I democratici perdono un pezzo chiave dell’agenda sanitaria nella spesa

Eppure il piano ora andrà avanti senza una disposizione che avrebbe penalizzato i produttori di farmaci per l’aumento dei costi più veloce dell’inflazione nei piani assicurativi privati ​​e nel Medicare.

L’esclusione dei limiti di prezzo dell’assicurazione privata significa che è rimasto poco che ridurrà i costi per la stragrande maggioranza degli americani che ricevono l’assicurazione sanitaria attraverso il loro datore di lavoro del settore privato. I democratici stanno ancora aspettando una decisione parlamentare separata sulla loro politica per limitare il costo dell’insulina sia all’interno che all’esterno di Medicare.

La decisione significa anche decine di miliardi di risparmi federali in meno sul conto complessivo, una potenziale minaccia alle speranze dei Democratici di compensare il costo per sostenere i sussidi dell’Obamacare.

Tuttavia, i Democratici sostengono che il disegno di legge andrà avanti nelle prossime settimane con la sua disposizione più importante intatta: l’abrogazione del divieto di lunga data al governo federale di negoziare direttamente i prezzi dei farmaci con le aziende farmaceutiche.

Leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer sabato ha definito la sentenza del parlamentare “buone notizie” in una dichiarazione.

“Medicare sarà finalmente autorizzato a negoziare i prezzi dei farmaci da prescrizione, gli anziani avranno vaccini gratuiti e i loro costi saranno limitati e molto altro”, ha affermato.

rappresentante Peter Welch (D-Vt.), un negoziatore chiave sulla versione del disegno di legge della Camera, ha affermato che la disposizione “spezzerebbe la cortina di ferro che Big Pharma ha mantenuto contro la negoziazione dei prezzi dei farmaci, e questo sta cambiando il gioco. Se passa, Pharma non sarà in grado di attaccarlo continuamente al consumatore a suo piacimento. E questo è particolarmente importante con la gente che martella l’inflazione alla pompa e al supermercato”.

Ma Welch, che corre per sostituire il sen. Patrick Leah (D-Vt.), ha riconosciuto che la sentenza del parlamentare rappresenta ancora una grande vittoria per l’industria farmaceutica.

“In sostanza significherebbe che le aziende farmaceutiche potrebbero aumentare gli aumenti dei prezzi ben oltre l’inflazione”, ha affermato in un’intervista nei giorni precedenti al voto.

Le compagnie farmaceutiche e i repubblicani del Senato avevano pianificato da mesi di prendere di mira la disposizione dei massimali di inflazione, attraverso un processo noto a Capitol Hill come un “bagno di Byrd”. Sen. Mike Crapo (R-Idaho), il massimo repubblicano nella commissione per le finanze del Senato, ha detto ai giornalisti di aver esaminato il disegno di legge “linea per linea” nel tentativo di portare ogni sfida che potevano trovare.

I democratici che hanno spinto per anni la politica erano fiduciosi che potesse passare sotto le rigide regole di riconciliazione del Senato, che limitano i tipi di progetti di legge che possono passare con un semplice maggioranza. Possono volare solo le proposte che sono principalmente legate alla spesa o alle entrate federali, ma non quelle che apportano importanti cambiamenti politici e hanno solo un impatto “incidentale” sul bilancio federale.

I democratici hanno sostenuto che il disegno di legge ha bisogno di limiti di inflazione per i prezzi dei farmaci su tutta la linea per funzionare, avvertendo che in caso contrario le aziende farmaceutiche possono aumentare i prezzi ancora più in alto per le persone con assicurazione privata per compensare ciò che perdono dal costo controlla il disegno di legge ancora impone a Medicare.

Sen. Chris Murphy (D-Conn.) ha affermato che tali punti sono “normalmente il tipo di argomento che convince il parlamentare”.

“Non puoi districare il settore privato dal settore pubblico – uno non funziona senza l’altro”, ha detto.

I sostenitori della disposizione hanno anche sottolineato la conclusione del Congressional Budget Office dell’anno scorso secondo cui la disposizione sui limiti di inflazione farebbe risparmiare al governo circa $ 80 miliardi Sopra un decennio per sostenere che dovrebbe essere autorizzato a rimanere nel conto.

Eppure gli esperti di riconciliazione e gli addetti ai lavori del settore erano ugualmente certi che la disposizione sarebbe stata eliminata dal pacchetto.

“Molte persone pensano che se qualcosa ottiene un punteggio CBO significativo, non può essere considerato incidentale, ma si tratta più di sapere se le implicazioni politiche superano quelle di bilancio”, ha affermato Stephen Northrup, un lobbista che in precedenza ha lavorato come responsabile della politica sanitaria Direttore della Commissione per la salute, l’istruzione, il lavoro e le pensioni del Senato. “Se il limite di inflazione fosse limitato a Medicare, si potrebbe tracciare una relazione molto diretta tra la politica e il punteggio. Ma quando lo estendi al mercato commerciale, il rapporto diventa più tenue. Sembra che tu stia cercando meno di risparmiare denaro che di estendere una politica che ha un impatto oltre il budget federale”.

I democratici non hanno attualmente un piano di riserva per la polizza, anche se alcuni sostenitori stanno ora spingendo per cercare di applicare limiti di inflazione ad altri programmi assicurativi federali come Medicaid e l’assicurazione per i dipendenti federali.

Anche se sono in grado di farlo, i progressisti che originariamente spingevano per controlli sui prezzi dei farmaci molto più ampi sono delusi dal fatto che il loro piano già annacquato sia diventato ancora più debole nell’ultimo anno.

Presidente Finanze del Senato Ron Wyden (D-Ore.), che ha lavorato per mesi alla creazione del linguaggio dei prezzi dei farmaci e alla disputa dei voti per approvarlo, ha accusato l’influenza dell’industria farmaceutica su Capitol Hill per la fine della disposizione del tetto all’inflazione.

“Gli interessi speciali lavorano sempre contro di noi per ottenere sollievo agli americani duramente colpiti, in particolare agli anziani”, ha detto a POLITICO prima della sentenza del parlamentare. “Quindi che sorpresa che gli interessi speciali – e hai visto i numeri su quanti lobbisti hanno – stiano cercando di proteggere i loro profitti”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.