Twitter afferma che Musk ha inventato scuse per violare l’accordo

(FILES) In questa foto scattata il 10 febbraio 2022, Elon Musk parla durante una conferenza stampa presso la struttura Starbase di SpaceX vicino al villaggio di Boca Chica, nel Texas meridionale. (Foto di JIM WATSON / AFP)

SAN FRANCISCO, Stati Uniti (AFP) — Giovedì Twitter ha affermato che l’idea che Elon Musk sia stato “ingannato” nel concludere un accordo di acquisizione da 44 miliardi di dollari sfida la ragione e i fatti.

In un deposito, Twitter ha respinto le controdeduzioni avanzate da Musk mentre combatteva per abbandonare l’accordo che aveva firmato ad aprile per acquistare la società con sede a San Francisco.

“Secondo Musk, lui – il miliardario fondatore di più società, consigliato da banchieri e avvocati di Wall Street – è stato ingannato da Twitter facendogli firmare un accordo di fusione da 44 miliardi di dollari”, ha affermato Twitter.

“Quella storia non è plausibile e contraria ai fatti come sembra.”

La scorsa settimana Musk ha intentato una controquerela insieme a una difesa legale contro l’affermazione di Twitter secondo cui il miliardario è contrattualmente obbligato a completare l’accordo di acquisizione.

“Le domande riconvenzionali sono una storia fatta per il contenzioso che è contraddetta dalle prove e dal buon senso”, ha affermato Twitter nel deposito.

Un processo di cinque giorni che prenderà in considerazione la causa di Twitter contro Musk è stato programmato per il 17 ottobre.

Il boss di Tesla ha corteggiato il consiglio di Twitter con un’offerta di $ 54,20 per azione, ma poi a luglio ha annunciato che avrebbe posto fine al loro accordo perché l’azienda lo aveva fuorviato riguardo al suo conteggio di account falsi e spam.

Twitter, il cui prezzo delle azioni giovedì ha chiuso a $ 41,06, è rimasto fedele alle sue stime secondo cui meno del 5% dell’attività sulla piattaforma è dovuta a “bot” software piuttosto che alle persone.

Twitter ha detto alla corte che l’affermazione di Musk secondo cui la cifra dei falsi account supera il 10% è “insostenibile”.

La società ha anche contestato l’affermazione di Musk secondo cui ha il diritto di rinunciare all’accordo se il conteggio dei bot di Twitter viene ritenuto errato poiché non ha chiesto nulla sui bot quando ha fatto l’offerta di acquisto.

“Musk ha rinunciato a tutta la due diligence, concedendo a Twitter ventiquattro ore per accettare la sua offerta “prendere o lasciare” prima di presentarla direttamente agli azionisti di Twitter”, si legge nel documento.

La società ha accusato Musk di aver escogitato una storia per sfuggire a un accordo di fusione che non trovava più attraente.

“Twitter ha rispettato sotto ogni aspetto l’accordo di fusione”, ha affermato la società nel deposito presentato alla Chancery Court nello stato del Delaware.

“Le controdeduzioni di Musk, basate su distorsioni, false dichiarazioni e inganno, non cambiano nulla”.

La piattaforma di social media ha esortato gli azionisti ad approvare l’accordo, fissando un voto sulla fusione per il 13 settembre.

“Ci impegniamo a chiudere la fusione al prezzo e ai termini concordati con il signor Musk”, hanno dichiarato l’amministratore delegato di Twitter Parag Agrawal e il presidente del consiglio Bret Taylor in una lettera agli investitori.

Sono in gioco miliardi di dollari, ma lo è anche il futuro di Twitter, che secondo Musk dovrebbe consentire qualsiasi discorso legale, una posizione assolutista che ha suscitato timori che la rete possa essere utilizzata per incitare alla violenza.

© Agence France-Presse

Leave a Reply

Your email address will not be published.