Quanto è sufficiente per un beneficio di morte?

Le persone sanno esattamente di quanto hanno veramente bisogno quando muoiono? In realtà, le persone fanno supposizioni su quanto hanno bisogno e vogliono lasciarsi alle spalle. Per quanto possa sembrare tabù – questo non è un argomento casuale tra le famiglie filippine medie – ma questo è qualcosa su cui la prossima generazione dovrebbe essere tenuta informata.

Nel settore delle assicurazioni sulla vita, una somma assicurata è anche il beneficio di morte di un contratto di assicurazione sulla vita. Purtroppo, nel nostro Paese, la penetrazione delle assicurazioni sulla vita è ancora piuttosto bassa. Pertanto, anche l’alfabetizzazione assicurativa sulla vita è bassa. Ci sono momenti in cui una polizza viene acquistata solo perché a un parente oa un caro amico viene offerto il programma e si sentono in dovere di restituire un favore.

La domanda è: qualcuno può decidere di quanto ha bisogno per un sussidio in caso di morte? Sì, certo, ma tenendo conto dei fattori noti: sostituzione del reddito; sostegno educativo se ci sono figli minorenni; spese di ricovero finale; ed infine possibile costo del funerale.

Tuttavia, le cose sono ancora sconosciute, come quando una persona passerà e come. Per quanto morboso possa sembrare, ma la realtà della vita a volte ci colpisce in faccia proprio prima che accada.

Un mio cliente di recente ha chiesto quanto “Sum Assicurato” deve avere per assicurarsi che la sua famiglia sarà pienamente supportata nei prossimi dieci anni anche senza di lui. Abbiamo iniziato a definire quanto è disposto a sostenere ogni mese anche senza la sua presenza e ha detto, almeno P60.000 o P720.000 all’anno. Considerando l’inflazione media del 5% ogni anno, si tratta di circa P9,057 milioni.

Ci sono molte polizze di assicurazione sulla vita che sono favorevoli al flusso di cassa per raggiungere questo obiettivo a seconda dell’età dell’assicurato e del prodotto assicurativo sulla vita da utilizzare. A volte può essere opprimente, ma è comunque meglio preparare qualcosa che niente.

C’è anche un’altra strategia chiamata supporto perpetuo. Cioè, decidi tu l’importo che vuoi che i tuoi eredi ricevano ogni anno diviso per il tasso di interesse. Per quanto riguarda il tasso di interesse, assumiamo che sarà lo stesso di un deposito vincolato perché al ricevimento dell’indennità di morte, la realtà è che gli eredi non saprebbero ancora come budgetare i proventi dell’assicurazione sulla vita politica in quanto le spese finali possono essere schiaccianti.

Ad esempio, prendendo la spesa annua di P720.000, dividila per il 2%, supponendo che sarà depositata su un deposito a termine, ovvero P36 milioni. Non c’è da stupirsi che alcuni filippini tentassero la fortuna alla lotteria per la speranza di sostenere le loro famiglie perennemente.

Un’altra strategia sta prendendo l’esempio sopra: il P720.000 all’anno ma tenendo conto delle tue risorse come reddito da affari, royalties, pensione, beneficio assicurativo aziendale e altri redditi passivi che potrebbero eventualmente continuare anche senza la tua presenza. Dopo aver dedotto tutte le risorse, è il momento di calcolare una copertura assicurativa sulla vita.

Con questo approccio, il requisito dell’assicurazione sulla vita sarà inferiore e ad esempio c’è un mio precedente cliente che ha un reddito di proprietà in affitto di P40.000 ogni mese, quindi usando l’esempio sopra, il supporto mensile target è P60.000 al mese , meno il reddito da locazione mensile di P40.000 e l’importo da aumentare è solo di P20.000.

Utilizzando la strategia di sostituzione del reddito dell’assicurazione sulla vita e tenendo anche conto dell’inflazione del cinque percento ogni anno (5 percento), gli eredi possono essere coperti per dieci anni da un provento dell’assicurazione sulla vita di circa P3,02 milioni.

Per quanto possa sembrare difficile, sarà facile una volta che deciderai di sederti e studiare come vuoi che sia la vita dei tuoi eredi. Inoltre, cercare un consiglio da un pianificatore finanziario registrato aiuterà sempre.

Puoi portare via il lutto una volta che te ne sei andato? Certo che no, spesso le persone imparano semplicemente a convivere con il lutto, ma aiuterà nel loro andare avanti se non si faranno carico di dove trovare i soldi per rendere l’ultimo rispetto a una persona cara che non ha preparato nulla .

Dopo tutto, l’indennità di morte dell’assicurazione sulla vita è qualcosa da discutere sempre con il tuo agente di assicurazione sulla vita, a quel punto la tranquillità è perpetua.

Jendee de Guzman è un pianificatore finanziario registrato di RFP Filippine. Per saperne di più sulla pianificazione personale-finanziaria, partecipa al 97° programma RFP questo agosto 2022. Per informazioni, invia un’e-mail a info@rfp.ph o invia un messaggio al numero 0917-6248110.

Leave a Reply

Your email address will not be published.