Colloquio di mercato – 4 agosto 2022

ASIA:

Un’indagine privata ha mostrato che la crescita nel settore dei servizi dominante in India è rallentata bruscamente a luglio, appesantita da forti pressioni inflazionistiche e da una domanda più debole, portando a un ulteriore calo delle aspettative delle imprese. L’indice dei gestori degli acquisti di S&P Global India Services è sceso a 55,5 a luglio da 59,2 di giugno, il più basso da marzo e al di sotto delle aspettative in un sondaggio Reuters di 58,5. Ma l’indice è stato al di sopra della soglia di 50 che separa la crescita dal calo per un anno, ei dati di luglio sono stati superiori alla media di lungo termine. Come molti altri paesi, la terza economia più grande dell’Asia è alle prese con l’impennata dell’inflazione – ai massimi da quasi un decennio – esacerbata dall’aumento dei prezzi delle materie prime. Una rupia più debole ha ulteriormente aumentato l’inflazione importata. La Reserve Bank of India (RBI) ha iniziato il suo ciclo di inasprimento a maggio, in ritardo rispetto alla maggior parte dei suoi concorrenti, ma si prevede che avvierà successivi aumenti per combattere l’inflazione.

I principali mercati azionari asiatici hanno avuto oggi una giornata mista:

  • NIKKEI 225 è aumentato di 190,30 punti o dello 0,69% a 27.932,20
  • Shanghai è aumentata di 25,37 punti o dello 0,80% a 3.189,04
  • Hang Seng è aumentato di 406,95 punti o del 2,06% a 20.174,04
  • ASX 200 è diminuito di 1,00 punti o -0,01% a 6.974,90
  • Kospi è aumentato di 11,66 punti o dello 0,47% a 2.473,11
  • SENSEX è diminuito di 51,73 punti o -0,09% a 58.298,80
  • Nifty50 è diminuito di 6,15 punti o -0,04% a 17.382,00

I principali mercati valutari asiatici hanno avuto oggi una giornata mista:

  • L’AUDUSD è aumentato di 0,0033 o dello 0,48% a 0,69760
  • NZDUSD è aumentato di 0,00337 o dello 0,54% a 0,63037
  • USDJPY è diminuito di 1,047 o -0,78% a 133,048
  • USDCNY è diminuito di 0,00865 o -0,13% a 6,75185

Metalli preziosi:

l L’oro è aumentato di 28,89 USD/toz. o 1,64% a 1.795,71

l L’argento è aumentato di 0,188 USD/t. once o 0,94% a 20.260

Alcune notizie economiche di ieri sera:

Giappone:

L’acquisto di obbligazioni estere è diminuito da 112,0 miliardi a 37,1 miliardi

Gli investimenti esteri in azioni giapponesi sono diminuiti da 297,6 miliardi a -120,3 miliardi

Australia:

Le esportazioni (mensile) (giugno) sono diminuite dall’8,9% al 5,1%

Le importazioni (Mensile) (giugno) sono diminuite dal 5,0% allo 0,7%

La bilancia commerciale (giugno) è aumentata da 15,016 miliardi a 17,670 miliardi

EUROPA/EMEA:

L’OPEC+ aumenterà il suo obiettivo di produzione di petrolio di 100.000 barili al giorno, una battuta d’arresto secondo gli analisti è una battuta d’arresto per il presidente degli Stati Uniti Joe Biden dopo il suo viaggio in Arabia Saudita, dove ha chiesto al leader del gruppo di produttori di pompare di più per aiutare gli Stati Uniti e l’economia mondiale. L’aumento di 100.000 barili al giorno sarà uno dei più piccoli da quando sono state introdotte le quote OPEC nel 1982, secondo i dati OPEC. L’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio e i suoi alleati guidati dalla Russia, un gruppo noto come OPEC+ formatosi nel 2017, hanno aumentato la produzione di circa 430.000 a 650.000 barili al giorno in un mese, ponendo fine ai tagli record dell’offerta verificatisi dopo la fine del il blocco pandemico.

Meno di un mese dopo aver alzato i tassi di interesse per la prima volta in oltre un decennio, i trader scommettono che la Banca centrale europea è già a un terzo del suo ciclo di inasprimento. I mercati monetari indicano che la banca centrale aumenterà i tassi di altri 100 punti base, o 1 punto percentuale. È circa la metà di quanto ci si aspettava a fine luglio. I funzionari della BCE hanno aumentato i tassi di 50 punti base il mese scorso, ma da allora sempre più economisti hanno previsto che la zona euro soccomberà alla recessione quest’anno, limitando la capacità della banca centrale di inasprire la politica. La combinazione di un aumento più contenuto dei tassi di interesse e di una recessione incombente ha portato gli investitori a vendere l’euro e acquistare titoli di Stato. Le banconote tedesche a due anni stanno cedendo lo 0,21%, il più basso da maggio. L’euro si è indebolito dello 0,2% a 1,0238$.

