il passante di fissaggio.

Sono evidenti gli agenti atmosferici dello smalto rosso e alcune dorature, forse dove il ciondolo è stato sfregato contro i finimenti del cavallo durante l’uso.

HS2 Ltd ha affermato che le condizioni di questo oggetto sono “abbastanza notevoli” e che è molto raro vedere un ciondolo di finimenti per cavalli in “uno stato di conservazione così buono”.

La prossima linea di HS2 mira a fornire un servizio ferroviario ad alta velocità che colleghi Londra e l’Inghilterra settentrionale, ma prima che i lavoratori di HS2 costruiscano ponti, tunnel, binari e stazioni, sono in corso lavori archeologici lungo la linea del percorso.

Ciò garantirà che il cemento non venga scaricato sui segreti del passato della Gran Bretagna, sebbene sia stato controverso per aver fatto a pezzi edifici storici e luoghi naturali.

Il mese scorso, HS2 Ltd ha dettagliato più scoperte in un cimitero anglosassone vicino alla città mercato di Wendover, nel Buckinghamshire.

Questi includono uno scheletro con una lancia incastonata nella sua schiena, oltre a perline, spille, fibbie, coltelli e punte di lancia.

HS2 DIG RIVELA LA CITTÀ MERCATO ROMANA NEL NORTHAMPTONSHIRE

Gli archeologi che lavorano su HS2 hanno fatto luce su come un villaggio dell’età del ferro nel Northamptonshire sia stato trasformato in una ricca città commerciale romana piena di traffici quasi 2000 anni fa.

Le straordinarie scoperte fatte durante uno scavo del sito vicino al villaggio di Chipping Warden – noto come Blackgrounds dal terreno nero trovato lì – includono urne crematorie, pezzi da gioco, ceppi, una spilla con testa di serpente e più di 300 monete romane.

Le prove suggeriscono che l’insediamento fu fondato intorno al 400 aC quando era composto da più di 30 rotonde, ma che si espanse notevolmente durante l’era romana intorno al 300-400 dC, con nuovi edifici in pietra e strade.

Un team di circa 80 archeologi che lavora al progetto ferroviario ad alta velocità HS2 ha trascorso 12 mesi a scavare Blackgrounds, che è uno degli oltre 100 siti esaminati tra Londra e Birmingham dal 2018.

Gli esperti affermano che i resti della città commerciale romana segnano “uno dei siti archeologici più significativi” scoperti durante il controverso progetto di una linea ferroviaria da 100 miliardi di sterline.

leggi di più

Leave a Reply

Your email address will not be published.