NEDA elenca i driver di crescita | I tempi di Manila

L’Autorità nazionale per l’economia e lo sviluppo (NEDA) ha affermato che la digitalizzazione e altri settori convenzionali continueranno a creare occupazione e a guidare l’economia filippina in futuro.

“È molto evidente… l’economia digitale… è qualcosa che potrebbe essere un motore di crescita per il futuro”, ha risposto il sottosegretario NEDA Rosemarie Edillon alla domanda su quali settori l’agenzia sta guardando quando si tratta di creare occupazione durante un’attività online forum organizzato da The Manila Times.

L’infrastruttura, i data center, l’intelligenza artificiale e le competenze digitali sono solo alcune delle cose che ha affermato che l’amministrazione Marcos voleva rendere il settore digitale più dinamico.

“Dobbiamo avere un pool di manodopera in modo da poter avere questa vivace economia digitale”, ha osservato Edillon.

Ha inoltre affermato che il governo promuoverà la digitalizzazione delle sue procedure.

Ricevi le ultime notizie


consegnato alla tua casella di posta

Iscriviti alla newsletter quotidiana del Manila Times

Registrandomi con un indirizzo e-mail, dichiaro di aver letto e di accettare i Termini di servizio e l’Informativa sulla privacy.

Nel suo primo discorso sullo stato della nazione, il presidente Ferdinand “Bongbong” Marcos Jr. ha affermato che il sistema fiscale del paese sarà adeguato per stare al passo con i rapidi progressi dell’economia digitale. Ciò includerebbe l’imposizione di un’imposta sul valore aggiunto ai fornitori di servizi digitali, che genererebbe un impatto iniziale sulle entrate di circa 11,7 miliardi di sterline nel 2023.

Ha affermato che l’Ufficio delle dogane sosterrà le procedure accelerate utilizzando le tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Inoltre, Marcos ha dato istruzioni al Dipartimento per le tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni per trovare e applicare innovazioni che miglioreranno il governo.

“L’ID nazionale svolgerà un ruolo importante in questa trasformazione digitale. Affinché i cittadini possano effettuare transazioni senza interruzioni con il governo, la loro identità deve essere facilmente verificabile”, ha aggiunto.

Si stima che l’economia di Internet delle Filippine valga 7,5 miliardi di dollari e, secondo un rapporto della società di consulenza economica AlphaBeta, entro il 2025 aumenterà del 30% all’anno per raggiungere i 28 miliardi di dollari.

Tuttavia, ha affermato che una serie di ostacoli impediscono al Paese di attuare pienamente la trasformazione digitale, inclusi bassi livelli di adozione digitale tra micro, piccole e medie imprese, mancanza di conoscenza delle politiche e dei programmi in atto per promuovere l’adozione digitale, lacune nell’accesso agli strumenti digitali e alla carenza di lavoratori con le competenze digitali necessarie.

C’è ancora il potenziale per ulteriori iniziative di trasformazione digitale e la pandemia di Covid-19 ha solo sottolineato quanto siano importanti. L’economia digitale delle Filippine ha molto spazio per crescere grazie alla sua popolazione giovane ed esperta di tecnologia, ha aggiunto l’azienda.

Ha affermato che il miglioramento della formazione e dell’istruzione sulle competenze digitali, l’accelerazione dell’adozione e l’innovazione digitale e la promozione delle prospettive del commercio digitale sono le tre aree d’azione chiave per le Filippine.

“Se sfruttata appieno, la trasformazione digitale può sbloccare un valore economico annuo di P5 trilioni ($ 101,3 miliardi) nelle Filippine entro il 2030”, ha stimato AlphaBeta.

Fonti convenzionali

Edillon ha affermato che oltre all’economia digitale, le Filippine hanno ancora le fonti convenzionali di lavoro come l’industria del turismo, che prima della pandemia rappresentava circa il 12% di tutta l’occupazione nel paese.

“Spereremo di essere in grado di far rivivere anche quello”, ha aggiunto.

Edillon ha anche menzionato la necessità di utilizzare la capacità delle industrie creative di promuovere il marchio filippino di beni e destinazioni turistiche, tra le altre cose.

Ha inoltre affermato che il segretario del NEDA, Arsenio Balisacan, sta anche spingendo per il rilancio del settore manifatturiero, che funge da settore intermedio per altre industrie.

“Quindi viene dall’agricoltura e poi, sai, lo invia anche al settore dei servizi. Quindi vogliamo che venga ripreso, ma in termini di più innovazioni, in termini di processi e in termini di prodotti”, ha osservato Edillon.

Marcos ha affermato che il governo darà la priorità ai miglioramenti fondamentali, come la riparazione delle strade per semplificare il raggiungimento delle destinazioni turistiche, al fine di rafforzare l’industria del turismo. Per contribuire ad alleviare l’arretrato all’aeroporto di Manila, rinnoverà anche gli aeroporti e costruirà più aeroporti internazionali.

Ha anche affermato che il governo avrà bisogno di un settore creativo istituzionalizzato per promuovere gli interessi dei suoi stakeholder.

Leave a Reply

Your email address will not be published.