TikTok indizio sulla crescita, bizzarra Tourette come il disturbo da “tic”.

Una combinazione di blocchi pandemici e video caricati su TikTok è stata accusata di un enorme aumento per lo più di giovani donne che mostrano bizzarri “tic” e imprecazioni incontrollabili.

In alcuni casi, la condizione simile alla sindrome di Tourette è diventata così grave che gli adolescenti si sono filmati mentre sbattevano la testa contro i mobili o addirittura schiaffeggiavano altre persone.

Gli sfoghi includono anche pronunciare ripetutamente parole che hanno poco significato o nessun contesto, fare gesti maleducati o emettere rumori scoppiettanti.

“C’è una giovane ragazza fieramente indipendente intrappolata nella sua stessa testa, nel suo stesso corpo. È davvero difficile tenere d’occhio”, ha detto la mamma della quattordicenne Metallyka Torzillo su Channel 9 60 minuti la domenica sera.

Il filmato ha quindi mostrato Metallyka che schiaffeggiava, anche se non con tutta la forza, sua madre in faccia.

“Mi aspettavo quello”, ha detto la mamma di Metallyka 60 minuti‘ Sara Abò.

All’adolescente è stato ora diagnosticato sia il morbo di Tourette che un disturbo neurologico funzionale.

Metallyka ha detto che spesso non aveva il controllo sui tic che si manifestavano come “urlare, urlare, picchiare, pizzicare, mordere e sputare”.

Ha aggiunto che il blocco e l’isolamento l’hanno colpita gravemente negli ultimi anni.

Mikayla Kolbe è un’altra adolescente che all’improvviso si è ritrovata incontrollabile a gridare, scagliarsi e con tic verbali e di altro tipo.

Ad un certo punto Mikayla è stata portata in ospedale ma i medici sono rimasti sconcertati da come si è presentata.

“In ospedale era solo questa cosa sconosciuta che stava succedendo ed erano tutti un po’ spaventati, il che ha reso un po’ spaventato anche me”, ha detto Mikayla.

Per nove mesi, Mikayla ha imprecato, urlato, lanciato oggetti e persino eseguito ripetutamente le verticali. A un certo punto Mikayla ha cercato di staccarsi il dito con un morso.

“È stato anche abbastanza angosciante per tutti quelli che mi circondavano in quel momento. Ed ero costantemente al limite”, ha detto.

Il neurologo pediatrico del Sydney’s Children’s Hospital di Westmead, il professor Russell Dale, ha detto al programma di aver iniziato a vedere la condizione all’inizio del 2020 quando è iniziata la pandemia.

Ora dice che ci sono decine di migliaia di giovani che mostrano sintomi in tutto il mondo.

Era curioso perché la sindrome di Tourette di solito inizia gradualmente e in giovane età, questi nuovi pazienti erano come nell’adolescenza e quasi tutti erano femmine.

“Alcuni dei tic erano simili, ma alcuni erano decisamente diversi”, ha detto il professor Dale.

“C’erano movimenti piuttosto violenti delle braccia, a volte colpendosi.

“E anche le vocalizzazioni, quindi i rumori ripetitivi erano diversi piuttosto che semplici rumori, erano parole e frasi molto più complicate, che sono piuttosto bizzarre.

“Non avevo mai sentito cose del genere prima.”

Una delle pazienti aveva l’abitudine di gridare ai passanti di essere la bambina scomparsa Madeleine McCann e di essere stata rapita dai suoi genitori.

Il professor Dale ha affermato che la pandemia e l’isolamento potrebbero essere un fattore alla base dell’aumento dei disturbi da tic. Soprattutto per alcuni giovani già alle prese con ansia e stress.

“Se sei cronicamente stressato, il corpo inizia a cedere e fatica a farcela ed è quello che pensiamo stia succedendo”.

TikTok link ai tic

Ma il professor Dale ha affermato che anche i social media potrebbero svolgere un ruolo. Su TikTok, ad esempio, ci sono miliardi di post che mostrano persone con Tourette o tic.

Alcuni dei tic visti in tutto il mondo sono identici. La teoria è che alcuni sono stati ripresi guardando video di altre persone.

“C’erano frasi simili usate ripetutamente da ragazze in tutto il mondo, in Australia e in America, ed è stato questo che ci ha fatto pensare che i social media fossero un collegamento in quello che stava succedendo”, ha affermato il professor Dale.

“E penso che sia diventato quasi come un contagio o hanno iniziato a imitare o fare questi tic.

“C’è qualcosa chiamato suggestionabilità che significa che se vedi qualcosa è più probabile che lo faccia.”

Mikayla si è ora completamente ripresa dal suo episodio.

Ma molte persone con i nuovi tic non sono riusciti a spazzarli via. Il professor Dale ha detto che solo il 20% dei pazienti che aveva visto dovevano ancora essere completamente guariti.

“Quindi significa che l’80 percento continua ad avere queste zecche, alcune in modo piuttosto grave”.

Una diminuzione nel vedere gli amici faccia a faccia e un aumento del ricorso ai social media durante la pandemia avevano creato una “tempesta perfetta”, ha detto, che aveva permesso al disordine di fiorire.

Originariamente pubblicato come indizio di TikTok su Tourette in crescita e bizzarro come il disturbo da “tic”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.