Ascolta i PRIMI suoni di una pastinaca mai documentata

I rumori di clic brevi e forti emessi da una pastinaca mentre nuotava attraverso una barriera corallina al largo della costa delle Isole Gill indonesiane è la prima documentazione della creatura che produce suoni.

Un team di ricercatori svedesi e australiani ha osservato un frusta di mangrovie “parlare” mentre spostava le aperture respiratorie vicino ai suoi occhi, note come spiracoli, in un video.

La produzione di rumore delle razze, e persino degli squali, è sconosciuta, ma guardare il raggio che si allontana dalla telecamera suggerisce che il clic potrebbe essere un segno di angoscia o un meccanismo di difesa

Il team, tuttavia, non è del tutto sicuro di come il raggio della puntura faccia il rumore, ma suggeriscono che potrebbe essere contraendo gli spiracoli e aprendo le branchie contemporaneamente.

Scorri verso il basso per i video

La produzione di rumore delle razze e persino degli squali non è ascoltata, ma un video suggerisce che i rumori sono stati appena trascurati perché le creature emettono un forte clic. Nella foto è un’istantanea del raggio che è stato catturato nel video

“Se la produzione del suono si ottiene attraverso la rapida espulsione dell’acqua o un altro meccanismo interno è plausibile, ma resta da vedere, e sono necessarie ulteriori ricerche sulla morfologia interna di questi raggi”, si legge nello studio pubblicato sulla rivista Ecology.

Il percorso verso questa scoperta storica è iniziato nel 2018 quando lo scienziato marino Joni Pini-Fitzsimmons, che sta guidando il lavoro, ha ricevuto un video della mangrovia.

Senza pensarci troppo, l’hanno messo in secondo piano per un’altra volta.

Tuttavia, è stato solo quando hanno sentito lo stesso forte clic da un’altra mangrovia in una clip condivisa su Instagram che il team ha deciso di scavare.

Il team, tuttavia, non è del tutto sicuro di come la razza faccia il rumore, ma propone che potrebbe essere contraendo gli spiracoli e aprendo le branchie contemporaneamente

Il team, tuttavia, non è del tutto sicuro di come la razza faccia il rumore, ma propone che potrebbe essere contraendo gli spiracoli e aprendo le branchie contemporaneamente

Pini-Fitzsimmons e i suoi colleghi hanno setacciato i dati sulle razze per trovare qualcosa che somigliasse ai rumori.

“Per quanto ne sappiamo, non è qualcosa che è stato registrato o pubblicato in precedenza”, ha detto Pini-Fitzsimmons. “Non sono del tutto sicuro del perché sarebbe.”

Pini-Fitzsimmons teorizza che gli esseri umani abbiano già sentito il suono durante lo snorkeling, ma a causa dell’attrezzatura che produce i propri rumori, il clic è stato trascurato.

«Anche altre specie simili possono produrre suoni, ma le registrazioni aneddotiche potrebbero non essere ancora venute alla luce; Pertanto il nostro articolo può servire a portare alla luce ulteriori esempi da parte del pubblico e dei ricercatori’, si legge nello studio.

Le razze si trovano in tutto il mondo e sono disponibili in diverse dimensioni, con una catturata in Cambogia che si ritiene sia il pesce d’acqua dolce più grande del mondo.

A giugno, un pescatore ha agganciato un’enorme pastinaca che pesa 661 libbre e misura 13 piedi di lunghezza, battendo il precedente record di un pesce gatto, scoperto in Thailandia nel 2005, che ha raggiunto i 646 libbre.

Le razze si trovano in tutto il mondo e sono disponibili in diverse dimensioni, con una catturata in Cambogia che si ritiene sia il pesce d'acqua dolce più grande del mondo.  A giugno, un pescatore ha agganciato un'enorme pastinaca che pesa 661 libbre e misura 13 piedi di lunghezza

Le razze si trovano in tutto il mondo e sono disponibili in diverse dimensioni, con una catturata in Cambogia che si ritiene sia il pesce d’acqua dolce più grande del mondo. A giugno, un pescatore ha agganciato un’enorme pastinaca che pesa 661 libbre e misura 13 piedi di lunghezza

La razza, soprannominata “Boramy” o “luna piena” in lingua Khmer, è stata impigliata nel fiume Mekong, famoso per ospitare varie specie di grandi pesci.

Un team di scienziati del progetto di ricerca Wonders of Mekong ha aiutato ad etichettare, misurare e pesare il raggio prima che venisse rilasciato nel fiume.

Meraviglie del leader del Mekong Zeb Hogan ha detto all’AFP: “I pesci grossi a livello globale sono in pericolo. Sono specie di alto valore. Richiedono molto tempo per maturare. Quindi, se vengono pescati prima che maturino, non hanno la possibilità di riprodursi.

“Molti di questi grandi pesci sono migratori, quindi hanno bisogno di vaste aree per sopravvivere. Sono influenzati da cose come la frammentazione dell’habitat dalle dighe, ovviamente influenzata dalla pesca eccessiva.

“Quindi circa il 70 per cento dei pesci giganti d’acqua dolce a livello globale sono minacciati di estinzione e tutte le specie del Mekong.”

Leave a Reply

Your email address will not be published.