PSEi in calo dello 0,06% all’inizio del mese fantasma

L’indice della borsa valori filippina (PSEi) ha aperto il mese in ribasso del 3,9% per chiudere a 6.312,03.

La società di ricerca di Philstocks Financial Inc. Claire Alviar e l’amministratore delegato di Regina Capital Development Corp. Luis Limlingan hanno affermato che gli investitori sono stati in disparte dall’inizio della stagione degli utili per le società quotate in borsa, con la maggior parte degli annunci programmati per il rilascio entro la fine di questa settimana.

“Questa settimana, molte aziende dovrebbero pubblicare il loro rapporto sugli utili per il primo semestre e finora le aziende stanno mostrando buoni risultati”, ha affermato Alviar.

“Anche il PSEi è diminuito oggi, dopo la pubblicazione dei dati dell’indice dei gestori degli acquisti manifatturieri filippini più deboli in 6 mesi (50,8) e a causa di un tasso peso leggermente più debole”, ha aggiunto Michael Ricafort, capo economista di Rizal Commercial Banking Corp..

Nel frattempo, anche il primo caso segnalato di vaiolo delle scimmie nel paese e l’aumento dei casi di Covid-19 (oltre 4.000) hanno pesato sul sentimento del mercato poiché il vaiolo delle scimmie è stato dichiarato un’emergenza sanitaria globale dall’Organizzazione mondiale della sanità.

Ricevi le ultime notizie


consegnato alla tua casella di posta

Iscriviti alla newsletter quotidiana del Manila Times

Registrandomi con un indirizzo e-mail, dichiaro di aver letto e di accettare i Termini di servizio e l’Informativa sulla privacy.

Per i catalizzatori economici, Limlingan ha osservato che a livello locale, i dati dell’indice dei prezzi al consumo delle Filippine di luglio e il ribilanciamento del PSEi sono previsti per venerdì. Per gli Stati Uniti, i dati sulla bilancia commerciale di giugno ei dati sulla disoccupazione di luglio dovrebbero essere pubblicati rispettivamente giovedì e venerdì.

“I prezzi del petrolio sono aumentati nel commercio europeo mentre l’attenzione si è rivolta alla riunione dell’OPEC+ della prossima settimana e alle aspettative che deluderà le speranze degli Stati Uniti per un aumento dell’offerta”, ha aggiunto Limlingan.

“I future sul greggio Brent di settembre, che dovrebbero scadere venerdì, hanno guadagnato $ 2,89 per essere scambiati a $ 110,03 al barile. Il contratto più attivo di ottobre è salito di $ 2,30 a $ 104,13. I future sul greggio US West Texas Intermediate sono aumentati del 3,4% a $ 99,67”.

Il valore totale del mercato odierno è di circa P5,16 miliardi, con un volume totale di 434.446.629 azioni.

Le performance del settore sono state contrastanti con le holding in testa ai gainer, in rialzo dell’1,36%, mentre i finanziari sono stati in fondo, perdendo il 3,26%.

I ribassisti hanno portato gli avanzati, da 92 a 85, mentre 55 titoli sono rimasti invariati.

Leave a Reply

Your email address will not be published.