Il Bangladesh stringe la cintura mentre incombe la crisi del Forex – The Diplomat

Tra il calo delle riserve valutarie a causa dell’aumento delle fatture di importazione, il Bangladesh ha chiesto un prestito di 4,5 miliardi di dollari dal Fondo monetario internazionale (FMI).

Secondo gli economisti, che hanno partecipato a una recente discussione al Center for Policy Dialogue di Dhaka, il Bangladesh sta affrontando una “crisi economica”, che non finirà presto quando anche l’economia globale sarà in subbuglio.

La crisi non è stata inaspettata, a quanto pare. “Ci aspettavamo un deterioramento del disavanzo delle partite correnti a causa delle minori rimesse, della minore domanda di esportazioni e, naturalmente, degli alti prezzi del carburante e dei generi alimentari”, secondo un analista sovrano di Moody’s a Singapore.

Il 27 luglio, il primo ministro del Bangladesh Sheikh Hasina ha affermato che la crisi non era imminente. Il paese ha riserve di valuta estera sufficienti per importare cibo per sei-nove mesi, ha affermato. “Abbiamo soldi nelle nostre mani per importare cereali e altri prodotti alimentari (articoli essenziali) per almeno tre mesi durante qualsiasi crisi”.

Tuttavia, i segnali di una crisi economica sono evidenti. Il costo del dollaro USA rispetto al taka del Bangladesh è aumentato notevolmente e la valuta del Bangladesh viene svalutata quasi ogni settimana. Un dollaro, che a maggio valeva circa 85-90 taka, viene ora venduto a 112 taka nel mercato del marciapiede.

Ti piace questo articolo? Clicca qui per iscriverti per l’accesso completo. Solo $ 5 al mese.

La riserva forex del Bangladesh è recentemente scesa al di sotto dei 40 miliardi di dollari per la prima volta in due anni. In mezzo alla pandemia di COVID-19, le riserve forex hanno superato i 48 miliardi di dollari nell’agosto 2021, il valore più alto mai registrato nella storia del Bangladesh. Da allora è in calo.

Ciò è in gran parte dovuto al deficit commerciale. Anche se i proventi delle esportazioni hanno raggiunto il record di $ 52,08 miliardi nell’anno fiscale 2021-2022, anche il deficit commerciale ha registrato un massimo di $ 33 miliardi. L’elevato disavanzo commerciale è in una certa misura una ricaduta della guerra Russia-Ucraina, che ha colpito l’approvvigionamento di cibo e carburante in tutto il mondo. L’inflazione globale ha influito anche sulle riserve del Bangladesh.

Le rimesse estere sono l’ancora di salvezza del Bangladesh. Secondo la Banca mondiale, il Bangladesh è il settimo paese destinatario di rimesse più alto al mondo. I suoi afflussi di rimesse hanno raggiunto il record di $ 24,77 miliardi nell’anno fiscale 2020-21, ma sono scesi a $ 21,03 miliardi l’anno successivo.

Il Bangladesh è elencato come uno dei 30 principali paesi di riciclaggio di denaro al mondo. Alcuni analisti descrivono questo problema come il cancro della sua economia. Secondo il think tank statunitense Global Financial Integrity (GFI), il Bangladesh è tra i paesi più colpiti dal flagello del riciclaggio di denaro basato sul commercio. Le statistiche della GFI indicano che il Bangladesh ricicla in media 7,53 miliardi di dollari all’anno attraverso il commercio internazionale.

Un recente rapporto della Banca nazionale svizzera (BNS) afferma che “la quantità di denaro depositata dai bengalesi in varie banche in Svizzera ammontava a 871,1 milioni di franchi svizzeri” (circa $ 916,92 milioni) alla fine del 2021. Il rapporto rivela che l’importo aumentato di 310 milioni di dollari in un solo anno.

Attualmente, il Bangladesh ha oltre 90 miliardi di dollari di debito estero. Il suo debito è raddoppiato negli ultimi cinque anni a causa della realizzazione di mega progetti infrastrutturali. Questi progetti, che fanno parte della strategia “More Development Less Democracy” del governo della Awami League (AL), hanno consentito all’AL di manipolare e vincere le elezioni generali nel 2014 e nel 2018.

Questi mega progetti potrebbero ora diventare una delle principali fonti di preoccupazione per il governo. Dovrà trovare la valuta estera per ripagare i debiti contratti su questi progetti.

Secondo Debapriya Bhattacharya, illustre collega al CPD e coordinatore della Piattaforma dei cittadini per gli SDG, “Il Bangladesh potrebbe affrontare gravi shock nel 2024 e nel 2026 per quanto riguarda il rimborso del debito estero di 20 grandi mega progetti”. Ciò equivale a circa 43 miliardi di dollari dovuti principalmente a Russia, Giappone e Cina.

Con una crisi economica incombente, il governo del Bangladesh ha iniziato ad adottare misure per frenare la spesa in valuta estera. La Bangladesh Bank ha rafforzato la sua politica di importazione per articoli di lusso e non essenziali come veicoli utilitari sportivi, lavatrici e condizionatori d’aria.

Intanto il governo Hasina taglia le spese dei suoi funzionari. I viaggi all’estero di funzionari governativi sono stati annullati. È stato chiesto loro di ridurre del 20% il consumo di elettricità e di limitare il numero di veicoli che utilizzano.

Ti piace questo articolo? Clicca qui per iscriverti per l’accesso completo. Solo $ 5 al mese.

Come parte delle sue misure di austerità, Hasina ha chiesto interruzioni programmate dell’elettricità in tutto il paese, sebbene il suo governo abbia celebrato per la prima volta nella storia del Bangladesh a marzo la copertura dell’elettricità al 100%. Alcune centrali elettriche sono state chiuse per ridurre il consumo di carburante.

Inoltre, il governo ha classificato i suoi progetti di sviluppo in tre gruppi. I progetti quasi completati (categoria A) continueranno, mentre i progetti di categoria B possono utilizzare solo fino al 75% del budget. I progetti di categoria C rimarranno sospesi fino all’attenuazione della crisi economica.

Il governo AL ha iniziato ad adottare misure in previsione di una crisi economica. Impedirà al Bangladesh di seguire la strada dello Sri Lanka?

Leave a Reply

Your email address will not be published.