Guerra Russia-Ucraina: ultime notizie – The New York Times

Credito…Alexander Ermochenko/Reuters

L’Ucraina ha accusato domenica le forze russe di aver lanciato razzi atterrati sul terreno di una centrale nucleare che la Russia ha sequestrato nel sud del paese, aumentando ulteriormente il rischio di un incidente in un complesso in cui l’agenzia nucleare delle Nazioni Unite ha affermato che i principi della sicurezza nucleare sono stati violati. Un funzionario regionale filo-russo ha incolpato le forze ucraine per l’attacco.

I razzi lanciati sabato sera sono atterrati vicino a un impianto di stoccaggio di combustibile esaurito secco, dove sono immagazzinate 174 botti, ciascuna contenente 24 gruppi di combustibile nucleare esaurito, secondo Enerhoatom, la compagnia di energia nucleare ucraina. Una persona è rimasta ferita da schegge e molte finestre sono state danneggiate.

“Apparentemente, hanno mirato specificamente alle botti con il combustibile esaurito, che sono conservate all’aperto vicino al luogo del bombardamento”, ha affermato la società in un post sull’app di messaggistica sociale di Telegram.

Tre monitor di rilevamento delle radiazioni sono stati danneggiati, quindi “il rilevamento e la risposta tempestivi in ​​caso di aggravamento della situazione delle radiazioni o di fuoriuscita di radiazioni dalle botti di combustibile nucleare esaurito sono attualmente impossibili”, afferma il post, aggiungendo che una catastrofe è stata “miracolosamente evitata”.

Le forze russe controllano l’impianto di Zaporizhzhia da marzo. Un rappresentante della direzione dell’intelligence militare ucraina, Andrei Yusov, ha affermato che la Russia stava bombardando il sito per distruggere le infrastrutture e danneggiare le linee elettriche che forniscono elettricità alla rete nazionale ucraina e, infine, per causare un blackout nel sud del paese. Non vi è stata alcuna conferma indipendente dell’affermazione.

Il capo dell’amministrazione filo-russa a Zaporizhzhia, Yevgeny Balitsky, domenica su Telegram ha detto che le forze ucraine avevano usato un razzo a grappolo Uragan per prendere di mira l’area di stoccaggio del combustibile esaurito e danneggiare gli edifici amministrativi. Giovedì, il ministero della Difesa russo ha affermato che l’Ucraina aveva lanciato un attacco di artiglieria contro l’impianto.

Durante un programma televisivo nazionale di domenica, il capo dell’amministrazione militare regionale ucraina di Zaporizhzhia, Oleksandr Starukh, ha affermato che c’era solo un ritardo di tre secondi tra lo sparo e l’atterraggio di ciascun proiettile, usando questo come prova che l’attacco proveniva dalle forze russe nelle vicinanze.

Da quando ha invaso l’Ucraina a febbraio, la Russia ha considerato prioritario il sequestro di infrastrutture critiche tra cui centrali elettriche, porti, trasporti e impianti di stoccaggio e produzione agricoli. Ha anche preso di mira le infrastrutture in mano ucraina.

In un post precedente, Enerhoatom ha affermato che i proiettili russi avevano danneggiato un’unità di azoto-ossigeno e l’edificio ausiliario combinato. “Ci sono ancora rischi di fuoriuscita di idrogeno e sputtering di sostanze radioattive, e anche il rischio di incendio è elevato”, si legge nel post.

Il signor Yusov ha anche detto su Telegram che le forze russe avevano posato mine contro le unità di potenza della centrale.

La preoccupazione per la sicurezza a Zaporizhzhia è aumentata da marzo, quando è scoppiato un incendio in un edificio durante i combattimenti mentre le forze russe hanno preso il controllo. Le autorità ucraine affermano che le forze russe da allora hanno immagazzinato armi, inclusa l’artiglieria, presso l’impianto e nelle ultime settimane hanno iniziato a bombardare Nikopol, una città vicina detenuta dall’Ucraina, dalle posizioni sui suoi terreni.

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha dichiarato in un discorso alla fine di sabato che c’è stato “un significativo peggioramento della situazione intorno alla centrale” e ha aggiunto che la Russia è diventata il primo paese al mondo “a utilizzare una centrale nucleare per il terrore”.

Anche la prospettiva di una controffensiva ucraina per rivendicare la terra nella provincia di Kherson, che si trova a sud-ovest di Zaporizhzhia, aumenta l’instabilità. L’Ucraina è stata il luogo del peggior incidente nucleare del mondo quando, nel 1986, si è verificato un incendio nel reattore di Chernobyl, nel nord del paese. Non ci sono segnalazioni di una perdita di radiazioni a Zaporizhzhia.

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha affermato che una preoccupazione particolare è la sua impossibilità di accedere a Zaporizhzhia per scopi di monitoraggio. I lavoratori degli stabilimenti ucraini operano sotto stress, in parte perché le autorità russe sospettano la possibilità di un sabotaggio, e il sindaco in esilio della vicina città di Enerhodar, Dmytro Orlov, ha affermato che alcuni lavoratori sono stati interrogati o sono scomparsi, e almeno uno è stato ucciso.

Leave a Reply

Your email address will not be published.