Entro il 2050, le città lungo il Golfo e la costa orientale avranno 10 VOLTE più giorni di inondazioni di alta marea all’anno

Si prevede che oltre 56 milioni di persone che vivono lungo la costa orientale degli Stati Uniti e il Golfo del Messico sperimenteranno almeno 10 volte la quantità di giorni di inondazione da alta marea entro il 2050 a causa dell’innalzamento del livello del mare a causa del cambiamento climatico.

L’avvertimento è stato rivelato in un rapporto della National Oceanic Administrative Association (NOAA) che ha rilevato che queste regioni hanno registrato un aumento di oltre il 150% del numero di giorni di inondazioni da alta marea (HTF) dal 2000.

Sebbene ci siano dozzine di comunità costiere a rischio, si prevede che le città della Virginia e del Texas saranno le più colpite con un massimo di 124 giorni in più all’anno di acqua che scorre per le strade e gorgoglia dalle acque piovane – si prevede che Eagle Point e Galveston Bay, in Texas avere fino a 230 giorni nel 2050 dai suoi attuali cinque o sei giorni di inondazioni HTF all’anno.

Poiché si prevede che il livello del mare aumenterà di un piede entro i prossimi 25 anni, si prevede che entro il 2050 le città costiere della nazione vedranno una media di 45-70 inondazioni all’anno, rispetto alle tre-sette stimate nel 2023 .

Ci sono 87 milioni, ovvero il 29 per cento della popolazione degli Stati Uniti, che vivono nelle contee costiere con oltre 41 milioni nell’Atlantico e 32 milioni nelle aree del Pacifico.

Scorri verso il basso per il video

Entro il 2050, la maggior parte della costa orientale e degli stati del Golfo vivrà almeno 10 volte il numero di giorni

Un rapporto della NOAA avverte che le città costiere lungo l’Atlantico e il Golfo del Messico sperimenteranno 10 volte più giorni di inondazioni di alta marea entro il 2050 (a destra) a causa dell’innalzamento del livello del mare. Questo è confrontato con 2000 (a sinistra)

Eagle Point, Galveston Bay, Texas, ha visto fino a 30 giorni di HTF nel 2020, ma con l'innalzamento del livello del mare, ma potrebbe vedere fino a 230 giorni entro il 2050

Eagle Point, Galveston Bay, Texas, ha visto fino a 30 giorni di HTF nel 2020, ma con l’innalzamento del livello del mare, ma potrebbe vedere fino a 230 giorni entro il 2050

Queste statistiche sono state pubblicate nel rapporto annuale della NOAA sull’innalzamento del livello del mare che mostra che le inondazioni lungo l’Oceano Atlantico e la costa del Golfo ora si verificano due volte più frequentemente rispetto a 22 anni fa.

L’alta marea è diversa dalle inondazioni associate ai disastri naturali, in quanto non sono così catastrofiche, ma gli eventi potrebbero costringere le persone che vivono nelle comunità costiere ad abbandonare le loro case e spostarsi nell’entroterra.

Gli HTF, noti anche come inondazioni “maree da re”, fastidio” o “giornata di sole”, sono definiti quando le maree raggiungono ovunque tra 1,75 e due piedi sopra l’alta marea media giornaliera e iniziano a riversarsi sulle strade o a gorgogliare dalle fognature.

“Mentre l’innalzamento del livello del mare continua, le inondazioni dannose verificatesi decenni fa solo durante una tempesta ora si verificano più regolarmente, come durante la luna piena o con un cambiamento nei venti o nelle correnti prevalenti”, ha condiviso la NOAA in un comunicato stampa.

La mappa evidenzia le prime cinque città costiere del Golfo e della costa orientale che vedranno la maggior parte dei giorni di inondazioni da alta marea entro il 2050

La mappa evidenzia le prime cinque città costiere del Golfo e della costa orientale che vedranno la maggior parte dei giorni di inondazioni da alta marea entro il 2050

I dati prevedono che il livello del mare aumenterà di un piede entro i prossimi 25 anni.  Questo grafico mostra quali aree vedranno il più alto aumento di livelli

I dati prevedono che il livello del mare aumenterà di un piede entro i prossimi 25 anni. Questo grafico mostra quali aree vedranno il più alto aumento di livelli

Le prime 5 città costiere orientali ad avere i giorni di inondazione più alti all’anno entro il 2050

1. Lewisetta, Virginia: 141

2. Windmill Point, Virginia: 136

3. Annapolis, Maryland: 115

4. Isola di Salomone, Maryland: 131

5. Sewell’s Point, Virginia: 124

Eagle Point, Galveston Bay, Texas, ha visto fino a 30 giorni di HTF nel 2020, ma con l’innalzamento del livello del mare, ma potrebbe vedere fino a 230 giorni entro il 2050.

Tre diverse località monitorate dalla NOAA hanno pareggiato o interrotto i precedenti giorni HTF da maggio 2021 ad aprile 2022.

Sulla costa atlantica, a Reedy Point, nel Delaware, ha battuto il record precedente con sei eventi e Springmaid Pier, nella Carolina del Sud, vicino a Myrtle Beach, ha stabilito il record del 2021 con 11 eventi di inondazione di alta marea.

