PIL della Spagna 2° trimestre 2022

Secondo una stima preliminare, il PIL è aumentato dell’1,1% su base trimestrale destagionalizzato nel secondo trimestre, accelerando notevolmente dall’aumento dello 0,2% registrato nel primo trimestre. L’economia ha sorpreso i mercati al rialzo e ha beneficiato della rimozione della maggior parte delle restanti restrizioni Covid-19 e di una forte stagione delle vacanze pasquali per il turismo. In termini su base annua, l’economia è cresciuta del 6,3% nel secondo trimestre, un dato invariato rispetto al trimestre precedente.

Un notevole rimbalzo della spesa per consumi ha guidato l’accelerazione trimestrale: la spesa privata è cresciuta del 3,2% su base trimestrale, dopo una contrazione del 2,0% nel primo trimestre, nonostante l’impennata dei prezzi dell’energia, beneficiando di un mercato del lavoro in contrazione e di risparmi accumulati. Nel frattempo, gli investimenti fissi sono aumentati del 2,8%, sostenuti dalla crescita degli investimenti in immobilizzazioni materiali e abitazioni (1° trimestre: +3,4% su base trimestrale), mentre i consumi pubblici sono diminuiti dello 0,5% rispetto al trimestre precedente (1° trimestre: +0,1% su base trimestrale).

Nel frattempo, il settore estero ha pesato sull’economia, poiché la crescita delle esportazioni è stata superata dall’aumento delle importazioni: le esportazioni di beni e servizi sono aumentate dell’1,6% in termini destagionalizzato trimestre su trimestre (Q1: +.1.% su trimestre 2017) , mentre le importazioni sono aumentate del 4,6% in termini trimestrali (Q1: -0,8% sa t/t).

I relatori di FocusEconomics Consensus Forecast prevedono che il PIL aumenterà del 5,0% nel 2022, che è in calo di 0,6 punti percentuali rispetto alle previsioni del mese scorso e del 3,5% nel 2023.

Leave a Reply

Your email address will not be published.