La NATO si dice pronta a intervenire in Kosovo se “la stabilità sarà messa a repentaglio”

NUOVOOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Le forze guidate dalla NATO sono pronte a intervenire nel Kosovo settentrionale se la stabilità nella regione è compromessa.

La NATO ha affermato in una dichiarazione domenica che le tensioni sono in aumento nei comuni settentrionali del Kosovo e che la Kosovo Force Pristina (KFOR) sta monitorando da vicino la situazione.

FILE – Una vista dalla strada verso i valichi di frontiera di Jarinje e Bernjak, dopo che i serbi del Kosovo hanno rimosso le barricate che avevano eretto, a Jarinje, in Kosovo, il 2 ottobre 2021.
(Agenzia Erkin Keci/Anadolu tramite Getty Images)

La KFOR, la forza di pace a guida NATO, è stata istituita nel 1999 con l’adozione della risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, che è arrivata in risposta all’aggravarsi della crisi umanitaria.

La tensione è di nuovo in aumento in mezzo a un nuovo regolamento governativo che obbligherà le persone che entrano in Kosovo con documenti d’identità serbi a sostituirli con un documento temporaneo durante la loro permanenza lì.

IL PRESIDENTE UCRAINO DICHIARA L’EVACUAZIONE OBBLIGATORIA DELLA REGIONE DI DONETSK

Domenica, l’etnia serba nel nord del Kosovo – uno stato parzialmente riconosciuto confinante con la Serbia nei Balcani – ha bloccato due importanti valichi di frontiera con la Serbia per protestare contro la nuova regola.

La NATO ha affermato che la KFOR sta monitorando da vicino la situazione “ed è pronta a intervenire se la stabilità è compromessa”.

“La KFOR mantiene una posizione visibile e agile sul campo, e il comandante della KFOR è in contatto con tutti i suoi principali interlocutori, compresi i rappresentanti delle organizzazioni di sicurezza del Kosovo e della Difesa serba”, ha affermato la Nato in una nota.

CLICCA QUI PER AVERE LE NOTIZIE FOX

Il nuovo regolamento doveva entrare in vigore il 1° agosto, ma domenica il Kosovo ha annunciato che avrebbe rinviato la decisione sulle targhe e sui documenti d’identità rilasciati dalla Serbia fino al 1° settembre.

Leave a Reply

Your email address will not be published.