Il ministro degli Esteri di Taiwan avverte della preparazione della Cina a invadere la regione al ritorno delle esercitazioni militari

Martedì Taiwan ha tenuto un’esercitazione di artiglieria simulando la difesa contro un attacco mentre il suo alto diplomatico ha accusato Pechino di prepararsi a invadere l’isola dopo giorni di massicci giochi di guerra cinesi.
La scorsa settimana la Cina ha lanciato le sue più grandi esercitazioni aeree e marittime intorno a Taiwan il funzionario americano di grado più alto a visitare l’isola autogovernata da decenni.
“La Cina ha usato le esercitazioni nel suo manuale militare per prepararsi all’invasione di Taiwan”, ha detto martedì il ministro degli Esteri Joseph Wu in una conferenza stampa a Taipei, accusando Pechino di usare la visita della Pelosi come pretesto per un’azione militare.

“La vera intenzione della Cina è quella di alterare lo status quo nello Stretto di Taiwan e nell’intera regione”.

L’esercito di Taiwan ha tenuto un’esercitazione a fuoco vivo per simulare la difesa del paese contro una possibile invasione cinese. fonti: AAP / EPA / Ritchie B. Tongo

L’esercito cinese ha detto che le sue esercitazioni a Taiwan sono continuate martedì e hanno coinvolto unità aeree e marittime.

Il comando dell’Eastern Theatre dell’Esercito popolare di liberazione ha dichiarato in una dichiarazione che stava conducendo esercitazioni di addestramento in tutta l’isola, “concentrandosi sul blocco congiunto e sulle operazioni di supporto congiunte”.
L’esercitazione di Taipei nella contea meridionale di Pingtung includeva il lancio di razzi bersaglio e artiglieria, della durata di poco meno di un’ora, ha affermato Lou Woei-jye, portavoce dell’Ottavo Corpo d’Armata di Taiwan.
I soldati hanno sparato da obici nascosti nella costa, nascosti alla vista della strada che porta alla popolare destinazione balneare Kenting.
Le esercitazioni, che si svolgeranno anche giovedì, includevano il dispiegamento di centinaia di truppe e circa 40 obici, ha detto l’esercito.
L’esercizio di martedì ha attirato una folla di spettatori.
“Dobbiamo avere delle contromisure contro il blocco della Cina continentale”, ha detto uno degli spettatori, che ha dato solo il suo cognome Chen.
“Condurre esercitazioni militari farà loro sapere anche che Taiwan è preparata. Spero che entrambe le parti possano avere un po’ di moderazione”.
Lunedì, il portavoce Lou ha detto all’AFP che le esercitazioni erano state programmate in precedenza e non erano in risposta alle esercitazioni cinesi.

L’isola organizza regolarmente esercitazioni militari che simulano la difesa contro un’invasione cinese.

Ma l’ultima esercitazione ha suscitato un minaccioso avvertimento da parte di Pechino, che scatena regolarmente una retorica infuocata contro le speranze di indipendenza di Taiwan.

“Qualsiasi cospirazione per andare contro la tendenza della storia e resistere alla riunificazione attraverso le armi… finirà con un fallimento come una mantide che cerca di fermare un carro”, ha detto martedì il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin durante un briefing regolare.

‘Non preoccupato’

L’esercitazione anti-sbarco ha avuto luogo dopo che la Cina ha esteso le proprie esercitazioni marittime e aeree congiunte intorno a Taiwan lunedì, ma Washington ha affermato di non aspettarsi un’escalation da Pechino.

“Non sono preoccupato, ma sono preoccupato che si muovano tanto quanto loro. Ma non credo che faranno nulla di più di quello che sono”, ha detto il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ai giornalisti di Dover Air base di forza.

Il signor Wu martedì ha condannato Pechino per aver continuato le esercitazioni militari intorno all’isola, accusandola di aver tentato di controllare lo stretto di Taiwan e le acque nella più ampia regione dell’Asia-Pacifico.
“Sta conducendo esercitazioni militari su larga scala e lanci di missili, nonché attacchi informatici, una campagna di disinformazione e coercizione economica per indebolire il morale pubblico a Taiwan”, ha affermato.
Il signor Wu ha continuato a ringraziare gli alleati occidentali, compresi gli Stati Uniti, per aver resistito alla Cina.

“Manda anche un chiaro messaggio al mondo che la democrazia non si piegherà all’intimidazione dell’autoritarismo”, ha affermato.

Leave a Reply

Your email address will not be published.