La scuola indiana affronta un’indagine criminale sulle preghiere islamiche



Una scuola privata in India è indagata dalla polizia in base a una controversa legge sulla conversione religiosa per aver tenuto preghiere multireligiose che includevano la dichiarazione di fede islamica, ha detto martedì un ufficiale.

Il video sui social media mostrava gli studenti della Florets International School di Kanpur che recitavano preghiere che includevano testi di quattro fedi principali: induismo, islam, cristianesimo e sikhismo.

Diversi abiti indù di destra e genitori indù hanno tenuto proteste di strada in città durante il fine settimana.

La conversione religiosa è stata a lungo un punto critico in India, che è a maggioranza indù ma ha anche la seconda popolazione musulmana del mondo.

Talvolta le tensioni nelle comunità sono aumentate e negli ultimi anni i gruppi estremisti indù ei governi locali guidati dal Bharatiya Janata Party (BJP) del primo ministro Narendra Modi hanno acuito il loro attacco contro il proselitismo.

La scuola si trova nello stato dell’Uttar Pradesh, governato dal BJP, che l’anno scorso ha approvato una legge che criminalizza tutte le conversioni religiose senza la previa approvazione dello stato, una legge che secondo i critici era presa di mira contro i musulmani.

Martedì la polizia ha detto che il direttore della scuola era indagato ai sensi della legge per aver offeso le credenze religiose in seguito alle accuse di genitori indù secondo cui la scuola stava “preparando” gli studenti a convertirsi all’Islam.

“Abbiamo agito su una denuncia ricevuta dai genitori indù che si opponevano alle preghiere islamiche”, ha detto all’AFP Nishank Sharma, assistente del commissario di polizia di Kanpur.

Sharma ha detto che un’indagine è stata aperta ma non sono stati ancora effettuati arresti.

La pratica di recitare testi religiosi è stata interrotta nella scuola a seguito della denuncia, ha aggiunto l’ufficiale.

La scuola ha respinto l’accusa di conversione e ha insistito sul fatto che le preghiere multi-religiose erano state recitate nell’istituto per oltre un decennio e miravano a inculcare un senso di armonia religiosa tra gli studenti.

“Seguiamo la tradizione dal 2003 ma nessuno si è opposto. Abbiamo interrotto le preghiere dopo che alcuni genitori si sono lamentati venerdì”, ha detto ai giornalisti il ​​preside della scuola Ankita Yadav.

Molti stati governati dal BJP hanno approvato leggi contro la conversione religiosa tra le affermazioni di gruppi di destra indù secondo cui gruppi islamici stavano cospirando per convertire gli indù per aumentare la popolazione musulmana dell’India.

Leave a Reply

Your email address will not be published.