I governi si preparano alle future ondate di COVID

NUOVOOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Mentre il terzo inverno della pandemia di coronavirus incombe nell’emisfero settentrionale, gli scienziati avvertono i governi e le popolazioni stanchi di prepararsi a nuove ondate di COVID-19.

Solo negli Stati Uniti, quest’inverno potrebbero esserci fino a un milione di infezioni al giorno, Chris Murray, capo dell’Institute of Health Metrics and Evaluation (IHME), un gruppo di modelli indipendenti dell’Università di Washington che ha monitorato la pandemia , ha detto a Reuters. Sarebbe circa il doppio dell’attuale conteggio giornaliero.

In tutto il Regno Unito e in Europa, gli scienziati prevedono una serie di ondate di COVID, poiché le persone trascorrono più tempo al chiuso durante i mesi più freddi, questa volta quasi senza restrizioni di mascheramento o distanziamento sociale in atto.

Medici e infermieri curano un paziente affetto da coronavirus nell’Unità di Terapia Intensiva (ICU) presso la Cleveland Clinic di Cleveland, Ohio, USA, il 7 gennaio 2022.
(REUTERS/Peter Nicholls/File foto)

Tuttavia, mentre i casi potrebbero aumentare di nuovo nei prossimi mesi, è improbabile che i decessi e i ricoveri aumentino con la stessa intensità, hanno affermato gli esperti, aiutati da vaccinazioni e booster, infezioni precedenti, varianti più lievi e la disponibilità di trattamenti COVID altamente efficaci.

“Le persone a maggior rischio sono quelle che non hanno mai visto il virus e non è rimasto quasi nessuno”, ha detto Murray.

MENTRE LA SUBVARIANTE BA.5 OMICRON ECCEZIONALE, GLI ESPERTI DI VACCINO INVITANO LE PERSONE AD ALTO RISCHIO DI OTTENERE ORA IL BOOSTER COVID-19

Queste previsioni sollevano nuove domande su quando i paesi usciranno dalla fase di emergenza COVID e entreranno in uno stato di malattia endemica, in cui le comunità con alti tassi di vaccinazione vedranno focolai più piccoli, possibilmente su base stagionale.

Molti esperti avevano previsto che la transizione sarebbe iniziata all’inizio del 2022, ma l’arrivo della variante Omicron altamente mutata del coronavirus ha sconvolto queste aspettative.

“Dobbiamo mettere da parte l’idea di ‘è finita la pandemia?'”, ha detto Adam Kucharski, epidemiologo della London School of Hygiene and Tropical Medicine. Lui e altri vedono il COVID trasformarsi in una minaccia endemica che causa ancora un alto carico di malattie.

“Qualcuno una volta mi ha detto che la definizione di endemicità è che la vita peggiora un po'”, ha aggiunto.

Il potenziale jolly rimane se emergerà una nuova variante che superi la concorrenza delle sottovarianti Omicron attualmente dominanti.

Secondo un recente rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in Europa, se quella variante causa anche malattie più gravi ed è meglio in grado di eludere l’immunità precedente, quello sarebbe lo “scenario peggiore”.

“Tutti gli scenari (con nuove varianti) indicano il potenziale per una grande ondata futura a un livello pari o peggiore delle ondate epidemiche del 2020/2021”, afferma il rapporto, basato su un modello dell’Imperial College di Londra.

fattori di confondimento

Molti degli esperti di malattie intervistati da Reuters hanno affermato che fare previsioni per COVID è diventato molto più difficile, poiché molte persone fanno affidamento su test rapidi a casa che non vengono segnalati ai funzionari sanitari del governo, oscurando i tassi di infezione.

BA.5, la sottovariante di Omicron che attualmente sta causando il picco delle infezioni in molte regioni, è estremamente trasmissibile, il che significa che molti pazienti ricoverati in ospedale per altre malattie possono risultare positivi ed essere conteggiati tra i casi gravi, anche se il COVID-19 non è il fonte della loro angoscia.

Gli scienziati hanno affermato che altre incognite che complicano le loro previsioni includono se una combinazione di vaccinazione e infezione da COVID – la cosiddetta immunità ibrida – stia fornendo una maggiore protezione per le persone, nonché l’efficacia delle campagne di richiamo.

“Chiunque dica di poter prevedere il futuro di questa pandemia è troppo sicuro di sé o mente”, ha affermato David Dowdy, un epidemiologo di malattie infettive presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health.

Gli esperti stanno anche osservando da vicino gli sviluppi in Australia, dove una stagione influenzale in ripresa combinata con il COVID sta travolgendo gli ospedali. Dicono che è possibile che le nazioni occidentali possano vedere un andamento simile dopo diverse stagioni influenzali tranquille.

“Se succede lì, può succedere qui. Prepariamoci per una vera stagione influenzale”, ha affermato John McCauley, direttore del Worldwide Influenza Center presso il Francis Crick Institute di Londra.

L’OMS ha affermato che ogni paese deve ancora avvicinarsi a nuove ondate con tutti gli strumenti nella pandemia dell’armeria, dalle vaccinazioni agli interventi, come i test, il distanziamento sociale o il mascheramento.

COSA DEVI SAPERE SU BA.5, LA VARIANTE DI OMICRON RESISTENTE AI VACCINI

Il governo israeliano ha recentemente interrotto i test di routine COVID sui viaggiatori nel suo aeroporto internazionale, ma è pronto a riprendere la pratica “entro pochi giorni” se si trova di fronte a una forte ondata, ha affermato Sharon Alroy-Preis, capo del servizio sanitario pubblico del paese.

“Quando c’è un’ondata di infezioni, dobbiamo indossare le maschere, dobbiamo metterci alla prova”, ha detto. “Questo è vivere con il COVID”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.