Biden dichiara “giustizia consegnata” dopo che l’attacco dei droni ha ucciso il leader di Al Qaeda

Il presidente Biden ha annunciato lunedì che il leader di Al Qaeda Ayman Zawahiri, uno dei principali cospiratori degli attacchi dell’11 settembre, è stato ucciso in un attacco di droni della CIA che aveva ordinato di prendere di mira il leader terrorista in Afghanistan.

Uno dei terroristi più ricercati al mondo, Zawahiri ha aiutato a supervisionare gli attacchi del 2001 a New York e al Pentagono, lavorando a stretto contatto con l’ex capo di Al Qaeda Osama bin Laden, e ha guidato il gruppo nell’ultimo decennio dalla morte di Bin Laden.

Il 71enne egiziano è stato ucciso sabato alle 18:48 PDT in un attacco di droni in una località residenziale di Kabul, caduta in mano ai talebani un anno fa quasi subito dopo che Biden aveva ordinato alle ultime forze statunitensi di ritirarsi – uno sviluppo che molti temevano avrebbe portato a una maggiore attività terroristica nella capitale dell’Afghanistan.

“La giustizia è stata consegnata e questo leader terrorista non c’è più”, ha detto Biden dal balcone della Blue Room, mentre è rimasto in isolamento all’interno della residenza della Casa Bianca dopo essere risultato positivo al coronavirus in un caso di rimbalzo. “Non importa quanto tempo ci vorrà, non importa quanto tempo ti nascondi, se sei una minaccia per la nostra gente, gli Stati Uniti ti troveranno e ti porteranno fuori”.

L’Afghanistan, ha proseguito Biden, “non può essere un trampolino di lancio contro gli Stati Uniti. Vedremo che non accadrà”.

Un decennio dopo che i Navy SEAL avevano ucciso Bin Laden durante un’audace incursione nel suo complesso fortificato alla periferia di Abbottabad, in Pakistan, dove si trovasse Zawahiri era rimasto un mistero.

Ma i funzionari dell’intelligence statunitense, ha detto un alto funzionario dell’amministrazione, hanno rintracciato Zawahiri e la sua famiglia in un rifugio nel centro di Kabul, dove si sono trasferiti all’inizio di quest’anno. Nei mesi successivi, i funzionari hanno osservato Zawahiri su un balcone, dove alla fine è stato colpito e ucciso in un piano escogitato per ridurre al minimo il rischio per la sua famiglia e i civili nell’area densamente popolata.

Biden, ha detto il funzionario, è stato informato per la prima volta ad aprile, ha ricevuto aggiornamenti sull’intelligence per tutto maggio e giugno e ha dato il via libera finale all’attacco dopo un incontro con i massimi consiglieri di gabinetto e sicurezza nazionale il 25 luglio, in cui tutti i partecipanti espresso sostegno alla missione.

Cinque giorni dopo, un drone ha effettuato l’attacco, sparando due missili Hellfire contro Zawahiri sul balcone, uccidendo lui e lui solo, secondo il funzionario. A differenza dell’operazione contro Bin Laden, che è durata 40 minuti e si è conclusa con cinque persone uccise, tra cui uno dei figli di Bin Laden, l’attacco con i droni è stato effettuato senza alcuna presenza militare statunitense sul terreno in Afghanistan — “attentamente pianificato”, ha detto Biden, per ridurre al minimo i danni collaterali. “Non ci sono state vittime civili”, ha detto, elogiando i funzionari dell’intelligence che hanno aiutato a pianificare ed eseguire lo sciopero.

I talebani erano da tempo a conoscenza della presenza di Zawahiri a Kabul, ha detto l’alto funzionario dell’amministrazione. Hanno aggiunto che i membri della rete Haqqani, un gruppo terroristico che fa parte del governo talebano, hanno portato via i parenti del terrorista poco dopo lo sciopero nel tentativo di nascondere la loro presenza in città.

L’accoglienza di Zawahiri da parte del gruppo, ha aggiunto il funzionario dell’amministrazione, equivaleva a una violazione dell’accordo di Doha tra Stati Uniti e talebani, in base al quale il gruppo accettava di non collaborare con i gruppi terroristici.

Biden, a lungo scettico sull’impegno dei militari nella guerra in Afghanistan, ha notoriamente messo in guardia il presidente Obama sui rischi del raid di Bin Laden del 2011 quando prestava servizio come vicepresidente.

Porre fine alla guerra lì dopo 20 anni di conflitto era tra le principali priorità del primo anno di Biden, e ha portato avanti il ​​ritiro di fronte agli avvertimenti del Pentagono, deridendo il potenziale per l’ex governo del paese di cadere in mano ai talebani in poche settimane prima che lo facesse. La debacle della politica estera ha costretto la Casa Bianca a precipitarsi per portare in salvo migliaia di afgani vulnerabili, poiché un presidente che gestiva esperienza e competenza ha visto la sua approvazione diminuire.

Il successo dell’attacco a Zawahiri, ha detto Biden, ha convalidato la sua stessa motivazione per porre fine alla presenza degli Stati Uniti in Afghanistan, che si basava in parte sulla convinzione che le operazioni antiterrorismo potessero ancora essere condotte senza una presenza permanente sul terreno.

“Ho deciso che dopo 20 anni di guerra, gli Stati Uniti non avevano più bisogno di migliaia di stivali sul terreno in Afghanistan per proteggere l’America dai terroristi che cercano di farci del male”, ha detto il presidente. “Ho promesso al popolo americano che avremmo continuato a condurre efficaci operazioni antiterrorismo in Afghanistan e oltre. Abbiamo fatto proprio questo”.

Il leader della maggioranza al Senato Charles E. Schumer (DN.Y.) ha elogiato Biden per “l’azione decisiva che porta giustizia finale a un ripugnante assassino di massa … che ha contribuito a orchestrare l’omicidio a sangue freddo di migliaia di miei compagni newyorkesi l’11 settembre .”

Ma diversi repubblicani, pur elogiando i funzionari dell’intelligence coinvolti, hanno criticato Biden per il disordinato ritiro dell’Afghanistan dell’anno scorso, suggerendo che il rifugio di Zawahiri da parte dei talebani a Kabul sottolinea come la situazione lì abbia reso il mondo meno sicuro.

“Il nostro ritiro caotico e mortale dall’Afghanistan ha aperto le porte ad Al Qaeda per operare liberamente all’interno del paese per condurre nuovamente operazioni esterne contro gli Stati Uniti e i nostri alleati”, ha affermato il rappresentante Michael McCaul (R-Texas), membro di graduatoria del GOP di Commissione Affari Esteri della Camera.

In una dichiarazione, il leader della minoranza della Camera Kevin McCarthy (R-Bakersfield) ha chiesto un briefing riservato “per discutere della rinascita di Al Qaeda nella regione nell’ultimo anno”.

Biden, nel suo breve discorso in prima serata al Paese, ha ricordato alla nazione il ruolo centrale di Zawahiri in numerosi attacchi di Al Qaeda, incluso il bombardamento del 2000 del cacciatorpediniere statunitense Cole in Yemen e, naturalmente, l’11 settembre.

Parlando ai parenti delle persone uccise negli attacchi al World Trade Center, al Pentagono e a bordo del volo United 93 precipitato a Shanksville, in Pennsylvania, Biden ha espresso la speranza che la morte di Zawahiri “sarà un’ulteriore misura di chiusura”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.