Brasile PMI luglio 2022

L’indice S&P Global Manufacturing Purchasing Managers’ Index (PMI) è sceso a 54,0 a luglio da 54,1 di giugno. Di conseguenza, l’indice è rimasto ben al di sopra della soglia di 50,0 invariata, indicando un continuo, seppur moderato, miglioramento delle condizioni commerciali rispetto al mese precedente.

La lettura di luglio è stata principalmente il risultato sia dei nuovi ordini che della produzione in espansione al ritmo più debole degli ultimi tre mesi, in condizioni di domanda ancora favorevoli. La carenza di materie prime ha guidato la moderazione della produzione, mentre le vendite complessive sono state frenate dall’indebolimento della domanda esterna, poiché gli ordini internazionali si sono contratti per il quinto mese consecutivo. Più positivamente, l’occupazione è aumentata al ritmo più veloce in circa un anno nel mese di luglio. Per quanto riguarda i prezzi, i costi di input sono aumentati ancora a luglio, spinti dall’indebolimento della valuta, dai tassi di interesse elevati, dalle strozzature logistiche e dalla guerra in Ucraina. Anche i prezzi alla produzione sono aumentati a luglio. Infine, il sentiment delle aziende è stato ottimista a luglio e si è rafforzato raggiungendo il massimo in tre mesi.

Gli analisti intervistati da FocusEconomics per la LatinFocus Consensus Forecast di questo mese vedono la produzione industriale in espansione dello 0,5% nel 2022, che è in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto alla stima del mese scorso. Nel 2023, la produzione industriale dovrebbe crescere dell’1,3%.

Leave a Reply

Your email address will not be published.