La legge sulla riduzione dell’inflazione viola l’impegno fiscale di $ 400.000 di Biden?

Jim Watson | Afp | Getty Images

Il pacchetto dei Democratici del Senato sui cambiamenti climatici, l’assistenza sanitaria, la tariffazione dei farmaci e le misure fiscali, presentato la scorsa settimana, ha i sostenitori e gli oppositori che discutono se la legislazione violi una promessa che il presidente Joe Biden ha fatto dalla sua campagna presidenziale, a non aumentare le tasse sulle famiglie con redditi inferiori a $ 400.000 all’anno.

La risposta non è così semplice come sembra.

“La parte divertente di questo è che puoi ottenere una risposta diversa a seconda di chi chiedi”, ha affermato John Buhl, analista del Tax Policy Center.

Altro da Finanza personale:
Gli embrioni possono essere considerati dipendenti dalle dichiarazioni dei redditi dello stato della Georgia
Saresti incluso nel condono del prestito studentesco?
Il lavoro a distanza aiuta a combattere l’inflazione

La Casa Bianca ha utilizzato $ 400.000 come una linea di demarcazione approssimativa per i ricchi rispetto ai redditi medi e bassi. Quella soglia di reddito equivale a circa l’1% al 2% più ricco dei contribuenti americani.

Il nuovo disegno di legge, l’Inflation Reduction Act, non aumenta direttamente le tasse sulle famiglie al di sotto di quella linea, secondo gli esperti fiscali. In altre parole, la legislazione non attiverebbe un aumento delle dichiarazioni dei redditi annuali dei contribuenti se il loro reddito è inferiore a $ 400.000, hanno affermato gli esperti.

Ma alcuni aspetti della legislazione potrebbero avere effetti negativi a valle, una sorta di tassazione indiretta, hanno affermato gli esperti. Questo elemento “indiretto” è dove gli oppositori sembrano aver diretto la loro ira.

Cosa c’è nella legge sulla riduzione dell’inflazione

La legislazione – mediata dal leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, DN.Y., e dal senatore Joe Manchin, DW.Va., che era stato un punto di riferimento centrista chiave – investirebbe circa 485 miliardi di dollari in misure per il clima e l’assistenza sanitaria fino al 2031 , secondo un’analisi del Congressional Budget Office pubblicata mercoledì.

In generale, tale spesa sarebbe sotto forma di agevolazioni fiscali e sconti per le famiglie che acquistano veicoli elettrici e rendono le loro case più efficienti dal punto di vista energetico e un’estensione di tre anni degli attuali sussidi Affordable Care Act per l’assicurazione sanitaria.

Secondo il Congressional Budget Office, il disegno di legge raccoglierebbe anche circa 790 miliardi di dollari attraverso misure fiscali, riforme per i prezzi delle prescrizioni di farmaci e una tassa sulle emissioni di metano. Le tasse rappresentano la maggior parte – $ 450 miliardi – delle entrate.

I critici affermano che i cambiamenti aziendali potrebbero influenzare i lavoratori

In particolare, la legislazione fornirebbe maggiori risorse per l’applicazione da parte dell’IRS di frodi fiscali e modificherebbe le regole dell'”interesse portato” per i contribuenti che guadagnano più di $ 400.000. Le regole sugli interessi portati consentono a determinati private equity e altri investitori di pagare un’aliquota fiscale preferenziale sui profitti.

Questi elementi non sono controversi rispetto all’impegno fiscale: non aumentano le tasse annuali dovute ai redditi medi e bassi, hanno affermato gli esperti.

La legge sulla riduzione dell’inflazione applicherebbe anche un’imposta minima per le società del 15%, pagata sul reddito delle grandi società che riferiscono agli azionisti. È qui che potrebbero entrare in gioco le tasse “indirette”, hanno affermato gli esperti. Ad esempio, una società con una tassa più alta potrebbe trasferire quei costi aggiuntivi ai dipendenti, magari sotto forma di un aumento più basso, o la riduzione dei profitti aziendali potrebbe danneggiare 401 (k) e altri investitori che possiedono una parte della società in un fondo comune.

L’approccio dei Democratici alla riforma fiscale significa aumentare le tasse sugli americani a basso e medio reddito.

Il senatore Mike Crapo

Repubblicani dell’Idaho

L’attuale aliquota dell’imposta sulle società è del 21%, ma alcune società sono in grado di ridurre l’aliquota fiscale effettiva e quindi ridurre il conto.

Come risultato della politica, coloro con un reddito inferiore a $ 200.000 pagherebbero quasi $ 17 miliardi di imposte aggiuntive combinate nel 2023, secondo un’analisi del Comitato congiunto per la tassazione pubblicata il 29 luglio. Tale onere fiscale combinato scende a circa $ 2 miliardi entro il 2031, secondo il JCT, un segnapunti indipendente per il Congresso.

“L’approccio dei Democratici alla riforma fiscale significa aumentare le tasse sugli americani a basso e medio reddito”, ha detto a proposito dell’analisi il senatore Mike Crapo, R-Idaho, membro di rango della commissione finanziaria.

Altri affermano che i benefici finanziari superano i costi indiretti

Tuttavia, secondo gli esperti, l’analisi JCT non fornisce un quadro completo. Questo perché non tiene conto dei vantaggi degli sgravi fiscali dei consumatori, dei sussidi per i premi sanitari e della riduzione dei costi dei farmaci da prescrizione, secondo il Comitato per un bilancio federale responsabile.

Gli osservatori che considerano i costi indiretti dovrebbero valutare anche questi benefici finanziari, sostengono gli esperti.

“La presentazione selettiva di alcuni degli effetti distributivi di questo disegno di legge trascura i benefici per le famiglie della classe media derivanti dalla riduzione dei deficit, dall’abbassamento dei prezzi dei farmaci da prescrizione e da un’energia più accessibile”, un gruppo di cinque ex segretari del Tesoro delle amministrazioni sia democratiche che repubblicane ha scritto mercoledì.

I soli $ 64 miliardi di sussidi totali dell’Affordable Care Act sarebbero “più che sufficienti per contrastare gli aumenti netti delle tasse inferiori a $ 400.000 nello studio JCT”, secondo il Committee for a Responsible Federal Budget, che stima anche che gli americani risparmierebbero $ 300 miliardi sui costi e premi per i farmaci da prescrizione.

Le politiche combinate offrirebbero un taglio netto delle tasse per gli americani entro il 2027, ha affermato il gruppo.

Inoltre, la fissazione di un’aliquota minima per l’imposta sulle società non dovrebbe essere vista come un’imposta “extra”, ma un “recupero delle entrate perse a causa dell’elusione fiscale e delle disposizioni a favore dei più ricchi”, hanno affermato gli ex segretari del Tesoro. Sono Timothy Geithner, Jacob Lew, Henry Paulson Jr., Robert Rubin e Lawrence Summers.

Ci sono ulteriori rughe da considerare, tuttavia, secondo Buhl del Tax Policy Center.

Ad esempio, in che misura le aziende trasferiscono le loro imposte sui lavoratori rispetto agli azionisti? Gli economisti differiscono su questo punto, ha detto Buhl. E che dire delle aziende con un sacco di liquidità in eccesso a portata di mano? Questa riserva di cassa potrebbe indurre un’azienda a non imporre un’imposta indiretta sui propri dipendenti?

“Potresti finire per finire in queste tane del coniglio per sempre”, ha detto Buhl. “È solo una delle parti divertenti degli impegni fiscali”, ha aggiunto.

Leave a Reply

Your email address will not be published.