La corte del Kirghizistan annulla una multa di $ 3,2 miliardi per la partenza della società mineraria canadese Centerra – The Diplomat

In i primi di aprileSocietà mineraria canadese Centerra Gold annunciato aveva raggiunto un accordo con il Kirghizistan per “effettuare una netta separazione”. Centerra lascerebbe il Kirghizistan e passerebbe la redditizia miniera d’oro di Kumtor nelle mani di Bishkek e Kyrgyzaltyn, la compagnia mineraria statale del Kirghizistan, rinuncerebbe ai suoi interessi nella compagnia canadese.

Come ha osservato Centerra nel suo annuncio, tuttavia, l’accordo era subordinato all’approvazione degli azionisti e, cosa importante, “al rilascio completo e definitivo di tutte le pretese delle parti, alla chiusura di tutti i procedimenti legali che coinvolgono le parti in tutte le giurisdizioni senza ammissioni di responsabilità .” Il divorzio sarà definitivo solo una volta soddisfatte queste condizioni.

in quel contesto, questa settimana un tribunale della capitale del Kirghizistan aveva annullato la decisione di un tribunale di grado inferiore del maggio 2021 di multare Centerra per 261,7 miliardi di som (3,2 miliardi di dollari).

La decisione del 7 maggio 2021 del tribunale distrettuale di Oktyabr (ottobre) a Bishkek di multare la Kumtor Gold Company (KCG), la filiale Centerra che gestisce la miniera, che era in risposta a una causa intentata da quattro cittadini apparentemente privati ​​(sebbene uno fosse il figlio del capo del Comitato statale per l’ecologia e il clima del Kirghizistan, alzando sopracciglia cospirative). Hanno denunciato discariche illegali e altre violazioni ambientali nella miniera e il tribunale ha concordato. il stesso giorno come decisione del tribunale di multare KGC, il parlamento kirghiso ha approvato un disegno di legge che consentirebbe al governo kirghiso di imporre la “gestione esterna” alle società con diritti di concessione mineraria (di cui ce n’era solo una in Kirghizistan) che erano state ritenute colpevoli di aver commesso violazioni ambientali o di sicurezza. Quanto conveniente.

Entro due settimaneIl presidente del Kirghizistan Sadyr Japarov ha firmato il disegno di legge per le obiezioni e minacce di arbitrato da Centerra. Bishkek ha quindi imposto la “gestione esterna” a Kumtor e da allora non è più stata sotto il controllo di Centerra.

Ti piace questo articolo? Clicca qui per iscriverti per l’accesso completo. Solo $ 5 al mese.

Nell’anno successivo, il paese e la società si sono scambiati accuse, hanno iniziato a perseguire l’arbitrato, hanno intentato cause legali e così via.

Nel settembre 2021, Kyrgyzaltyn lo era sospeso dalla Good Delivery List della LBMA “per non aver soddisfatto i requisiti del programma di approvvigionamento responsabile”. È stato quindi bloccato dal trading sul redditizio mercato dei metalli preziosi di Londra.

In un altro segno di progresso nel rendere definitivo il divorzio tra Centerra e Kirghizistan, all’inizio di questo mese il Kirghizistan è stato reintegrato nella Good Delivery List, con l’affermazione della LBMA“Tutto l’oro e l’argento raffinati durante la sospensione sono considerati conformi alle regole GDL e, quindi, Good Delivery”.

Il presidente del Gabinetto dei ministri del Kirghizistan Akylbek Zhaparov ha annunciato la decisione come “un altro riconoscimento della giusta politica della squadra del presidente Sadyr Japarov”.

“Siamo stati in grado non solo di ottenere la vittoria degli interessi del popolo del Kirghizistan, ma lo abbiamo fatto, come promesso sin dal primo giorno, nel pieno rispetto di tutti gli obblighi internazionali e legali”.

La dichiarazione di aprile di Centerra in merito all’accordo con il Kirghizistan rilevava che la società prevedeva di tenere un’assemblea degli azionisti nel secondo trimestre del 2022 (quindi entro la fine di giugno) per esaminare l’accordo, dopo aver inviato agli azionisti “tutti i dettagli” dell’accordo, i relativi transazioni, le ragioni della società e i rischi. La decisione del tribunale di Bishkek questa settimana di annullare il caso che ha innescato il sequestro della miniera l’anno scorso sarà probabilmente vista favorevolmente poiché il Kirghizistan ha raggiunto la fine dell’accordo.

Con le autorità del Kirghizistan al controllo della miniera, Bishkek spera di trarne tutti i benefici. Probabilmente, non dover dividere i profitti con un partner straniero significa che più soldi possono rimanere in Kirghizistan. In giugno 2021, durante una visita nella regione di Naryn, Japarov si è impegnato a creare un fondo di sviluppo in cui depositare annualmente lo 0,6% dell’utile lordo della Kumtor Gold Company. Ciò ha attirato alcune lamentele in quanto il il mio non si trova a Naryn, ma nella vicina regione di Issyk-Kul. Le autorità del Kirghizistan si sono impegnate a essere trasparenti sul funzionamento della miniera, anche se i critici hanno i loro dubbi. Il Kirghizistan non è estraneo alla corruzione. Japarov, in un post su Facebook all’inizio di questo mese, ha detto che La Camera dei Conti verificherebbe le attività della miniera ed emettere un rapporto pubblico.

Uno svantaggio del completamento del controllo kirghiso della miniera sarà l’incapacità di trasferire la colpa derivante da eventuali mancanze future su un attore esterno. La miniera, e gli appelli per nazionalizzarla, sono serviti a galvanizzare molti dei sostenitori di Japarov nel corso degli anni. Ma i fondamenti dell’estrazione mineraria nel sito non sono cambiati, il che significa che gli stessi rischi di violazioni dell’ambiente e della sicurezza che sono serviti a respingere definitivamente Centerra non sono miracolosamente scomparsi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.