La defunta mamma ha scritto una lettera per i bambini e il marito prima di morire

Prima della sua tragica morte a giugno, Dame Deborah James ha scritto tutto ciò che aveva imparato su come rimanere positiva di fronte alle avversità.

L’ispiratrice editorialista e podcaster di Sun era determinata a condividere le sue lezioni di vita nel nuovo libro How To Live When You Could Be Dead, Il Sole rapporti.

Qui, in un estratto esclusivo, Emily Fairbairn condivide la bellissima lettera finale di Deborah al marito Sebastien, al figlio Hugo, 14 anni, e alla figlia Eloise di 12 anni:

“Al momento sono seduto qui accanto all’amore della mia vita, Sebastien.

Non ho mai saputo se potevi davvero avere l’amore della tua vita, ma ora so qual è il vero nucleo dell’amore indiscusso tra due persone.

Ho sempre amato mio marito.

Lo immaginavo da quando l’ho incontrato per la prima volta e sapevo che lo avrei sposato dopo il nostro terzo appuntamento.

Per me era chiaro che, sebbene non fosse perfetto, c’era qualcosa in lui che era giusto per me.

Mi rispettava e non mi permetteva mai di camminargli addosso o di avvolgerlo attorno al mio mignolo.

È sempre stato, e sempre sarà, l’unica persona che può venire e migliorare tutto alle 3 del mattino. Mi fa sentire al sicuro.

Se guardo attraverso una stanza 18 anni dopo, lo trovo ancora l’uomo più attraente lì.

Doveva addolcirsi come un buon vino, perché ha un lato testardo, che fa venire voglia al bambino di tre anni che è in me di buttare tutti i miei giocattoli fuori dalla carrozzina.

Ama un dibattito esuberante e ama scherzare, a volte preferisco solo un film e un bicchiere di vino.

Quando ripenso alla nostra relazione e al nostro matrimonio, mi rendo conto che non è successo solo senza lavoro.

Le complessità della vita quotidiana a volte si intromettevano.

È facile dimenticare che la persona che ami è ancora lì davanti a te quando le cose sono offuscate dal fastidio della logistica per l’infanzia, dalla pressione del denaro e dal vivere come navi nella notte.

Vorrei aver imparato in giovane età che trovare il tempo per il lavoro del tuo matrimonio dovrebbe far parte del tuo programma tanto quanto andare in palestra o lavarti i denti.

È importante che tu non permetta che le grandi discussioni si accumulino, quando tutto ciò che vuoi davvero è dimenticare tutto e coccolare l’unica persona che ami.

Mentre il cancro pone fine alla mia vita, sento questa crudele consapevolezza che non sono completamente in grado di essere me stesso con l’unica persona che ho adorato e di cui avevo bisogno nella mia vita più di chiunque altro.

Mi sento derubato della libertà di un corpo senza dolore con cui baciare, la libertà per noi di fare progetti stravaganti per il nostro futuro e la pensione insieme.

I nostri obiettivi e sogni hanno dovuto essere adattati settimana dopo settimana e giorno dopo giorno, a seconda del mio cancro.

Mio marito è sempre stato la mia roccia. Mi sorregge quando non riesco a trattenermi e mi asciuga le lacrime.

Eppure mi sono chiesto ogni giorno come deve essere stato per lui quando il matrimonio da favola a cui si è iscritto è diventato una lotta quotidiana per sopravvivere e lottare per un momento in più di vita.

Mi sono chiesto come si sia sentito sapendo che sta per diventare vedovo.

Mi sono chiesto come farà a ricordarmi di me e mi sono chiesto se starà bene.

A Hugo ed Eloise, non posso nemmeno parlare di te senza piangere. Tu sei il mio mondo.

Ho imparato che ci sono molti modi per essere genitori: niente è giusto o sbagliato finché c’è amore.

Ho anche imparato che i bambini sono più resilienti di quanto pensiamo.

Ci sono istantanee mentali di essere un genitore che non ti lascerà mai.

Ma i ricordi meravigliosamente incisi che ti verranno in mente durante la tua morte non sono necessariamente quelli che potresti aspettarti.

Uno dei miei primi è di Hugo quando aveva quattro giorni.

Era sdraiato accanto a me nel nostro letto matrimoniale nel nostro appartamento, e stava cercando il mio seno da nutrire: era giallo e aveva una grande testa di cono.

Ricordo di aver guardato questa pallina da 6 libbre cullata contro la mia pancia e di aver pensato che era solo a questo punto che avevo iniziato a capire cosa fosse l’amore.

Ora guardo quello stesso ragazzo di 14 anni che si prende ancora il tempo per accoccolarsi accanto a me sul divano, e darei qualsiasi cosa per poter continuare a proteggerlo come facevo quando aveva solo quattro giorni vecchio.

Credo nelle profezie che si autoavverano, credo nella speranza ribelle e credo che i miei figli staranno bene quando morirò.

Perché se dico loro che non lo saranno, allora potrebbero non esserlo.

Voglio che si rendano conto che la vita non va sempre secondo i piani.

Puoi fare progetti e avere obiettivi, ma devi essere preparato al fatto che a volte la vita è più interessante quando esci fuori pista, quindi sii coraggioso.

Cogli l’occasione e sostieni te stesso.

Ricordati di essere la tua cheerleader numero uno.

Non lasciare il mondo e tutto ciò che ha da offrire fino al pensionamento: sperimentalo ora.

Impara a bilanciare il vivere nel presente e l’essere presente nel momento con i tuoi piani per il futuro (anche se questa potrebbe essere la lezione più difficile di tutte).

Maria solo per amore.

Compra un cane — Ho comprato Winston in uno dei momenti più bassi della mia vita e mi ha reso così felice. La natura e gli animali mi rendono felice.

È solo verso la fine della mia vita che ho iniziato ad apprezzare davvero la natura.

Prenditi del tempo. Rilassarsi non è un’indulgenza, è una forma per ricaricarsi. Nessuno di noi può bere dalle tazze vuote.

Ogni giorno, fai le cose che ti rendono felice: inseriscile nella tua vita e non criticare mai gli altri per le cose che li rendono felici.

Ogni giorno ci svegliamo senza sapere se vedremo tutte le 24 ore del giorno, quindi quando il sole sorge in un nuovo giorno, dovremmo sentirci benedetti.

Ci vengono dati 86.400 secondi ogni giorno e ognuno di noi sceglie come usarli.

È solo quando iniziano a sfuggirci che comprendiamo il valore di ognuno di quei secondi.

Quindi, il mio più grande consiglio per te è che puoi fare quello che vuoi con quei secondi. Puoi usarli come vuoi.

La scelta è tua, ma il futuro è di chi crede nella bellezza dei propri sogni.

Credi nel tuo?

Estratto da How To Live When You Could Be Dead, di Deborah James (Vermillion, £ 14,99), in uscita il 18 agosto 2022 © Deborah James.

Questo articolo è apparso originariamente su The Sun ed è stato riprodotto con il permesso

Originariamente pubblicato come Dame Deborah James ha scritto una lettera a marito e figli prima di morire

Leave a Reply

Your email address will not be published.