Il Congresso rafforza il metaverso… una specie di- POLITICA

Il Congresso ha approvato il CHIPS and Science Act giovedì, entusiasmando scienziati e fanatici in aree all’avanguardia come l’informatica quantistica, l’intelligenza artificiale e la robotica, che potrebbero vedere miliardi di dollari in nuovi finanziamenti per la ricerca.

Una delle inclusioni più inaspettate del disegno di legge è una direttiva per la National Science Foundation di ricercare “tecnologia immersiva”, il termine generico per il tipo di realtà virtuale e aumentata che dovrebbe essere alla base del metaverso. La sua inclusione è una vittoria per la XR Association, un gruppo commerciale per aziende tecnologiche di realtà virtuale e aumentata fondata da giganti come Google, Microsoft e Oculus, tra gli altri, che ha fatto forti pressioni affinché il Congresso lo aggiungesse.

Esattamente ciò che in realtà questo disegno di legge particolare fa incoraggiare tali cose è, al momento, ancora indefinito. La “tecnologia immersiva” è una delle 10 voci elencate come “aree di interesse tecnologico chiave” nel disegno di legge, in cui la NSF investirà parte della sua parte dei 200 miliardi di dollari che il disegno di legge autorizza (una volta, ovviamente, se ne sarà appropriato).

Per vedere dove potrebbero confluire quei soldi nell’ecosistema di ricerca VR, è utile guardare agli investimenti governativi passati e agli esperimenti con la tecnologia.

Nel 2018 Deloitte ha pubblicato una nota descrivendo come le agenzie governative perennemente a corto di liquidità potrebbero trarre vantaggio dalla tecnologia della realtà virtuale, inclusa la formazione dei primi soccorritori per situazioni pericolose, la manutenzione e l’analisi delle infrastrutture e l’introduzione della realtà virtuale nelle aule pubbliche. (Anche il Dipartimento della Difesa è entrato in azione, con l’esercito che ha assegnato a Microsoft un quasi Contratto da 22 miliardi di dollari per l’uso del visore HoloLens AR.)

Per quanto eccitanti possano sembrare tutte queste applicazioni, c’è un numero non insignificante di ostacoli alla loro adozione diffusa, primo tra tutti il ​​fatto che la tecnologia in questione è ancora abbastanza nascente e non c’è ancora il tipo di dati su l’esperienza utente che normalmente giustificherebbe un investimento così massiccio.

Persino giganti come Meta, con denaro apparentemente illimitato da pompare nei loro visori VR, ancora alle prese con problemi di cinetosi e facilità d’uso; i militari hanno respinto il dispiegamento di HoloLens di Microsoft e ad aprile dell’ispettore generale del DoD ha pubblicato un rapporto dicendo che non è ancora chiaro se ci sia abbastanza consenso individuale tra i soldati per giustificare l’investimento.

La spinta alla ricerca dell’NSF potrebbe essere in grado di aiutare in questo, disse Nick Maynard, co-fondatore e CEO dell’organizzazione tecnologica pubblico-privata US Ignite ed ex direttore del programma presso la NSF. Negli ultimi anni la fondazione ha dato un grande impulso alla ricerca applicata, intesa a trasformare la realtà virtuale da un sogno irrealizzabile in uno strumento ampiamente utile.

“Saranno più concentrati su come ora che abbiamo questa tecnologia, come possiamo usarli per risolvere le sfide che il paese sta affrontando?”, Ha detto Maynard. “Non si tratta della tecnologia fine a se stessa, ma di pensare a come creare un percorso per implementarla”.

Sebbene VR e XR siano attualmente di gran moda a causa delle promesse sontuose degli imprenditori del metaverso, l’atto CHIPS in realtà non menziona il metaverso per nome. Altro Giovanna O’Harail vicepresidente per le politiche pubbliche dell’XRA, è stato attento a prenderle le distanze argomentazioni di finanziamento dell’organizzazione dalle promesse dei consumatori di aziende come Meta.

“Se è qualcosa che verrà utilizzato principalmente per uscire virtualmente con i tuoi amici o fare shopping, non è lì che gli Stati Uniti devono spendere i loro dollari”, ha detto. “Vuoi pensare al futuro della tecnologia nel suo insieme e crediamo che la tecnologia immersiva sia una parte importante di quell’ecosistema”.

Il passaggio del CHIPS and Science Act potrebbe essere una vittoria rara, bipartisan, calda e confusa sulla collina, ma gli interventi del governo nell’industria in realtà opera?

Beh forse. Qualche volta. In POLITICO Magazine oggi, Bob Davis, veterano del giornalismo d’affari ben fornito, dà un’occhiata a fondo alcuni dei precedenti interventi del governo degli Stati Unitiche includono notevoli fallimenti come “sforzi decennale per creare” carbone pulito “, reattori nucleari che utilizzano plutonio riciclato, fusione nucleare, combustibili sintetici e jet commerciali supersonici”.

Quando si tratta di chips, tuttavia, Davis è un po’ più ottimista. C’è capacità e slancio esistenti da sforzi precedenti iniziato durante l’amministrazione Trump, sottolinea Davis. E i funzionari dell’amministrazione Biden si rifanno a un partenariato pubblico-privato lanciato sotto George HW Bush chiamato SEMATECHche “ha pagato dividendi sostanziali” nel rendere gli Stati Uniti competitivi sui chip all’inizio dell’era dei PC.

La pornografia ha alimentato i progressi tecnologici per decenni, anche secolie ora una società scommette che può fare lo stesso per Web3: “AdultDAO”, una “società di produzione per adulti” governata da token che promette, oltre al porno 2D vecchio stile, a un certo punto di fornire “full immersion Metaverse AR / Contenuti basati sulla realtà virtuale”.

Come la maggior parte degli altri DAO, o organizzazioni autonome decentralizzate, si guadagna una partecipazione in AdultDAO acquistando la sua criptovaluta “$ADULT”, che fa guadagnare loro sia il suo valore che voce in capitolo su come opera l’azienda. (Sì, puoi leggere il loro carta bianca qui.)

I vantaggi che l’azienda promuove per lo svolgimento della sua particolare attività sulla blockchain ricordano i primi giorni del Bitcoin, quando veniva utilizzato principalmente per transazioni che, indipendentemente dal loro stato legale, le persone preferivano tenere fuori dai libri contabili: maggiore anonimato e indipendenza dal sistema Visa/Mastercard con tutte le sue fastidiose normative, tra le altre cose.

Ci sono ancora molti Stati Uniti Leggi e regolamenti contenuto per adulti circostante, ovviamente. E quando qualcuno “incatenato” quasi inevitabilmente si imbatterà in loro, sarà un’altra pietra miliare nello stress test in corso tra le istituzioni alternative di Web3 e quelle che ancora governano il mondo in cui il resto di noi vive.

Resta in contatto con tutta la squadra: Ben Schreckinger ([email protected]); Derek Robertson ([email protected]); Costantino Kakaes ([email protected]); e Heidi Vogt ([email protected]). Seguici su Twitter @DigitalFuture.

Se ti è stata inoltrata questa newsletter, puoi farlo iscriviti qui. E leggi la nostra dichiarazione di intenti qui.

Leave a Reply

Your email address will not be published.