Il lavoro di Vin Scully ha motivato molti nell’organizzazione degli Angeli

Vin Scully è sempre stata più della semplice voce del baseball dei Dodgers. Era un’icona, un amico, una leggenda, un mentore, forse anche solo un volto amico che trattava tutti coloro che incontrava con rispetto, umiltà e gentilezza. Era più di quanto le parole potessero trasmettere correttamente. Bastava incontrarlo, o forse solo ascoltarlo il giorno della partita, per sentire l’effetto Vin Scully.

Scully è morta martedì all’età di 94 anni. La notizia ha scosso l’organizzazione dei Dodgers e tutto il baseball. Entro mercoledì, le squadre delle major, inclusi gli Angels di Anaheim, hanno reso omaggio all’amata emittente.

Per molti, Scully è stata la loro introduzione allo sport. Per altri, è stato l’ispirazione per le loro carriere. Per alcuni era entrambi. E quell’impatto è andato oltre il baseball.

Patrick O’Neal — che sta lavorando nella sua prima stagione come emittente play-by-play degli Angels, la sua nona stagione in assoluto con gli Angels — è cresciuto ascoltando le chiamate di Scully.

“È così che mi sono innamorato del gioco del baseball e Vin Scully è davvero il motivo per cui volevo diventare un’emittente televisiva”, ha detto O’Neal.

O’Neal, che in precedenza ha lavorato come giornalista e giornalista dei Dodgers per nove anni, ha incontrato Scully per la prima volta nel 2005.

“Ci ha toccato tutti così tanto”, ha detto O’Neal. “Ha avuto un impatto sulla vita di tutti qui nel sud della California. È il più grande conduttore televisivo di tutti i tempi. Non solo baseball. Era la persona più gentile. Ti avrebbe incontrato per la prima volta e non avrebbe mai dimenticato il tuo nome”.

Matt Vasgersian ha ricordato il primo incontro con Scully come fan. Ora anche un’emittente televisiva degli Angels e un’emittente nazionale della rete MLB, Vasgersian ha vinto un concorso mentre era alla USC per chiamare ha aiutato un inning di una partita dei Dodgers nel 1989 su un registratore con Al Downing. Incontrò Scully quel giorno.

Circa 10 anni dopo, Vasgersian ha ricordato di essere riuscito a convocare una partita dei Brewers-Dodgers al Dodger Stadium – Vasgersian ha chiamato i giochi per i Brewers, la prima squadra per cui ha lavorato nella sua prima stagione come emittente televisiva della major league – e di aver sentito Scully chiamare le stesse giocate di lui dalla cabina accanto al suo.

“Mi è sembrato così commovente in quel momento, come se non avessi motivo di essere qui”, ha detto Vasgersian. “In realtà sto annunciando lo stesso evento annunciato da Vin Scully.

“Non si trattava mai di lui,” Vasgersian ricordò della personalità di Scully. “Era il migliore, sapeva di essere il migliore. … Non ha mai avuto bisogno di ricordare a nessuno chi fosse o quanto fosse bravo.

L’impatto di Scully è andato ben oltre la cabina. Anche allenatori e giocatori di tutto il campionato volevano conoscerlo e conoscerlo.

Il manager ad interim degli Angels Phil Nevin ha iniziato la sua conferenza stampa post-partita martedì volendo parlare di Scully.

Nevin ha detto che uno dei suoi ricordi più belli è stato sentire Scully pronunciare il suo nome in una trasmissione tre anni dopo la sua carriera in major league.

“Sembrava, ‘Wow'”, ha detto Nevin, “‘Sono nei campionati più importanti.’ “

Il picchiatore degli angeli Mike Trout si è preso il tempo di riconoscere Scully prima della partita mercoledì.

“È stato un onore poter andare là fuori e avere l’opportunità di giocare al Dodger Stadium con lui che mi annunciava al piatto e, sai, trasmetteva la partita”, ha detto Trout.

Trout ha incontrato Scully per la prima volta durante i primi anni della sua carriera nella major league. L’ex manager degli Angels Mike Scioscia lo portò in una sala multimediale dove si trovava Scully.

Trout non riusciva a ricordare i dettagli della loro conversazione, ma ha detto che è stato un “momento piuttosto speciale per me solo perché ho avuto modo di sedermi e parlare con lui e capire l’importanza di ciò che ha portato nel gioco. Solo la gioia che ha portato”.

Trout ha aggiunto: “Ha significato molto per tutti”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.