Le principali borse europee hanno avuto una giornata verde:

l CAC 40 è aumentato di 41,33 punti o dello 0,64% a 6.513,39

l FTSE 100 è aumentato di 2,38 punti o dello 0,03% a 7.448,06

l DAX 30 è aumentato di 75,12 punti o dello 0,55% a 13.662,68

I principali mercati valutari europei hanno avuto oggi una giornata mista:

  • EURUSD è aumentato di 0,00888 o dello 0,87% a 1,02479
  • GBPUSD è aumentato di 0,00302 o 0,25% a 1,21707
  • USDCHF è diminuito di 0,00594 o -0,62% a 0,95456

Alcune notizie economiche dall’Europa oggi:

Germania:

Gli ordini di fabbrica tedeschi (mensile) (giugno) sono diminuiti da -0,2% a -0,4%

IHS S&P Global Construction PMI (luglio) è diminuito da 45,9 a 43,7

UK:

Il PMI costruzioni (luglio) è diminuito da 52,6 a 48,9

Decisione sul tasso di interesse della BoE (agosto) aumentata dall’1,25% all’1,75%

USA/AMERICA:

Le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione sono arrivate a 260.000 la scorsa settimana, segnando un massimo che non si vedeva negli Stati Uniti da novembre. La settimana prima è stata rivista al rialzo di 6.000, secondo il Dipartimento del Lavoro. Il Bureau of Labor Statistics rilascerà il rapporto sui libri paga non agricoli molto seguito per luglio questo venerdì. Gli analisti prevedono che la crescita dell’occupazione ha raggiunto 258.000 il mese scorso, in calo rispetto ai 372.000 di giugno.

Il disavanzo commerciale di beni e servizi negli Stati Uniti è sceso a giugno a 79,6 miliardi di dollari, in leggero calo rispetto al disavanzo di 5,3 miliardi di dollari del mese precedente. Le esportazioni sono aumentate a un massimo di $ 260,8 miliardi o 1,7%, secondo il Dipartimento del Commercio, mentre le importazioni sono scese a $ 340,4 miliardi o 0,3%.

Il mercato USA chiude:

  • Dow è sceso di 85,68 punti o -0,26% a 32.726,82
  • S&P 500 è sceso di 3,23 punti o -0,08% a 4.151,94
  • Il Nasdaq è avanzato di 52,42 punti o dello 0,41% a 12.720,58
  • Russell 2000 è sceso di 2,47 punti o -0,13% a 1.906,46

Chiusura del mercato canadese:

  • TSX Composite è avanzato di 31,1 punti o dello 0,16% a 19.577,04
  • TSX 60 avanzato 2,71 punti o 0,23% a 1.184,05

Chiusura del mercato brasiliano:

  • Bovespa avanza di 2.117,54 punti ovvero del 2,04% a 105.892,22

ENERGIA:

Giornata negativa per i mercati petroliferi:

l Il petrolio greggio è diminuito di 2,26 USD/BBL o -2,49% a 88,573

l Il Brent è sceso di 2,85 USD/BBL o -2,94% a 94,055

l Il gas naturale è diminuito di 0,078 USD/MMBtu o -0,94% a 8,1821

l La benzina è diminuita di 0,1285 USD/GAL o -4,41% a 2,7884

l L’olio da riscaldamento è diminuito di 0,0927 USD/GAL o -2,71% a 3,3285

I dati di cui sopra sono stati raccolti intorno alle 14:58 EST di giovedì

l I migliori guadagni di materie prime: platino (3,61%), cacao (2,98%), semi di soia (3,66%) e zinco (5,65%)

l Principali perdenti in materie prime: Brent (-2,94%), Bitume (-2,85%), Gasolio (-2,71%) e Benzina (-4,41%)

I dati di cui sopra sono stati raccolti intorno alle 15:04 EST di giovedì.

OBBLIGAZIONI:

Giappone 0,175% (-1,4 pb), Stati Uniti 2 3,03% (-0,078%), Stati Uniti 10 2,6720% (-7,6 pb); US 30’s 2,96% (-0,019%), Bund 0,8090% (-6,5 pb), Francia 1,3520% (-8,8 pb), Italia 2,969% (-5,4 pb), Turchia 16,72% (-9 pb), Grecia 2,977% (- 6,9 pb), Portogallo 1,849% (-7,5 pb); Spagna 1,925% (-6,3 pb) e Gilt britannici 1,8870% (-2,6 pb).

« Colloquio di mercato – 3 agosto 2022

Leave a Reply

Your email address will not be published.