San Diego Padres vicino al commercio per Juan Soto e Josh Bell

In quello che potrebbe finire come uno dei più grandi scambi nella storia del baseball, ci si aspettava che l’outfielder Juan Soto dei Washington Nationals si dirigesse ai San Diego Padres con un accordo di successo che è stato provvisoriamente accettato da entrambe le squadre martedì.

L’accordo, secondo le persone direttamente familiari con esso che non sono ancora autorizzate a parlare pubblicamente, è in attesa di alcuni fattori, inclusa l’approvazione del prima base dei Padres Eric Hosmer, la cui clausola di protezione no-trade limitata gli ha permesso di bloccare uno scambio a 10 squadre di sua scelta.

Soto, 23 anni, era stato oggetto di intense speculazioni commerciali per molte settimane. È raro che un fannullone così talentuoso e così giovane venga spedito via. La mossa più simile negli ultimi anni è stata quando i Los Angeles Dodgers hanno acquisito Mookie Betts dai Boston Red Sox, ma anche in quel caso, Betts aveva 27 anni, quattro anni più di Soto.

Ma dopo che la ricostruzione dei Nationals non è riuscita a firmare Soto per un’estensione del contratto a lungo termine – ha rifiutato l’ultimo sforzo, un accordo di 15 anni da 440 milioni di dollari che sarebbe stato il più grande contratto nella storia del baseball – la squadra ha iniziato a intrattenere offerte per il esterno. Soto dovrebbe raggiungere il libero arbitrio nel 2025, quindi una squadra in lotta lo avrebbe sotto il suo controllo per le prossime tre gare di gagliardetti anche senza un’estensione.

I Padres, con un sistema di fattoria profonda, hanno deciso di sborsare molti dei loro migliori giovani giocatori e potenziali clienti in cambio di Soto e del prima base Josh Bell, un free agent alla fine di questa stagione. Nell’accordo concordato, secondo le persone che hanno familiarità con i dettagli, i Padres manderebbero l’interbase dei Nationals CJ Abrams, il lanciatore destrorso Jarlin Susana, il lanciatore mancino MacKenzie Gore, Hosmer e gli esterni Robert Hassell III e James Wood.

Abrams, che ha fatto il suo debutto in major league ad aprile, e Gore, che di recente è arrivato nella lista della major league infortunato a causa di un infortunio al gomito, erano entrambi una volta la migliore prospettiva assoluta dei Padres. Hassell attualmente detiene quel titolo, secondo la classifica dei potenziali clienti della MLB, mentre Wood, un difensore centrale di 6 piedi e 7, è al terzo posto. Tutti (tranne Hosmer) hanno 23 anni o meno.

L’aggiunta prevista di Soto ai Padres li porterebbe alla contesa delle World Series. Dietro i Dodgers di 12 partite nella corsa della NL West fino a lunedì, San Diego è in una posizione privilegiata per conquistare uno dei tre punti jolly della lega. Soto si unirebbe a una formazione pericolosa che include la terza base All-Star Manny Machado, l’interbase Fernando Tatis Jr. (che dovrebbe tornare presto da un infortunio al polso), la seconda base All-Star Jake Cronenworth e Bell, che stava colpendo. 301 prima del commercio.

Soto, due volte All-Star, ha segnato .246 con 21 fuoricampo e una percentuale di .894 in base più colpi in 101 partite per i Nationals nel 2022. Ha vinto le World Series nel 2019, un titolo in battuta nel 2020 e l’Home Run Derby del mese scorso. Dalla sua stagione da rookie, nel 2018, solo nove giocatori hanno accumulato più vittorie rispetto alla sostituzione, secondo FanGraphs.

Hosmer, 32 anni, ha firmato un contratto di otto anni da 144 milioni di dollari con i Padres prima della stagione 2018, un segno che la franchigia in ricostruzione voleva iniziare a contendersi. Rispetto al suo tempo a Kansas City, dove ha vinto le World Series 2015, Hosmer ha ampiamente sottoperformato a San Diego, in particolare nei colpi di potenza. Ma è stato visto come un leader della squadra e ha segnato .272 in 90 partite per i Padres in questa stagione. Dopo quest’anno, gli saranno dovuti 39 milioni di dollari negli ultimi tre anni del suo contratto.

Sia che approvi l’accordo – o che i Nationals e i Padres completino comunque lo scambio – uno dei più grandi nomi del baseball sembra essere in movimento, spostando l’equilibrio dello sport.

Leave a Reply

Your email address will not be published.