E l’isola di Kwajalein, nel Pacifico, ha avuto quattro giorni HTF, anche un evento in più rispetto al 2021.

L’inondazione dell’HTF inferiore lungo la costa occidentale e le isole degli Stati Uniti del Pacifico, tuttavia, è dovuta agli effetti persistenti di La Niña, ma questo è solo temporaneo.

Questo è un evento meteorologico periodico che colpisce le tracce delle tempeste costiere e porta una temperatura della superficie dell’oceano più fresca del normale e un’altezza della superficie del mare inferiore al normale lungo parti dell’Oceano Pacifico, compresi gli Stati Uniti occidentali.

Nicole LeBoeuf, direttrice del National Ocean Service della NOAA, ha dichiarato in una dichiarazione: “Le coste orientali e del Golfo subiscono già il doppio dei giorni di inondazioni di alta marea rispetto all’anno 2000, inondando le coste, le strade e gli scantinati e danneggiando le infrastrutture critiche.

“Dato che il livello del mare continua a salire, la NOAA si impegna a collaborare con le comunità costiere per fornire le informazioni sul mareografo e gli strumenti di cui hanno bisogno per affrontare il problema, sia ora che nei prossimi anni”.

L'alta marea è diversa dalle inondazioni associate ai disastri naturali, in quanto non sono così catastrofiche, ma gli eventi potrebbero costringere le persone che vivono nelle comunità costiere ad abbandonare le loro case e spostarsi nell'entroterra.  Nella foto un uomo che fa kayak per le strade di Annapolis, nel Maryland, lo scorso ottobre

L’alta marea è diversa dalle inondazioni associate ai disastri naturali, in quanto non sono così catastrofiche, ma gli eventi potrebbero costringere le persone che vivono nelle comunità costiere ad abbandonare le loro case e spostarsi nell’entroterra. Nella foto un uomo che fa kayak per le strade di Annapolis, nel Maryland, lo scorso ottobre

Nella foto c'è l'inondazione dell'alta marea a Grand Isle, in Louisiana, nel 2021. Gli esperti prevedono che quest'area vedrà fino a 201 giorni di inondazioni all'anno entro il 2050

Nella foto c’è l’inondazione dell’alta marea a Grand Isle, in Louisiana, nel 2021. Gli esperti prevedono che quest’area vedrà fino a 201 giorni di inondazioni all’anno entro il 2050

Lewisetta, in Virginia, è un altro che ha reso le prime cinque posizioni più a rischio, che potrebbero vedere fino a 141 giorni da soli 10 nel 2020.

Le prime 5 città costiere del Golfo ad avere i giorni di inondazione più alti all’anno entro il 2050

1. Eagle Point, Galveston Bay, Texas: 230

2. Grand Isle, Louisiana: 201

3. Galveston Pier 21, Texas: 170

4. Morgan’s Point, Barbour’s Cut, Texas: 134

5. Sabine Pass North, Texas 125

LeBoeuf ha preso parte a un rapporto separato della NOAA sull’innalzamento del livello del mare, pubblicato a febbraio, ha affermato in una sintesi del rapporto che si prevede che le inondazioni dannose tipiche del livello del mare, delle condizioni meteorologiche e delle infrastrutture di oggi si verificheranno più di 10 volte più spesso nel prossimo 30 anni.

“Non commettere errori: l’innalzamento del livello del mare è alle porte”, ha detto.

Detto in altro modo, ha affermato LeBoeuf, un singolo evento alluvionale che potrebbe danneggiare la proprietà o il commercio nelle aree costiere del sud-est degli Stati Uniti ogni quattro o cinque anni in media dovrebbe colpire da quattro a cinque volte l’anno entro il 2050.

L’aumento previsto è particolarmente allarmante dato che nel 20° secolo, i mari lungo la costa atlantica sono aumentati al picco più rapido degli ultimi 2000 anni.

Tuttavia, il peggiore aumento del livello del mare a lungo termine dovuto allo scioglimento delle calotte glaciali in Antartide e Groenlandia probabilmente non si verificherà fino a dopo il 2100, ha affermato l’oceanografo dei servizi oceanici William Sweet, autore principale del rapporto.

L’acqua più calda si espande e lo scioglimento delle calotte glaciali e dei ghiacciai aggiunge più acqua agli oceani del mondo.

Il rapporto “è l’equivalente del NOAA che invia una bandiera rossa” sull’accelerazione dell’innalzamento del livello del mare, ha affermato Andrea Dutton, geoscienziato dell’Università del Wisconsin-Madison, specialista nell’innalzamento del livello del mare che non faceva parte del rapporto federale. Le inondazioni costiere che gli Stati Uniti stanno vedendo ora “verranno portate a un livello completamente nuovo in appena un paio di decenni”.

“Possiamo vedere questo treno merci arrivare da più di un miglio di distanza”, ha detto Dutton in una e-mail. “La domanda è se continuiamo a lasciare che le case scivolino nell’oceano”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.