37 anni dopo, il fratello delle vittime dei bombardamenti MOVE pianifica una sepoltura adeguata dopo aver finalmente ricevuto i resti delle sorelle – CBS Philly

PHILADELPHIA (CBS) — Un senso di chiusura tanto atteso più di tre decenni dopo uno dei momenti più bui della storia di Filadelfia. I resti di due bambini uccisi quando la città ha bombardato il complesso MOVE nel 1985 sono stati finalmente cremati in un cimitero di East Mount Airy.

Questo arriva dopo una lunga e dolorosa saga per la famiglia sopravvissuta.

LEGGI DI PIÙ: 2nd Street Festival che porta birrerie all’aperto, camion di cibo e musica dal vivo nelle libertà del nord per la prima volta in 2 anni

Lionell Dotson è stato emotivo nei momenti prima di ricevere i resti delle sue due sorelle e promette di dar loro una degna sepoltura.

“È un momento tragico ma anche agrodolce”, ha detto Dotson.

Dotson dice che 37 anni dopo che le sue due sorelle furono uccise nel bombardamento di MOVE, ora ha finalmente recuperato parti dei loro resti dall’ufficio del medico legale di Filadelfia.

“Sarà un’occasione gioiosa. Sono un po’ isterico in questo momento perché è tutto surreale”, ha detto Dotson.

Katricia e Zanetta Dotson avevano solo 12 e 14 anni quando furono uccisi nel bombardamento di MOVE nel 1985. Dotson mostrò la sua maglietta con le foto delle sue due sorelle. La maglia recita anche: “La città di Filadelfia me li ha presi”.

LEGGI DI PIÙ: CBS3 Pet Project: i cani diventano gelosi? Cosa dovresti sapere prima del National Spoil You Dog Day

Sebbene il medico legale di Philly fosse sotto una guida diversa al momento dell’attentato, mercoledì il medico legale della città si è scusato con Dotson.

“È uscita di sua spontanea volontà e ha detto che mi dispiace per la tua perdita e mi ha chiesto scusa sincere e sentite. E lo apprezzo e lo accetto”, ha detto Dotson.

Le scuse arrivano dopo che è stato rivelato l’anno scorso che i resti delle due ragazze sono stati detenuti per anni presso l’ufficio del medico legale e il Penn Museum.

Un rapporto pubblicato a giugno raccomanda all’ufficio del medico legale di modificare i certificati di morte di tutte le 11 vittime del MOVE per riflettere che le loro modalità di morte erano omicidi, non incidenti.

L’ufficio del medico legale dice che farà il cambiamento.

“Finalmente stanno uscendo dallo scaffale. In primo luogo, per 37 anni non avrebbero mai dovuto essere conservati su uno scaffale buio e umido. Finalmente riesco a portarli via dalla città che li ha aiutati a ucciderli”, ha detto Dotson.

PIÙ NOTIZIE: 9 Ferito con una sparatoria fuori dal bar di Cincinnati, dice la polizia

Dopo aver recuperato i resti delle sue sorelle, Dotson le fece cremare al cimitero di Ivy Hill nel quartiere di East Mount Airy della città. Dice che dopo la cremazione, ha intenzione di tornare a casa in North Carolina per dare alle sue sorelle una degna sepoltura.

Leave a Reply

Your email address will not be published.