Spread a termine, condizioni finanziarie, petrolio e probabilità di recessione basate sul profitto

Con l’inizio di luglio, è interessante notare che le elevate probabilità di recessione in 12 mesi non derivano dagli spread, né dalle condizioni finanziarie, ma dai prezzi del petrolio.

Figura 1: Probabilità di recessione da regressione probit su spread 10 anni-2 anni (blu), spread 10 anni-3 mesi (verde) e spread 10 anni-2 anni più Chicago Fed Financial Condition Index (marrone chiaro), per un orizzonte di 12 mesi, stimata 1976M06-2022M07. NBER ha definito le date di recessione da picco a minimo ombreggiate in grigio. Linea orizzontale rossa al 33%. Fonte: Calcoli degli autori basati sui dati della Figura 2.

Mentre la probabilità di recessione nel 23M07 è ora più alta per il 10yr-3mo (a causa del calo di questo spread), rimane ancora al di sotto del 28,8% proveniente dal 10yr-2yr (vedi questo articolo su 2s10s vs 3m10s). L’avviso che include l’indice delle condizioni finanziarie riduce la probabilità.

Figura 2: Spread del Tesoro a 10-2 anni (blu), Spread del Tesoro a 10-3 mesi (verde), entrambi in %, e Indice delle condizioni finanziarie nazionali della Fed di Chicago (marrone chiaro). Tre mesi Treasury è rendimento sul mercato secondario, serie FRED TB3MS. NBER ha definito le date di recessione da picco a minimo ombreggiate in grigio. Fonte: Treasury, Chicago Fed tramite FRED, NBER e calcoli dell’autore.

Perché allora molti previsori indicano un’alta probabilità di recessione. In alcuni sono le curve dei rendimenti esteri, le configurazioni di inflazione o disoccupazione. Un grande determinante sono i prezzi del petrolio; se si aggiunge alla specifica 10-2 anni il prezzo relativo del petrolio (da WTI a CPI core), si aggiunge alle previsioni la linea rossa sottostante.

Figura 3: Probabilità di recessione da regressione probit su spread 10 anni-2 anni (blu), spread 10 anni-3 mesi (verde), spread 10 anni-2 anni più Chicago Fed Financial Condition Index (marrone chiaro), spread 10 anni-2 anni più prezzo relativo del petrolio (grassetto rosso ), per un orizzonte di 12 mesi, stimato 1976M06-2022M07. Il prezzo del petrolio WTI di luglio fino al 23/7 e l’IPC core di luglio è ora stabilito dalla Fed di Cleveland. NBER ha definito le date di recessione da picco a minimo ombreggiate in grigio. Linea orizzontale rossa al 33%. Fonte: Calcoli degli autori basati sui dati della Figura 2.

Utilizzando una soglia del 33%, questa specifica mancherebbe le recessioni del 1990, 2001 e 2020, ma catturerebbe le altre. Sicuramente una ricerca più ampia produrrebbe una specifica che coglie le altre recessioni: una variazione di 3 mesi dei prezzi nominali del petrolio cattura il 1990, 2001, ma ignora le recessioni del 2007 e del 2020 (e si avvicina alla previsione di una recessione nel 2021M03).

La linea di fondo è che gli spread a termine e le condizioni finanziarie non sono attualmente la ragione per cui la maggior parte dice che c’è un’alta probabilità di recessione; i prezzi del petrolio sono fondamentali per spingere le stime di probabilità oltre la soglia.

(Al contrario, si noti che stavo ottenendo oltre il 40% di probabilità di recessione entro il 2020M06, nel 2019, utilizzando solo uno spread a termine di 10 anni-3 mesi).

Leave a Reply

Your email address will not be published.