wazirx: WazirX, Clash Over Ownership del CEO di Binance

Il giorno dopo che il CEO di Binance Changpeng Zhao ha dichiarato che l’exchange di criptovalute globale non possedeva una partecipazione nell’entità madre di WazirX, Zanmai Labs, i fondatori delle due società sono stati coinvolti in una guerra di parole, scambiandosi affermazioni e controdeduzioni su Twitter.

Il fondatore di WazirX, Nischal Shetty, ha dichiarato sabato che l’accordo raggiunto dalla sua azienda riguardava l’entità madre di Binance.

“Dopo alcuni resoconti dei media sulla struttura di Binance, ne abbiamo chiesto informazioni”, ha scritto Shetty in un thread di tweet. “Ci è stata data una risposta ambigua secondo cui l’entità madre è in fase di ristrutturazione. Sono passati molti mesi, ancora in attesa dell’entità Genitore di Binance… Binance può nominare l’entità Genitore?”

Ha aggiunto che la transazione includeva la vendita della tecnologia WazirX. “La stessa tecnologia è stata poi concessa in licenza a Zanmai da Binance per il mercato INR. Dopo la licenza: Binance gestisce il trading di criptovalute, depositi/prelievi di criptovalute. Zanmai gestisce il trading INR-Crypto, depositi/prelievi INR”, ha scritto Shetty sabato.

Zanmai Labs è l’entità indiana che gestisce WazirX. Nell’entità indiana, lo 0,01% è detenuto da Shetty e il 99,99% è di proprietà di Zettai Pte Ltd, registrata a Singapore, secondo quanto dichiarato dalla società. La proprietà di Zettai è divisa tra Shetty, il cofondatore Siddharth Menon e Sameer Mhatre, ha detto una fonte.

Scopri le storie di tuo interesse



Zhao ha detto che gli utenti su WazirX dovrebbero trasferire i loro fondi su Binance. “Potremmo disabilitare i portafogli WazirX a livello tecnologico, ma non possiamo/non lo faremo”, ha twittato. “E per quanti dibattiti stiamo affrontando, non possiamo/non faremo del male agli utenti.”

Zhao ha anche twittato che Binance potrebbe chiudere WazirX se lo desidera.

WazirX aveva più di 10 milioni di utenti registrati a febbraio.

“Il team fondatore di WazirX ha mantenuto il controllo delle operazioni della piattaforma”, ha scritto Zhao. “A noi (Binance) non sono mai stati forniti dati o controllo degli utenti, KYC, ecc. Ci piacerebbe lavorare con ED per risolvere questi problemi in WazirX.”

L’inasprimento del rapporto tra WazirX e Binance arriva sulla scia dell’Enforcement Directorate (ED) che ha affermato venerdì di aver recentemente condotto perquisizioni presso i locali dei direttori di Zanmai Labs e di aver emesso un ordine di congelamento del suo saldo bancario di Rs 64,67 milioni di euro.

Secondo l’agenzia, WazirX aveva “attivamente” aiutato circa 16 società fintech – che sono sotto inchiesta con l’accusa di riciclaggio di denaro – a deviare i presunti proventi del crimine utilizzando la rotta della criptovaluta. ET ha riferito il 6 luglio che ED sta cercando informazioni da più scambi di criptovalute ai sensi del Foreign Exchange Management Act (Fema). L’ED ha anche accusato WazirX di avere una struttura di proprietà complicata.

Rimani aggiornato sulla tecnologia e sulle novità di avvio che contano. Iscriviti alla nostra newsletter quotidiana per le ultime e imperdibili notizie tecnologiche, consegnate direttamente nella tua casella di posta.

Leave a Reply

Your email address will not be published.