Bitcoin supera i 25.000$ per la prima volta da giugno in un rialzo delle criptovalute

Bitcoin ha superato brevemente i $ 25.000 per la prima volta da metà giugno, poiché lo slancio è continuato da dati sull’inflazione statunitense più freddi del previsto e progressi verso il grande aggiornamento di Ethereum.

La più grande criptovaluta è salita del 2,2% domenica a $ 25.031, il livello più alto dal 13 giugno. Veniva scambiata intorno a $ 24.750 alle 6:00 ora di New York, aumentando per il quinto giorno consecutivo in una serie alimentata dai dati dell’indice dei prezzi al consumo statunitensi che è venuto al di sotto delle aspettative. Ether ha guadagnato fino al 2% a $ 2.030,50, dopo aver superato i $ 2.000 sabato per la prima volta dal 31 maggio in mezzo all’ottimismo sul completamento del tanto atteso aggiornamento software della sua blockchain noto come Merge.

“La prossima stampa CPI verrà rilasciata solo due giorni prima della fusione, a quel punto prevediamo che molto slancio pre-evento verrà immesso nel mercato”, ha affermato lo stratega di asset digitali di Fundstrat Sean Farrell, in una nota venerdì. “Gli investitori a lungo e medio termine dovrebbero cercare di utilizzare eventuali cali come opportunità di acquisto”.

Le criptovalute hanno lottato per tutta la prima metà dell’anno quando la Federal Reserve ha aumentato i tassi per combattere un’inflazione ostinatamente alta, con i prezzi di Bitcoin, Ether e altri token in calo di oltre il 50%. Con i dati sull’inflazione statunitense che sono scesi al di sotto delle aspettative nell’ultima settimana, aprendo potenzialmente la strada a un’azione restrittiva meno aggressiva da parte della Fed, gli asset rischiosi come l’indice Nasdaq 100 sono avanzati, contribuendo a favorire i guadagni in cripto, che è stato fortemente correlato con che le scorte misurano per mesi.

“Oltre all’aumento dei volumi dei derivati, ipotizziamo anche che gli investitori cripto-nativi possano iniziare a correre più rischi”, ha affermato Farrell, citando un aumento del saldo del bitcoin avvolto, che può essere utilizzato come garanzia nella finanza decentralizzata su Ethereum, oltre a un aumento della velocità della stablecoin la scorsa settimana che indica una maggiore attività sulla catena.

Ciò si aggiunge agli sviluppi positivi per Ether, poiché è probabile che la fusione della blockchain di Ethereum avvenga intorno al 15 settembre, ha affermato il co-fondatore della rete Vitalik Buterin dopo una fase di test finale nota come Goerli pochi giorni fa. L’unione rappresenta una transizione nel modo in cui i token Ether vengono coniati e le transazioni vengono convalidate, lontano dai blocchi di mining che utilizzano complessi enigmi computazionali con il metodo proof-of-work e verso il proof-of-stake. Inoltre, secondo Genesis Global Trading, alcuni investitori si stanno posizionando per beneficiare potenzialmente di un possibile fork che conserverebbe Ether proof-of-work.

Scopri le storie di tuo interesse



“L’etere è attualmente guidato da nuovi fondamentali (la tokenomica post-merge), un elemento speculativo (il fork ETH PoW, di cui molto è ancora sconosciuto) nonché dal sentimento macro generale”, hanno scritto gli strateghi di Genesis Noelle Acheson e Willis Croft in una nota venerdì. “Sebbene abbia preso una pausa negli ultimi giorni, la volatilità realizzata è aumentata dai minimi di inizio anno, il che riflette il crescente interesse e serve a ricordare all’universo di investimento più ampio che le narrazioni avvincenti nei mercati delle criptovalute non sono mai lontane lontano.”

Rimani aggiornato sulla tecnologia e sulle novità di avvio che contano. Iscriviti alla nostra newsletter quotidiana per le ultime e imperdibili notizie tecnologiche, consegnate direttamente nella tua casella di posta.

Leave a Reply

Your email address will not be published.